Anonimo
Anonimo ha chiesto in Affari e finanzaLavoro e carrieraLegislazione · 6 anni fa

Come e cosa fare?!?

Sono una ragazza di 25 anni,Da luglio lavoro in un azienda che si occupa di materiale per la saldatura,il mio lavoro consiste nello scaricare, riordinare e consegnare con un furgone il materiale (bobine di filo,elettrodi,saldatrici ecc...), sistemare il magazzino, fare gli ordini, pulire, portare in discarica rottami, gestire il sito e i vari social network, prendere contatto con i potenziali clienti via mail. Non ho mai firmato un contratto, vengo pagata in ritenuta d'acconto 400 euro al mese, lavoro 4 ore al giorno dal lunedì al venerdì.

Aggiornamento:

Uso un traspalle senza freni, non un muletto,non ho spogliatoio,non ho doccia,non ho refettorio, ma tanto pranzo a casa, avevo un armadietto ma è stato occupato dai detersivi. In magazzino non c'è riscaldamento. L'altro giorno il mio capo mi ha proposto di fare 6 ore a 500 euro, dicendomi che quando gestisco le mail mi pagherà provvigioni del 2% o del 3% sui corsi.

2 risposte

Classificazione
  • tyu
    Lv 5
    6 anni fa
    Risposta preferita

    Se vieni pagato in ritenuta d'acconto hai una Partita IVA...mma lavorando con tempo fisso per un solo datore di lavoro rientri nella casistica delle false partite iva (per cui da quei 400 euro decurti tasse e contributi...oltre al fatto che non ti paga un ***** per un lavoro che comporta fatica). Ora quei merdosissimi politicanti che ha l'Italia hanno imposto con la legge Fornero che solo se guadagni all'anno + di 18 mila euro, puoi automaticamente farti convertire il contratto in un contratto dipendente. Nel tuo caso ti consiglio di raccogliere prove, recarti ad un Centro per l'impiego o da una sigla sindacale e chiedere loro cosa fare.

  • Lefty
    Lv 6
    6 anni fa

    Questo è proprio un b@stardo schiavista.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.