promotion image of download ymail app
Promoted

Perchè nella mentalità sinistroide il ricco imprenditore viene visto come il nemico a cui rubare e non come colui che crea lavoro?

E benessere??

7 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    Inferiorità e ignoranza.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    5 anni fa

    Io ho una mentalità sinistroide e il ricco imprenditore se imprende onestamente non mi fa nè caldo nè freddo.

    Penso solo che dopo aver riguadagnato 10 volte quello che aveva speso con l'investimento iniziale l'imprenditore dovrebbe versare almeno la metà dei successivi guadagni ai suoi operai, dato che la loro attività lavorativa è utile almeno quanto il capitale che ha messo lui.

  • Non l'imprenditore, ma l'imprenditore che non assume o assume a precariato, l'imprenditore che calpesta i diritti dei lavoratoro, il mega-imprenditore che sfrutta i bambini in Cina, etc...

    A l'imprenditore che rispetta i diritti, paga tutte le tasse e assume a tempo indeterminato anche non quando servirebbe cioè per un periodo o progetto preciso, che investe in tecnologia dei macchinari e sviluppo al 100% nel proprio paese non ho da ridirgli nulla.

    Peccato però che siano più i primi che i secondi...

  • Anonimo
    5 anni fa

    Veramente viene visto come il nemico che ruba e non a cui rubare. E' l'imprenditore che intasca il plusvalore generato dal sudore dei suoi operai e non viceversa.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 anni fa

    Perché gli è stato fatto il lavaggio del cervello dai "maestrini" sessantottini invasati dalle teorie comuniste marxiste-leniniste. Ancora oggi i vetero-comunisti Camusso, Landini, Vendola e tutto il becero sinistrume radical-chic, predicano odio verso i datori di lavoro considerati sfruttatori della classe operaia per mero profitto. Secondo la loro visione del mondo del lavoro i sinistri sinceri democratici avrebbero solo il diritto sacrosanto di poter incassare puntualmente ogni mese lo stipendio senza sottostare alle regole aziendali considerate lesive della dignità della persona. Allora vien da chiedersi perché si "abbassino" ad andare a lavorare. Se ne stessero a casa, invece no. Vedere sfilare nel Terzo Millennio sotto la regia della Cgil, con bandiere rosse falce e martello, patetici residuati comunisti bardati di magliette con i volti di Mao, Castro, Che Ghevara, persino Chavez(pensa te...) e chi più ne ha più ne metta, fanno tristezza e rabbia. Tutta gente fuori dal mondo che inveisce volgarmente contro "i padroni sfruttatori" rappresentati dal loro nemico numero uno Berlusconi(e chi sennò...). Solo diritti e niente doveri, bello no? Non gli sfiora neanche lontanamente il sospetto che se il datore di lavoro non consegue guadagni, deve chiudere bottega e mandare tutti a casa. L'Italia è diventata uno schifo invivibile, grazie a questi anacronistici sinistri personaggi terzomondisti, ma (paradossalmente) euroinvasati....

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 anni fa

    Abbasso la proprietà privata!W i Rom e gli statali!

    • Tony Stark
      Lv 6
      5 anni faSegnala

      Haha.
      I rom li ammazzo uno ad uno.
      Quei bàstardi truffatori con la cultura del furto

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Eleth
    Lv 4
    5 anni fa

    Per la vecchia concezione marxista dell'imprenditore, visto come uno sfruttatore.

    In Italia, è difficilissimo fare impresa, senza avere agganci politici.

    Il 90% degli imprenditori "ricchi" o "di successo", sono culò e camicia con la politica.

    In un sistema di mercato vero, le cose sarebbero molto diverse.

    • Tony Stark
      Lv 6
      5 anni faSegnala

      Io sono riuscito a fare i soldi con la mia azienda Perchè il 60% della produzione la esporto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.