Domanda rivolta ai Musulmani (intendo veri Musulmani, possibilmente)?

Cosa ne pensate delle attuali vicende che si sentono giornalmente in Tv, di questo "Stato Islamico" che spesso e volentieri fa della Religione un abuso trasformandola in pura violenza?

Sono rimasto davvero impressionato da una famiglia musulmana del mio paese che gestisce un negozio di abbigliamento e per certi versi sembra CONDIVIDERE quello che l'isis sta facendo.

Allo stesso tempo mi piacerebbe conoscere meglio l'Islam, ma sono dell'idea che gli articoli su Internet non bastano: meglio parlare direttamente con qualcuno di voi che proviene da quel tipo di cultura. Se c'è qualcuno disponibile per 4 chiacchiere anche via e-mail, mi farebbe davvero piacere :-)

Un saluto a tutti

5 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa

    Io sono musulmana ma non praticante, sono contraria allo "Stato Islamico " sia io che la mia famiglia perché non ha niente di islamico.

    Con la violenza non si risolve niente, e per come la penso ognuno è libero di fare ciò che vuole.

    A me la religione sembra solo una scusa per fare guerra, alla fine lo scopo di cristiani, musulmani ed ebrei è solo il denaro.

  • Kiko
    Lv 4
    6 anni fa

    Io sono musulmano,sinceramente sono contrario allo "stato islamico"(a meno che non sia uno stato misto con leggi islamiche o uno stato islamico ma uno vero!di quelli che lo sharia non se lo inventano);bisogna chiarire una cosa,siamo tutti esseri umani uno diverso dall'altro,tutti pensano che noi musulmani siamo come un etnia o delle persone che pensano tutti allo stesso modo.se uno ama l'isis mica è detto che la amo pure io!ognuno ha le sue idee e le sue morali,che poi molte persone ce le hanno in comune è un conto,ma non bisogna generalizzare troppo.ti assicuro che le cose "orribili" che dicono di succedere in medio oriente(come tipo se ti vedono con la bibbia in mano ti uccidono o che se non indossi il velo ti lapidano)non sono assolutamente vere!e altre cose sono vere ma succedono solo qui,pero i giornali qui sono più attenti a quello che succede nel medio oriente mentre trascurano quello che succede qui per farti credere che sei in un posto migliore...sono state fatte molte statistiche su questo ne ho letta una su the post internazionale in cui una ricercatrice americana ha messo a confronto le statistiche annuali delle donne morte o sfigurate dalla violenza domestica in medio oriente e negli USA ed è emerso che ci sono state piú vittime negli stati uniti e che i giornali erano solo interessati alle vittime nel medio oriente e trascuravano le vittime locali.

  • Anonimo
    6 anni fa

    Purtroppo il significato di islam non capisce nessuno,io sn musulmana.Islam è una religione che molti pensano

    per esempio le ragazze come me mettono velo perchè i genitori obbligano.

    Fonte/i: sn disponibile..farluna@yahoo.it
  • 6 anni fa

    Io non sono musulmano e nemmeno credente,ma una cosa la so.....a causa dell'ISIS hanno pagato molto di più i musulmani degli altri fino ad ora.

    Quelli dello stato islamico non sono contrari a ciò che non è musulmano,sono contrari a tutto ciò che non la pensa come loro,musulmani compresi.

    Se sei un musulmano moderato e rispettoso,sei nella me*da quanto un cristiano se non ti converti alla maniera dell'ISIS.

    Le popolazioni locali dell'Iraq ne hanno pagato il prezzo in modo pesante,e prevalentemente erano di confessione musulmana.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 6 anni fa

    Non sono musulmano, però mi sono posto spesso il problema di capire se i musulmani fossero quella razza di "bestie di Allah" che tanti dicono.

    Facendo il volontario per l'ufficio sociale del mio paese ne ho conosciuti tanti, immigrati da aiutare.

    Ebbene, ogni volta che ho chiesto loro un parere su attentati, decapitazioni, infibulazioni e quant'altro, tutti mi hanno detto che non è bene, ma NESSUNO mai mi ha detto che chi lo fa è una bestia.

    La mia (orrenda!) impressione è che comunque "loro" sono nella giusta religione e noi, comunque, siamo infedeli, quindi un infedele non può e non deve nemmeno chiedersi il perché un "fedele" faccia qualcosa.

    Non sono d'accordo, ma non possono condannare un altro islamico, nemmeno se ammazza, stupra o sposa a forza una bambina (almeno 9 anni però! Come fece Maometto).

    Lo stato islamico? Sì, sì, male male, però sono fedeli, quindi non si devono criticare. Personalmente io temo moltissimo questa mentalità deviante.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.