Beta01 ha chiesto in SaluteSalute della donna · 6 anni fa

Per quanti giorni si può prendere l'aspirina ad alto dosaggio?

1 risposta

Classificazione
  • 6 anni fa
    Migliore risposta

    L'Acido acetil-salicilico (si chiama così il principio attivo a base dell'Aspirina in quanto per la prima volta fu ottenuto elaborando la corteccia del comune Salice piangente ... oggi, naturalmente, si ottiene per Sintesi chimica nei Laboratori farmaceutici) qualora non generi intolleranza ed allergia sin dal primo impiego, è generalmente ben tollerato da tutti gli organismi (bambini inclusi, infatti esiste anche la versione apposita pediatrica). Quest'ultima, te lo dico per curiosità, viene consigliata spesso alle persone che sono state da Ictus o da Infarto, in quanto l'Aspirina a basso dosaggio è un formidabile fluidificante del sangue. Si tratta di uno dei tanti farmaci detti anti-piretici, e rientra nella vasta famiglia dei cosiddetti medicinali da banco (acquistabili senz'alcuna ricetta medica). Normalmente l'Aspirina viene impiegata per combattere le varie malattie da raffreddamento, le emicranie, ed è un ottimo coadiuvante (assieme agli Antibiotici) in caso di convalescenza da Polmoniti, Broncopolmoniti e Pleuriti. Il massimo dosaggio prevede l'utilizzo di 0.5 mg di principio attivo. Esistono anche le comode pastiglie masticabili. Quanto alla posologia, in caso di tale è meglio limitarsi a due pastiglie al giorno (mattina e sera, anche a stomaco vuoto ... l'Aspirina ha già in sé la funzione dell'effetto-tampone a livello dello stomaco), per un massimo di una decina di giorni. Dopo un simile periodo, meglio sospendere per uno o due giorni. Tieni presente che un uso prolungato è del tutto sconsigliato, in quanto, come avviene per tutti i farmaci, dopo qualche tempo si instaura l'assuefazione, il che significa che l'Aspirina non sortirà più alcun effetto terapeutico.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.