paolo ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 6 anni fa

si potrebbe utilizzare per il riscaldamento domestico dei mini-reattori nucleari?

anziché la caldaia a gas perché no un piccolo reattore nucleare

8 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 4
    6 anni fa
    Risposta preferita

    A parte tutte le questioni di sicurezza, smaltimento dei residui radioattivi, ecc. ci sono tante ragioni meno evidenti.

    Facciamo questo esercizio mentale e vediamo perché è poco pratico scaldar casa coll'atomo.

    - ti serve un gruppo di continuità (se va via la corrente non lascerai la centralina nucleare senza controllo)

    - ti serve un sistema antifurto a prova di terroristi di qualche paese bellicoso e non nuclearizzato

    - la collocazione del reattore dovrà ben essere a prova di terremoto e di fuoriuscita vapori per fusione del nocciolo. Ci vorrebbe più cemento di quello impiegato per costruire le case di un quartiere

    - occorre comunque una "massa critica" di combustibile radioattivo (un quantitativo sotto il quale il reattore "non parte") e il combustibile necessario sarebbe mal sfruttato (troppo) anche per una grande palazzina o un intero quartiere

    - i reattori nucleari non possono funzionare incustoditi come una caldaietta a gas. Ci vorrà qualche unità di personale qualificato "full time", ossia presente 24 ore su 24

    - lo sfruttamento (il consumo) del combustibile radioattivo sarebbe irrisorio anche se lo si usasse tutti gli inverni per decenni. Quindi una centrale male utilizzata che sarebbe ancora "al pieno" delle sue capacità quando la casa sarà invece diventata vecchia

    - il costo e la praticità di sistemi alternativi (solare termico, mini-geotermico, pompe di calore ad alta efficienza) è di gran lunga migliore

    - si potrebbe continuare ancora...

    Nei casi concreti di mini-rettori (ad esempio i sottomarini) molti di questi problemi non sussistono o sono semplicemente trascurati. Non serve antifurto, non ci sono terroristi, i tecnici sono già lì, in caso di incidente c'è acqua a volontà, se c'è un terremoto sottomarino... addio sommergibile ed equipaggio ma almeno non c'è rischio per un gran numero di persone come in una città, ecc.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    perché non vogliamo slatare tutti in aria con delle nubi radioattive??

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Dopo gli incidenti di Three Miles Island, di Cernobil e di Fukuschima è in discussione l' uso dell' energia nucleare nelle grandi centrali di potenza. Figurati se oggi dovesse essere possibile anche solo immaginare una cosa come quella che immagini.

    Allora anche le automobili potrebbero usare vapore prodotto da un piccolo reattore a fissione.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Chi si metterebbe in casa una caldaia radioattiva che potrebbe esplodere?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    6 anni fa

    Gjgv

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Perchè un qualcosa di piccolo non conterrebbe e raffredderebbe una cosa così potente e farebbe un "piccolo boom".

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Dopo qualche anno saremmo tutti morti di cancro, allora ci scalderemo nelle tombe

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Secondo me dovresti usare proprio la bomba atomica

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.