Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCavalli · 6 anni fa

Secondo voi è giusto oppure sbagliato mangiare carne di cavallo?

io la mangio tranquillamente, mi piace tantissimo, non me ne pongo di questi problemi, insomma allora dovrei per logica stare in pena per tutti gli altri animali, come galline, mucche, vitelli, asini, maiali, pesci, conigli, infondo si tratta sempre di carne commestibile, e specifico che io sono un tipo sensibile, riconosco che il cavallo è un animale da sempre molto vicino all'uomo, però che palle!! Caspita, porsi dei problemi e farsi degli scrupoli anche per queste cose fa diventare matti!! Si tratta di nutrirsi, non di ammazzare animali per puro divertimento oppure per i trofei di caccia!! Voi cosa ne pensate?

Aggiornamento:

E poi un'ultima cosa, per logica, se io mi trovassi da solo in mezzo alla savana e ci fossero dei leoni che mi hanno individuato, secondo voi che cosa farebbero? Ci rifletterebbero sopra? Certamente no, farebbero quello per cui sono nati, ovvero cacciare e guadagnarsi il cibo, e sono più che sicuro che loro non si farebbero scrupoli a mangiarmi, non trovate? Quindi per quale motivo noi esseri umani dobbiamo farci scrupoli?

Aggiornamento 2:

Insomma, non facciamo i perbenisti da due lire, l'essere umano è un animale onnivoro, è nella nostra natura mangiare la carne degli altri animali (oltre alle verdure, ovvio), è un fatto naturale, si chiama "catena alimentare", poi ripeto, gli altri animali carnivori non si fanno scrupoli quando mangiano la carne di altri animali più deboli, perché dovremmo farcene noi?

8 risposte

Classificazione
  • Mary
    Lv 6
    6 anni fa
    Risposta preferita

    Premessa: mangio carne eccetto quella di cavallo.

    Parto subito dicendo che l'essere umano, teoricamente, si dovrebbe distinguere per una semplice cosa dal leone che hai citato: capacità di riflettere e non agire secondo l'istinto.

    Per me non è questione di violenza o meno contro un animale...è questione di come quell'animale viene trattato lungo tutto l'arco della sua vita. Anche se viene allevato per farne carne certamente non merita di essere trattato in modo orrendo con lunghi viaggi su camion (dove spesso cadono e non riescono a rialzarsi per via del sovraffollamento) in condizioni pessime, spaccandosi le gambe perchè gli altri animali lo calpestano e poi costretto ad alzarsi comunque e camminare fino al mattatoio per poi essere ucciso in modo non indolore e non veloce.

    Questione di rispetto. L'essere umano si dovrebbe distinguere in questo dagli altri animali (cosa che mi lascia molto perplessa...visto che gli umani non sanno rispettarsi nemmeno tra loro...mentre gli altri animali sì. Il leone non caccia per divertimento e non si azzuffa con gli altri leoni per puro piacere di fare la lotta rischiando di lasciarci la pelle ogni volta).

    Non acquisto carne di cui non conosco esattamente la provenienza e il trattamento riservato all'animale.

    Carni e altri derivati animali possono portare tumori e problemi vari...se se ne mangia una quantità esagerata (vale a dire: tutti i giorni o almeno 5 giorni a settimana) o se quelle carni sono state trattate con antibiotici e 'ingrassanti' artificiali (es: la carne di vitello è la peggiore).

    In realtà l'essere umano può sopravvivere benissimo senza mangiare carne e derivati animali perchè, come detto da Fabio, l'uomo non ha una struttura fisica che gli permette di assimilare la carne perfettamente come un qualsiasi altro animale (cane, gatto, orso, lupo quello che vuoi). E se proprio vogliamo dirla tutta, per conformazione fisica (mandibola, disposizione dei denti e forma, lunghezza intestino ecc...) l'uomo dovrebbe essere fruttivoro perchè presenta tutte le caratteristiche degli animali fruttivori. Per non parlare del fatto che l'essere umano, lungo tutto l'arco della sua storia evolutiva, non ha MAI avuto le caratteristiche del predatore (denti deboli e non in grado di afferrare saldamente, niente artigli, pelle sottile, olfatto non sviluppato, arti diversi tra loro, udito non buono...per questo si è dovuto armare).

    Ciò non toglie che sia comunque in grado di assimilare, in lunghi periodi la carne ed è per questo che quantità esagerate portano a problemi...perchè non viene assimilata e rimane lì accumulandosi nello stomaco e nell'intestino. Io, personalmente, più di 2 volte a settimana non mangio carne. E devo dire che potrei anche farne a meno perchè non la sento come una necessità...non sarebbe la prima volta che non mangio carne per settimane (es: in estate non la mangio praticamente mai a parte quando vado in montagna che mi faccio il panino col prosciutto crudo). Resta il fatto che ogni tanto mi piace farmi la mia bella bistecchina al sangue...ovviamente da bovino adulto nato in italia, allevato in italia, macellato in italia e proveniente da allevamento biologico dove la mucca se ne sta al pascolo a vita prima di essere macellata.

    Come per ogni cosa, per quanto mi riguarda, ci vuole giudizio...cosa che tu non hai visto che paragoni un leone (animale che agisce secondo l'istinto) all'essere umano (animale in cui, teoricamente, la ragione dovrebbe avere il sopravvento sull'istinto).

    Ok sostenere una propria idea...ma avendo le basi per poterla sostenere. Tu queste basi non le hai in quanto pensi all'uomo come un animale istintivo e non ti sei informato sulla reale evoluzione dell'uomo che, ripeto, non ha mai avuto le caratteristiche di un predatore e perciò si sarebbe dovuto evolvere come animale fruttivoro (per le caratteristiche fisiche interne) o al massimo come vegetariano.

    Detto tutto questo, l'unica carne che non mangio è quella di cavallo (escludendo ovviamente anche quelle degli animali considerati da affezione come il cane e il gatto). Perchè vivo con i cavalli ed è una questione di rispetto e che mi fa schifo vedere la carne di un animale che adoro nel banco frigo. Se vivessi con le mucche o con i conigli non mangerei la loro carne.

    Mangio anche la carne di cervo, daino, capriolo, anatra...rigorosamente da allevamento e non da caccia perchè non sono contraria alla caccia...sono contraria ai cacciatori che sparano a qualsiasi cosa si muova (ad una mia amica hanno ammazzato il cane al guinzaglio!) e io stessa, più di una volta, ho rischiato mi impallinassero il cane o il cavallo. Perchè i cacciatori prima sparano e poi guardano. Per carità...non faccio di tutta l'erba un fascio...soprattutto perchè conosco dei cacciatori consapevoli (come il padre di una mia amica) che non spara a casaccio e si avvale dell'aiuto dei cani...e non spara mai se rischia di colpire i suoi cani o qualcun'altro o se non ha ben identificato la cosa a cui sta sparando (cosa che altri cacciatori fanno tranquillamente...tanto è solo un cane). Per non parlare del fatto che si incanta a guardare i cani al lavoro e molte volte si dimentica di sparare...

  • 6 anni fa

    "insomma allora dovrei per logica stare in pena per tutti gli altri animali, come galline, mucche, vitelli, asini, maiali, pesci, conigli" ? Secondo me in parte, non stare in pena, ma preoccuparsene. Un po' per loro, un po' per se stessi, visto che alla lunga ne risentirà la salute. "sono un tipo sensibile, riconosco che il cavallo è un animale da sempre molto vicino all'uomo, però che palle!" non dimostri tantissima sensibilità, con questa frase a dir la verità. Se poi vuoi mangiare la carne per nutrirti fallo, è una tua scelta. Infine, carne di cavallo o di qualsiasi altro animale(anche cane o gatto) pre me non fa differenza, tanto sempre carne è.

    ---------

    La logica della savana è interessante, però c'è differenza fra il cacciare per sopravvivenza e il comprare carne al supermercato, se un leone ti punta per sfamare se stesso o i piccoli è a causa della sua natura di predatore, ovvio che se sono da solo in un isola deserta per sopravvivere lo farei anche io con animali che considererei delle prede, ma non è la stessa cosa.

    ------------------

    L'uomo è onnivoro? non sono d'accordo. In primis perchè è possibile sopravvivere solo con frutta e verdura, e per carità, questa non è certo una prova.

    Però ci sono diverse "prove fisiologiche", che indicano l'uomo come non onnivoro, esempio la mancanza di sufficienti acidi gastrici per digerire correttamente la carne, oppure la forma della nostra mandibola, tanto per citarne 2.

  • 5 anni fa

    Mangiacadaveri di merd.a!!!

  • quoto mari

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • &Lena
    Lv 4
    6 anni fa

    Lo trovo un controsenso assurdo mangiare la carne di un animale con cui si và a fare le Olimpiadi. Il cavallo è un animale con cui si pratica sport, che sia il Gran Premio o la sagra di paese. Quando non vale più niente lo si mangia. Bella filosofia...

  • 6 anni fa

    Io nonostante abbia fatto equitazione, ho sempre mangiato la carne di cavallo..non lo considero sbagliato, come non considero sbagliato mangiare anche carne di pollo, coniglio, mucca, ecc.. molte persone lo considerano un animale d' affezione e gli fa senso mangiarlo, pero' mangiano il maialetto arrosto..sono decisioni personali, ognuno e' libero di mangiare cio' che vuole

  • 5 anni fa

    per me è sbagliato mangiare carne di cavallo.

    poi c'è chi la pensa diversamente da me, ma per una persona appassionata da queste creature mangiare la carne di cavallo è SBAGLIATO

  • 6 anni fa

    per me non è neanche un fatto di cacciare o meno... io sono contro la violenza degli animali in tutti i sensi, e infatti non mangio carne... ma di certo è stato studiato che carne e latte portano tumori... conosco una persona che sta guarendo non mangiando piùà carne e latte... fatti tu un idea

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.