Come si cura un gattino che ha gli occhi rossi?

Da due giorni il mio gatto ha gli occhi rossi, potrebbe essere congiuntivite?

I suoi occhi non lacrimano, ma sono arrossati come quando le persone prendono tanto sole o stanno fuori in ina giornata di vento, non so se mi spiego.

Sembra che gli diano un po' fastidio, perchè tende a tenerli chiusi.

Grazie per le risposte.

5 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Risposta preferita

    Sicuramente è congiuntivite.

    Puoi provare con degli sciacqui di fisiologica (la trovi in farmacia, ma va altrettanto bene il liquido per la detersione delle lenti a contatto, se tu ne fai uso o in famiglia qualcuno lo fa.Il liquido per le lenti è fisiologica+disinfettante, ed è un ottimo collirio, sia per uomini, che per animali) e, volendo, se avesse delle caccolette, delle spugnature con una garzina sterile imbevuta di camomilla bollita e poi lasciata intiepidire, per pulirli.

    Però, se non passa entro un paio di giorni, devi andare da un veterinario, perchè ti serve una cura specifica.

    NON METTERE, assolutamente, ANTIBIOTICI, ANTISTAMINICI, CORTISONICI O QUALSIASI ALTRO FARMACO CHE TI VENGA CONSIGLIATO SU ANSWER O DA CHIUNQUE NON SIA UN VETERINARIO CHE HA PRIMA VISITATO IL GATTO.

    Le congiuntiviti possono essere, nel micio, caussate o da allergia, o da batteri, o da funghi, o da virus.

    Il problema è che se tu metti un colliro cortisonico (ad esempio) su una congiuntivite virale, rischi il distacco delle retina.

    Le congiuntiviti,nei gatti, se son scemate dovute a polvere o vento, passano in 2.3 g con la camomilla o la fisiologica.

    Se non passano son cose da curare in fretta con l'intervento di un veterinario, perchè quasi sempre c'è dietro un virus che non si limita ad attaccare gli occhi, ma ha il brutto vizio di "camminare" e scendere verso i polmoni, causando guai piuttosto seri, e finanche la morte del micio.

  • Allora può essere congiuntivite la quale è facilmente riconoscibile grazie a una serie di sintomi: occhi chiusi o semichiusi, arrossamento, gonfiore, palpebre piene di pus o di muco, dolore moderato. La congiuntivite colpisce di solito entrambi gli occhi. Si tratta di una malattia infettiva. Può essere causata da correnti d’aria, ferite o corpi estranei (ad esempio una spina) penetrati nell’occhio.

    Le cure per la congiuntivite infettiva si basano sulla somministrazione di colliri o pomate antinfettive appropriate, che devono essere applicate più volte nel corso della giornata (il collirio almeno sei volte, la pomata due o tre). Non devono essere usate pomate o colliri che si hanno in casa, perché possono essere dannosi per il gatto. Perciò, è sempre bene rivolgersi al veterinario.

    Oltre alla congiuntivite infettiva, i gatti possono soffrire di congiuntiviti allergiche, che si curano con trattamenti di lunga durata a base di antinfiammatori. Inoltre, le congiuntiviti a volte possono essere associate alla cheratite, un’infiammazione della cornea. Altre malattie dell’occhio sono le blefariti e il calazio.

    Le prime sono infiammazioni delle palpebre di varia natura (infettiva, allergica o parassitaria). Possono colpire tutte e due le palpebre e sono caratterizzate dalla formazione di croste. Le cure sono a base di pomate antibiotiche e a volte antinfiammatori.

    Il calazio, invece, è un’infiammazione di una ghiandola che provoca la lacrimazione e l’arrossamento delle palpebre. Le cure per questo tipo di malattia sono sempre a base di pomate antibiotiche associate a punture di antibiotici per via intramuscolare. Se queste terapie non funzionano, purtroppo, si deve ricorrere all’intervento chirurgico.

    Il glaucoma

    Infine, pupilla dilatata, arrossamento della parte bianca dell’occhio, lacrimazione e aumento della pressione dell’occhio, sono i primi sintomi di glaucoma. Se si riscontrano questi sintomi nel proprio gatto, è necessario portarlo subito dal veterinario. La diagnosi rapida di glaucoma, e la cura precoce di questa malattia permettono di evitare conseguenze che possono mettere in pericolo la vista del gatto. La cura per il glaucoma può essere locale, ma a volte è necessario l’intervento chirurgico.

    Dunque, data la delicatezza degli occhi dei nostri amici gatti, per prevenire questo tipo di malattie, è importante avere sempre cura di pulire gli occhi del proprio gatto con regolarità con batuffoli di cotone o con una garza bagnati nell’acqua tiepida o nella camomilla.

  • 6 anni fa

    sarà congiuntivite, Se non vuoi stare con le mani in mano oltre a portarlo dal veterinario puoi pulirgli i residui sul suo musetto con un batuffolo di cotone immerso in acqua tiepida e camomilla o calendula, oppure soluzione salina. Mano ferma ma delicata, al massimo tre-quattro volte al giorno. Si può usare anche un panno di cotone, ma con ancor maggior delicatezza. Ma il veterinario serve, soprattutto per conoscere i motivi e prevenirli in futuro.

    http://www.ideegreen.it/congiuntivite-nel-gatto-co...

  • 6 anni fa

    Portala dal veterinario .. Sarà sicuramente e congiuntivite ma lui ti potrà darà una cura specifica

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • mara
    Lv 4
    6 anni fa

    Credo che ci sia anche per loro dei colliri.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.