Urgente: ne dovrei parlare con qualcuno o me lo tengo per me?

Quando avevo circa 5 anni mio padre, prima di andare a lavoro, a volte mi portava a casa di una sua zia che in quel periodo aveva circa 70 anni (non ricordo). A casa di mia zia quasi ogni giorni c'era sempre anche il cugino di mio padre che aveva si e no 12-13 anni, quindi 7/8 anni più di me. Comunque, quando mio padre se ne andava io e mio "zio" andavamo sempre nel piano di su in camera sua(di mio zio), mentre mi zia restava giù o in cucina o in soggiorno e purtroppo non saliva mai su a controllarci, ma a volte ci chiamava per sapere se volevamo tipo mangiare o se ci serviva qualcosa, ma non saliva mai e ci lasciava cosi tutto il giorno soli. Stavo dicendo, appena mio padre se ne andava mio zio mi portava in camera e mi faceva mettere nel letto e dopo di che mi baciava(non dei bacetti da bambino, ma veri baci) con o senza lingua sul collo, mi toccava (non siamo mai andati oltre per fortuna!!!!!), mi faceva mettere sopra di lui, oppure si metteva sopra di me, mi faceva sedere sopra le sue gambe ecc. Insomma pomiciavamo (io avevo SOLO 5anni!!!)... nessuno si è mai accorto di niente, né mia zia, né mio padre, nessuno.E io non ho mai detto niente.

Aggiornamento:

Per fortuna questa storia non è durata molto, massimo 1 o 2 mesi penso, non ricordo a dire la verità. Ora ho tante domande è un forte senso di colpa, se solo potessi tornare indietro e cambiare il passato. Prima di tutto vorrei sapere se è colpa mia, insomma secondo voi sono una (scusate il termine) pu****a? E' colpa mia quello che è successo? Mi sento cosi incolpa con me stessa, perché facevo quelle cose a quell'età. E' da più di 10 anni che mi tengo solo per me questa storia (solo io e lui.

Aggiornamento 2:

(solo io e lui sappiamo questa storia, anche se per fortuna nn lo vedo più cosi tanto ma al massimo una volta all'anno, e come se non bastasse lui è diventato un "piccolo criminale", ha già avuto più volte problemi con la polizia per vari motivi (anche di droga)), secondo voi dovrei parlarne con qualcuno (con i miei o la mia famiglia no, mi vergognerei troppo!) ad esempio un amico stretto, stretto? Solo che ho paura che mi possa giudicare male... vi prego aiutatemi!

4 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Risposta preferita

    Per prima cosa smettila di sentirti in colpa. Avevi solo 5 anni e lui era più grande di te, quindi era lui a fare cose di cui vergognarsi, non tu. Lui in pratica approfittava di te (per fortuna non andando oltre certi limiti), tu eri molto piccola, forse nemmeno ti rendevi conto pienamente di ciò che succedeva. Non sei una poco di buono, ma una ragazza che è stata vittima di un cugino sporcaccione. Se con tua mamma non hai sufficiente confidenza per parlarne, (non devi comunque provare vergogna o sensi di colpa, tu sei stata vittima delle situazioni) ,non parlare con nessuno di questa cosa, soprattutto con persone molto giovani che non hanno la maturità per capire e che potrebbero, a torto, giudicarti male. Alla fine, per fortuna, le cose si sono fermate e tu non hai più nulla a che fare con quel parente. Lasciati il passato alle spalle, non sentirti in colpa per cose di cui non eri responsabile, sei una ragazza per bene quindi vivi la tua giovinezza in modo sereno.

  • Duka
    Lv 6
    6 anni fa

    e perche' accettavi tutto e nn dicevi niente ai tuoi?

  • Anonimo
    6 anni fa

    Dovresti,è una cosa piuttosto grave

  • 6 anni fa

    Parlane con uno psicologo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.