Quando ci fu la peste bubbonica, quali Paesi essa colpi'? Perche' fu cosi' letale?

Aggiornamento:

Visto che era causata dalla pulce dei ratti, perche' non li hanno sterminati tempestivamente? Qual'era il tasso di mortalita' della peste? La gente non provava ribrezzo per questi roditori, tanto da lasciarli proliferare e invadere case, strade e ovunque?

2 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Colpì praticamente tutta l'Europa. Il fatto che i ratti e le loro pulci abbiano avuto un ruolo fondamentale nella diffusione della malattia è un'informazione moderna. Gli uomini di allora non avevano la minima idea di quale fosse la causa della peste e di come di diffondesse.

    Era tale l'ignoranza e la superstizione che qualcuno inventò l'esistenza degli "untori". Cioè si pensava che ci fossero in giro delle persone che diffondevano la malattia volontariamente come se potessero contenerla in una bisaccia e spanderla in giro a bracciate o toccando la porta di una casa. Diverse persone furono linciate perchè ritenute untori solo perchè magari erano state viste andare di notte furtivamente o fare qualche gesto incomprensibile agli altri o appoggiarsi ad una porta.

    Non capivano invece che la sporcizia generale in cui vivevano era come un vivaio per la peste e per altre malattie. In qualche città anche grande ed importante le strade più trafficate da cavalli, carri e carrozze e che avrebbero dovuto essere molto rumorose per il passo dei cavalli e il rotolare delle ruote dei carri erano invece silenziose perchè il rumore era attutito dagli strati di letame che le coprivano. E nessuno se ne curava. Così come erano nella normalità fogne a cielo aperto e discariche di qualsiasi genere, anche di carcasse di animali.

    Qualche medico più acuto e intelligente aveva intuito che esistesse qualche relazione tra la diffusione della malattia, la sporcizia e la convivenza di troppe persone e animali in spazi angusti. Ma fu solo qualche voce insignificante e inascoltata. La chiesa cattolica invece ebbe un ruolo importante nella diffusione della malattia e questo segnò per la chiesa stessa un suicidio perchè fu l'inizio del declino che portò poi alla nascita di movimenti come il protestantesimo e a vari scismi.

    La chiesa, i cui vescovi e sacerdoti erano ascoltati più di un qualsiasi medico, identificò pubblicamente il motivo della peste nella punizione divina verso i miscredenti e gli uomini indegni. Promosse processioni continue e riti religiosi serrati a cui tutti erano tenuti a partecipare. Così facendo si accentuò in contatto diretto tra persone diffondendo più velocemente la malattia.

    La peste nera causò la morte di quasi il 40% della popolazione europea tra cui, ovviamente, anche di altrettanti rappresentanti del clero. La popolazione, disperata. cominciò a nutrire dubbi sulla veridicità di quello che la chiesa predicava (prima di allora a nessuno mai sarebbe venuto in mente di dubitare). La domanda che tutti si ponevano era: se si tratta di una punizione divina allora perchè i rappresentanti del clero muoiono allo stesso modo e nello stesso numero? Sono anche loro indegni oppure ci stanno raccontando frottole? In entrambi i casi la chiesa perdeva la sua infallibilità.

    Dal punto di vista medico/biologico la popolazione di allora non possedeva anticorpi contro il bacillo della peste nera. Questo è il motivo dell'altissima percentuale di morte una volta contratta la malattia. Da allora, i sopravvissuti misero al mondo figli e discendenti che avevano acquisito una qualche forma di resistenza e infatti le successive epidemie di peste non fecero mai più così tante vittime.

  • 7 anni fa

    E' seria sta domanda? Hai mai studiato storia?? Dovresti poterti rispondere da solo....

    Ipotizzo tu parli della peste nera, tra le tante ondate che ci sono state.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Peste_nera

    Nel link trovi una simpatica mappa e una simpatica spiegazione che risponde a tutto quello che vuoi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.