hajer ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 6 anni fa

mi fate il riassunto di due libri....?

Salve ragazzi mi potete fare due riassunti di due libri che volete ma deve essere della mia età 13-14 anni. Per favore è urgente non sono riuscita a leggere 2 libri do tanti punti per favoree!!!!

grazie mille se lo faretee! Urgenteee

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    6 anni fa
    Risposta preferita

    Guarda a me alla tua età mi avevano dato da leggere i libri di italo calvino...te ne riassumo uno:il barone rampante

    Il protagonista del libro, Cosimo, è il figlio primogenito (di dodici anni) di una nobile famiglia “decaduta” e suo padre è il Barone di Ombrosa, paese immaginario della Liguria. Il ragazzo è molto ribelle e non accetta di subire passivamente le regole dell’etichetta alle quali dovrebbe attenersi; un giorno libera insieme a suo fratello Biagio delle lumache che sua sorella Battista avrebbe dovuto cucinare, e viene messo in punizione per tre giorni; per dispetto la sorella cucina proprio le stesse lumache, che Cosimo rifiuta di mangiare, mentre il fratello più piccolo è sottomesso alla volontà dei genitori. Al richiamo dei parenti il ragazzo decide di scappare sull’elce del suo giardino e promette che non scenderà più. All’inizio tutti credono che il ragazzo stia scherzando, ma in realtà Cosimo ha veramente intenzione di restare lassù per sempre.

    Tutti cercano di convincerlo a scendere, ma il ragazzo si attiene alla promessa fatta; uno dei primi luoghi che visita è il giardino degli Ondariva, suoi vicini di casa, dove conosce subito Violante, bambina di dieci anni della quale si innamora anche se non riconosce subito il sentimento provato. Dovendo passare la vita sugli alberi, Cosimo decide di esplorare il territorio al di fuori della sua città e si inoltra nella foresta dove conosce alcuni ragazzi ladri di frutta amici di Violante. Questa però viene mandata in collegio dai genitori dopo poco, quando scopriranno che aveva avuto contatti con Cosimo. Nel suo mondo Cosimo soddisfa i suoi bisogni primari come dormire e mangiare: costruisce una capanna e una grondaia per la raccolta dell’acqua, per coprirsi dal freddo usa coperte che gli manda sua madre tramite il fratello, l’abate gli tiene le lezioni sugli alberi, per mangiare impara a cacciare.

    Non tralascia però i contatti col mondo sottostante e non rinuncia ad essere un uomo della società: conosce gli abitanti della foresta e rimane in buoni rapporti con la famiglia. Vista la sua particolare situazione, Cosimo diventa popolare nella sua città e pian piano un po’ in tutta Europa. Oltre a conoscere i contadini e la gente normale il Barone incontra anche diversi malviventi che girano per il bosco, come Gian dei Brughi, ricercato, con cui fa amicizia e al quale presta i suoi libri che gli porta il fratello. Il bandito si rivela subito amante della lettura, ma successivamente viene arrestato, in quanto sorpreso durante un furto, e condannato a morte. Cosimo continua comunque a rifornirlo di libri fino alla sua morte, prima della sentenza gli racconta la fine del libro che non è riuscito a finire e ha cura del suo corpo, per giorni, anche dopo l’esecuzione. Il barone scopre inoltre che il Cavalier Avvocato stava riferendo ai pirati alcune delle rotte commerciali di Ombrosa, e cerca di smascherarlo, spaventandolo. Il piano fallisce e il Cavalier Avvocato scappa, venendo alla fine ucciso dai pirati: di lui si ritroverà solo la testa in mare.

    Cosimo diventa Barone in seguito alla morte del padre e prende il controllo dei beni della famiglia. Diventato ormai ventenne, ha altri rapporti con diverse donne che corrispondono il suo amore. Successivamente giunge la triste morte della madre, alla quale starà vicino fino alla fine. Un giorno Ottimo Massimo scappa, ma torna seguito da un’amazzone a cavallo che Cosimo scopre essere Violante con la quale passerà giorni felici caratterizzati da un amore reciproco. L'amore fra Viola e Cosimo è forte, ma la relazione si conclude perché Viola va in Inghilterra per paura della rivoluzione. Quando Cosimo si ammala viene assistito dall'intera comunità di Ombrosa: lo invitano a scendere ma lui si rifiuta in maniera categorica. In punto di morte sorprende tutti: dal lenzuolo che per lui è stato steso (legandolo tra gli alberi e consentendo così che non toccasse terra), balza in alto fino a raggiungere la corda di una mongolfiera dell'aeronautica che passava da li e scompare nel cielo, senza tradire il suo intento di non rimettere più piede sulla terra.

    • hajer6 anni faSegnala

      Grazie mille!! ❤

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Perche non sei riuscita a leggerli?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    MARINA DI CARLOS RUIZ ZAFON

    Riassunto Marina

    Barcellona, fine anni Settanta. Óscar Drai è un giovane studente che trascorre gli anni della sua adolescenza in un cupo collegio della città catalana. Colmo di quella dolorosa energia così tipica dell'età, fatta in parti uguali di sogno e insofferenza, Óscar ama allontanarsi non visto dalle soffocanti mura del convitto, per perdersi nel dedalo di vie, ville e palazzi di quartieri che trasudano a ogni angolo storia e mistero. In occasione di una di queste fughe il giovane si lascia rapire da una musica che lo porta fino alle finestre di una casa. All'interno, un antico grammofono suona un'ammaliante canzone per voce e pianoforte. Nel momento in cui sottrae l'oggetto e scappa, è sopraffatto da un gesto che risulta inspiegabile a lui per primo. Qualche giorno dopo tutto gli apparirà tanto chiaro quanto splendidamente misterioso. Tornando sui suoi passi per restituire il maltolto, infatti, Óscar incontra la giovane Marina e il suo enigmatico padre, il pittore Germàn. Marina e Oscar diventano amici ed un giorno si recano al vecchio cimitero di sarrià dove trovano una dama in nero che porta dei fiori d un lapide senza nome, l'unica cosa e una farfalla nera. Chi è quella donna? Perché porta i fiori in quella tomba? Marina e Oscar svolgono una serie di indagini entrando nella macabra storia di michael kolvenik, affetto da una malattia ed impazzito che si rifugia nelle fogne per poi ricostruirsi tutto il corpo e tentando di sfuggire alla morte. Tutto si conclude con la morte di kolvenik e della dama in nero, sua moglie. Marina però è malata e si reca spesso in ospedale, alla fine muore dando dolore ad oscar.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.