maestro spirituale?

3 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Migliore risposta

    dato che nell'altra domanda hai spiegato che volevi chiedere di gurdjeff, ti ripeto anche qui la mia risposta:

    (nota: però mi pare sinceramente troppo definire gurdjeff maestro spirituale)

    Dato che per farsi un’idea su questo carismatico personaggio è sufficiente wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Georges_Ivanovi%C4%8D...

    aggiungerò piuttosto delle spigolature varie.

    Un gruppo da lui fondato ebbe un nome che mi piace molto: “cercatori di verità”.

    Ma il personaggio è sì molto interessante ma anche molto controverso.

    Della sua vita prima di divenire un guru sui generis si sa pochissimo: avrebbe esercitato numerose attività, da quella dell’antiquario a quella del venditore di tappeti, a quella del venditore di animaletti contraffatti e poi di venditore di corsetti e infine di ipnotizzatore; avrebbe fatto di tutto nella sua vita, intrufolandosi nei più disparati ambienti, anche molto estremi ed esclusivi (tra l’altro, avrebbe lavorato per i servizi segreti russi, e avrebbe addirittura convinto il dalai lama in tibet ad assumerlo come assistente personale. Risulta da più fonti che avesse delle doti alla vanna marchi nel saper manipolare gli altri e nel trarne profitto e soldini sonanti. Ma aveva anche una sua sottile non banalità che faceva sì che le sue ‘vittime’ traessero comunque qualcosa di positivo dall’avere avuto a che fare con lui.

    Una spigolatura curiosa per terminare: fu sua l’invenzione della buffa tecnica dello stop. Detto così sembra una fesseria, ma bisogna ricordare che lui ebbe quell’idea in tempi in cui il cinema era ancora ai primordi. Immaginatevi la scena: siamo nei primi anni del secolo scorso, e lui guidava con magistrale disinvoltura un gruppo di persone affascinato dal suo ascendente, misto di uomini e donne, li faceva muovere un po’ come un regista e un po’ come un moderno psicoterapeuta reichiano, mirante allo scioglimento dei blocchi corporei e allo sviluppo di una intima liberazione; poi, d’un tratto con un improvviso ‘stop’ ordinava a tutto il gruppo di fermarsi immediatamente qualunque cosa si stesse facendo in quel momento. Così poteva succedere che un uomo e una donna che stavano attorno a un tavolino per sorbirsi insieme un caffè rimanessero sospesi come da una vivente olografia istantanea con le tazzine a mezz’aria; e un altro signore che stava inchinandosi per allacciarsi le scarpe dovesse immobilizzarsi all’istante rimanendo curvo nel suo gesto sospeso nell’incompletezza; e una signorina che stava con le braccia sollevate per far ginnastica dovesse restare così, con le braccia in alto, fintantoché il maestro non avesse ordinato la ripresa dinamica del libero movimento.

    E’ facile sorridere oggi, un secolo dopo, ma a quei tempi questa tecnica era rivoluzionaria, e così tante altre da lui escogitate.

    L’influenza di Gurdjeff sulla cultura internazionale è maggiore di quanto comunemente si pensi, e anche se oggi quasi non si parla più di lui, in molti ambienti se ne avvertono tuttora gli echi sia pure sotto traccia. (molti gli hanno fregato parecchie idee fondando scuole e indirizzi terapeutici…)

  • 5 anni fa

    Come se fosse antani.

  • Hate
    Lv 7
    5 anni fa

    no maestri spirituali

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.