elezioni presidente repubblica?

Mi dite per filo e per segno come sono andate le elezioni del presidente della Repubblica?

2 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Risposta preferita

    Quirinale, Mattarella eletto Presidente della Repubblica con 665 voti

    Il giudice della Corte Costituzionale, 73 anni, palermitano, è il dodicesimo Presidente della Repubblica. Il primo interista. Stamattina, messa e passeggiata, come al solito. Nel pomeriggio ha fatto visita a Giorgio Napolitano

    Ascolta

    96

    

    1 FEBBRAIO - MILANO

    La messa e una passeggiata: la prima domenica da presidente della Repubblica di Sergio Mattarella trascorre simile alle altre. Ha seguito la funzione nella chiesa dei Santi Apostoli, in centro a Roma. Poi ha deciso di non prendere la ormai tradizionale Panda con la quale si è spostato in questi giorni e di raggiungere camminando la foresteria della Consulta. Una camminata tra gli applausi, seguita dai reporter che hanno provato per oltre 10 minuti a farlo parlare. Senza successo. Ha invece telefonato al predecessore Carlo Azeglio Ciampi: "Sono grato per tutto quello che hai fatto per il Paese. Tu puoi capire bene quali siano le mie preoccupazioni", ha detto. Nel pomeriggio ha fatto visita a Giorgio Napolitano in vicolo dei Serpenti, nel rione Monti.

    PALERMO ESULTA — Tra i messaggi di congratulazioni ricevuti ieri, anche quelli de Palermo calcio e del suo presidente Maurizio Zamparini. "Non appena gli impegni istituzionali lo consentiranno - il messaggio del club sul suo sito - la società rosanero sarà lieta di invitare il Presidente della Repubblica allo stadio Renzo Barbera per una sfida casalinga dei rosanero.

    IL PRIMO ATTO — "Il pensiero va soprattutto e anzitutto alle difficoltà e alle speranze dei nostri concittadini. E' sufficiente questo", sono state queste le prime parole di Sergio Mattarella da capo dello Stato. Il giudice della Corte Costituzionale, 73 anni, palermitano, è diventato ieri il dodicesimo Presidente della Repubblica con 665 voti (solo sette meno dei due terzi, soglia ostica ma non più necessaria). Come primo atto, prima ancora del suo giuramento, in programma martedì alle 10 a Montecitorio, l'omaggio alle vittime della barbarie nazista alle Fosse Ardeatine . "L'alleanza tra Nazioni e popolo - ha detto - seppe battere l'odio nazista, razzista, antisemita e totalitario di cui questo luogo è simbolo doloroso. La stessa unità in Europa e nel mondo saprà battere chi vuole trascinarci in una nuova stagione di terrore".

    Il neo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo la visita alle fosse Ardeatine

    Il neo Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dopo la visita alle fosse Ardeatine

    CHI È — Il politico siciliano è figlio del già ministro Bernardo e fratello di Piersanti, presidente Dc della Regione Siciliana, ammazzato dalla mafia nel 1980: fu lui a stringerlo tra le braccia mentre agonizzava. Rimasto vedovo, abita nella foresteria delle Consulta, 50 metri quadri, per lavorare si limita ad attraversare la strada. Ministro della Pubblica istruzione nel sesto governo Andreotti, si dimise nel 1990 a causa dell’approvazione della legge Mammì sulla disciplina del sistema radiotelevisivo pubblico e privato in Italia, ritenendo che “porre la fiducia per violare una direttiva comunitaria sia, in linea di principio, inammissibile”. (diciamo, un piccolo precedente di disarmonia con Berlusconi). Il suo nome è legato soprattutto alla legge elettorale, il famoso Mattarellum. Per alcuni è un profilo grigio ma inattaccabile, e la sua riservatezza è già un mito sul web: l’Ansa riporta che avrebbe rilasciato in tutto ventinove dichiarazioni in dieci anni.

    In una foto di Letizia Battaglia, Sergio Mattarella raccoglie il corpo del fratello Piersanti, ucciso dalla mafia

    In una foto di Letizia Battaglia, Sergio Mattarella raccoglie il corpo del fratello Piersanti, ucciso dalla mafia

    MATTARELLA E LO SPORT — Sergio Mattarella è sempre descritto come una sorta di monaco laico, "talmente grigio che non si riesce nemmeno a parlarne male". Ma una grande passione lo accomuna all'italiano medio, e cioè il calcio. Non è un tifoso sfegatato, ma ha sempre avuto un debole per l’Inter e, soprattutto, per la squadra della sua città, il Palermo. Non è mai stato uno sportivo, nemmeno da ragazzo, al contrario di Piersanti, il fratello maggiore ucciso dalla mafia quando era presidente della Sicilia: lui giocava al calcio mentre al più piccolo Sergio si faceva fare l’arbitro. In un certo senso, quell'esperienza gli tornerà utile al Quirinale. Nel giorno della sua elezione ha ricevuto, tra gli altri, gli auguri di Giovanni Malagò: " A nome del Comitato Olimpico Nazionale Italiano e mio personale, desidero esprimere le più fervide congratulazioni. Tutti noi auspichiamo che sulla scia del suo predecessore, il Presidente Mattarella confermi la vicinanza del Quirinale allo sport azzurro che è alla vigilia di due importanti appuntamenti come i Giochi Olimpici di Rio 2016 e la candidatura di Roma alle Olimpiadi del 2024".

    Fonte/i: www.gazzetta.it/Altri-Mondi/31-01-2015/quirinale-giorno-mattarella-poco-via-quarta-votazione-100701324439.shtml
  • matteo
    Lv 4
    6 anni fa

    esiste internet

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.