Anna ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 5 anni fa

TORNIO PARALLELO TIPI DI MONTAGGIO E SOSTEGNO DEL PEZZO? ME LI SPIEGATE E MI DITE QUANDO SI USANO UNO A UNO?

1) a sbalzo su piattaforma autocentrante (che significa a sbalzo)

2) a sbalzo su piattaforma a morsetti indipendenti

3) a sbalzo su spina elastica

4) su spina tra punta e contropunta

5) tra punta e contropunta

6) tra punta con trascinatore e contropunta

7) alla barra

8) tra piattaforma autocentrante e lunetta fissa

9) tra piattaforma autocentrante e contropunta speciale per tubi

10) tra punta con trascinatore e contropunta speciale per tubi

Mi sono utili anche esempi grazie milleeeee

1 risposta

Classificazione
  • gramor
    Lv 7
    5 anni fa
    Migliore risposta

    1) a sbalzo su piattaforma autocentrante (che significa a sbalzo)

    = Significa con bloccaggio solo dalla parte dell'autocentrante mentre l'altra è libera; si usa questo metodo quando normalmente i diametri sono prevalenti sulla lunghezza salvo con lunghezze eccessive, in questo caso, anche secondo l'esperienza del tornitore, il pezzo deve essere comunque sostentato.

    2) a sbalzo su piattaforma a morsetti indipendenti

    = Come al primo punto solo che il piazzamento è sul plateau, cioè la piattaforma a morsetti indipendenti, che spesso serve quando i particolari sono di dimensioni maggiori ma in particolare di forma non omogenea o rettangolare per esempio, si deve normalmente verificare l' equilibratura della massa in rotazione e se serve si devono porre dei contrappesi sul plateau.

    3) a sbalzo su spina elastica

    = Il pezzo che avrà necessariamente un foro viene montato su una spina cilindrica che a sua volta è bloccata sull'autocentrante oppure sul plateau la spina ha dei tagli longitudinali e mediante l'avvitamento di una vite o perno con testa conica si divarica di alcuni centesimi di mm sufficienti a bloccare il pezzo da tornire.

    4) su spina tra punta e contropunta

    = come sopra ma anziché l'autocentrante, che viene tolta, la spina e sostenuta tra le punte coniche a 60° tramite opportuni centrini eseguiti alle due estremità con la punta da centri; il bloccaggio del pezzo può avvenire semplicemente a spinta se la spina è a espansione oppure con avvitamento di un dado od una ghiera se la spina è semplice e con una testa di appoggio dalla parte opposta.

    5) tra punta e contropunta

    = Come sopra ma senza spina, è il pezzo stesso che ha i due centrini, il bloccaggio avviene per spinta della contropunta e si usa la brida e il platorello menabrida.

    6) tra punta con trascinatore e contropunta

    = Come sopra ma senza brida e menabrida, il pezzo è sostenuto e trascinato in rotazione da un attrezzo speciale che è simile ad una contropunta ma ha in più degli artigli di trascinamento orientabili secondo il senso di rotazione (orario o antiorario).

    7) alla barra

    = quando al tornio, con autocentrante o portapinze, si prende non un pezzo tagliato più o meno a misura ma direttamente una barra che normalmente in commercio ha una lunghezza di 3 m o spezzoni di barra; gli spezzoni non devono assolutamente superare, per motivi di sicurezza, la lunghezza del tubo mandrino e comunque vanno sostentati con anelli di riduzione ove necessario per evitare vibrazioni e sbattimenti e quindi imprecisioni di lavorazione; nel caso di spezzoni maggiori di tale lunghezza o di barre la macchina deve essere dotata di spingibarra o caricatore di barre.

    8) tra piattaforma autocentrante e lunetta fissa

    = Il pezzo viene serrato nell'autocentrante e dall'altra parte invece che nella contropunta è appoggiato e contenuto nella lunetta.

    9) tra piattaforma autocentrante e contropunta speciale per tubi

    = la contropunta per tubi non è altro che una contropunta con il cono più grosso e comunque con misura adeguata al foro del tubo.

    10) tra punta con trascinatore e contropunta speciale per tubi.

    = La contropunta come sopra mentre il trascinatore, funziona come precedentemente detto, ma invece della punta conica ha una punta conica poligonale tipo piramide ma con diversi lati secondo le dimensioni del pezzo e il trascinamento avviene per via degli spigoli che penetrano leggermente nel bordo del foro del tubo da lavorare.

    Ti ho indicato qui di seguito due link, che mi sembrano i migliori dove vedrai scorrendoli delle immagini delle parti della macchina e delle attrezzature di cui ho testé indicato solo la denominazione.

    http://www.itisconegliano.it/studenti/Lavorazioni%...

    http://94.81.55.92/omarpoint/tec/Shared%20Document...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.