francesco ha chiesto in Auto e trasportiMoto · 6 anni fa

lavori diretti per aumentare la potenza della mia moto?

Buonasera carissima gente, chiedo informazioni su come intervenire per aumentare la potenza e la compressione della mia moto.

trattasi di Kawasaki ninja 2013 zx-10r solo uso pista.

non pretendo che mi risponda per forza di cose un meccanico, ma gente che ne sappia realmente questo si.

ovviamente già ho provveduto per uno scarico completo akrapovic evolution, centralina Kawasaki racing, alberi a camme Kawasaki racing, e aumento del rapporto di compressione intervenendo sulla testata.

ma è necessario intervenire anche su altro ?

tipo lavorazione condotti, valvole e sedi valvole, camere di combustione, cilindri .

p.s: perfavore non fate solo discorsi morali tipo prima pensa alla ciclistica e ai freni, oppure ma non ti basta quello che la moto ti da serie e quello che già gli hai fatto ? diteli pure se volete ma rispondete anche alle mie domande.

Grazie anticipate per la vostra disponibilità .

Aggiornamento:

p.s : non è che non mi interessa la sicurezza, quindi non è che non provvederò alla ciclistica e all'impianto frenante, ma questo lo farò dopo, in modo che posso scegliere meglio come intervenire adeguando i lavori in base a come sarà la moto una volta terminati i lavori di cui ora sono interessato.

magari è un'idea sbagliata la mia, ma ho deciso cosi.

2 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Risposta preferita

    La questione ciclistica non è un discorso morale, ma di performance: puoi avere un motore strapompato, ma se la ciclistica è inadeguata, non riuscirai mai a sfruttarlo. Idem i freni: se vai forte in rettilineo ma ad ogni curva vai lungo nel ghiaione tanto vale...

    Insomma, non fare l'errore di pensare che "se non riguarda il motore non mi fa andare più veloce, quindi son soldi buttati", perché sbaglieresti di grosso. Anzi, pensa che arrivati a certi livelli alla fine ciò che fa davvero la differenza riguarda proprio ciclistica e telaistica...

    Ad ogni modo, a livello di motore, qualcosa da fare in più ci sarebbe: oltre ai lavori alla testata che più o meno hai già citato (lavorazione condotti e sedi valvole, sostituzione funghi e molle valvole), potresti mettere dei pistoni forgiati, per esempio di Robby Moto (ma credo che pure Andreani faccia qualcosa di buono per la tua moto, dovrei controllare). Lavorerei anche sull'aspirazione: airbox in carbonio, filtro BMC Race, cornetti aspirazione (con lunghezza e diametro in base alle tue esigenze).

    Altri punti importantissimi sono le mappature di anticipo e iniezione. A dirla tutta potevi risparmiarti i soldi della Kawasaki Racing, una Power Commander 5 con modulo anticipo ed Autotune (così ti risparmi i soldi e lo sbattimento della mappa a banco) sarebbe stato meglio, e come costo eravamo lì-lì. Visto che ormai hai speso i soldi, anziché affidarti al set di mappe fornito con la centralina, affidala ad un preparatore per una mappa al banco (dopo il resto dei lavori).

    Migliora il raffreddamento, anche perché con la centralina racing se non erro devi eliminare la ventola radiatore. Un buon radiatore maggiorato, con griglia davanti per protezione, è d'obbligo. Prendi un buon liquido refrigerante, tipo il Motocool Expert della Motul, metti dei tubi siliconici ed elimina il termostato.

    Intervieni sulla trasmissione, prendi un kit passo 520 con corona in ergal (se tanto è uno pista, chi se ne frega della durata...) ed una buona catena (per esempio una MVXZ della EK, validissime e dal costo contenuto). Probabilmente sarebbe il caso di accorciare il rapporto finale, ma è difficile darti una indicazione, dipende dai tuoi gusti e dalle piste che frequenti.

    Ora tocca alla ciclistica, e non pensare di saltare questa parte sennò non vai da nessuna parte. Tubi in treccia (carbonio o kevlar, li fa la Frentubo a prezzi decenti), pastiglie sinterizzate accoppiate con dischi in acciaio (consiglio Brembo, o i nuovi T-Drive o i classici Supersport) ed un Super DOT 4 tipo il Motul RBF 660 (non i 5.1 perché è molto più igroscopico quindi richiede molto più sbattimento, tanto un olio così comunque fidati che o sei un super manico o non lo mandi in crisi...). Ovviamente ci vanno anche gomme serie slick, ma lì devi vedere tu cosa preferisci come tipologie e mescola, è una cosa talmente personale che non mi sento di consigliarti niente.

    Infine, il peso. Probabilmente ci avrai già pensato, ma te lo dicon comunque: via qualsiasi orpello anche minimo, tutto ciò che può essere eliminato va tolto. Ergal ovunque possibile (tenendo ben presente però la sua ridotta resistenza meccanica), carbonio idem. Cerchi in magnesio, costano un botto ma ci vanno per forza. E poi, sostituisci tutto il sostituibile con parti più leggere: telaietti coda e muso, carene, batteria... squadra la moto da cima a fondo e pensa ad ogni pezzo.

    Mi pare sia quasi tutto... o meglio, in realtà ci sarebbe da parlare di sospensioni, ma tra che non ho idea di come sia il tuo stile di guida e quali siano le tue esigenze, tra che la tua moto già di serie è ben messa, per ora non entro nel merito. Tolte anche le sospensioni direi che è tutto.

    Ciao!

    EDIT

    Il discorso che hai fatto ha senso per le sospensioni, ma non per i freni. Se non li migliori sei costretto a chiudere il gas prima o aprirlo di meno (sennò vai lungo), e se fai così non sfrutti le modifiche al motore. Almeno tubi in treccia e olio falli, con 200€ te la cavi, ed è veramente il minimo sindacale, chiunque sia andato in pista te lo confermerà.

  • 6 anni fa

    risposta completa, alcune cose le condivido altre no (ma se pubblico una domanda devo anche rispettare le altre risposte pubbliche), per la ciclistica e l'impianto frenante ti ho spiegato nei dettagli aggiuntivi, per altre cose obbietto solo il fatto della centralina, mica mi vorrai dire che una scatoletta dynojet va bene come una racing Kawasaki

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.