promotion image of download ymail app
Promoted
andrea ha chiesto in SportSport - Altro · 5 anni fa

è bello essere un bodybuilder?

Secondo voi un culturista vive bene con il corpo che ha? O forse ha dei problemi con quella massa di muscoli?

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Come dice Davidez, un bodybuilder non si alza al mattino e poi la sera si ritrova con braccia da 50cm di circonferenza.. è una ricerca continua, e spesso qualsiasi cambiamento è un traguardo, per esempio non starci più nei jeans.. un bodybuilder neanche se lo pone il vivere bene, un bodybuilder vive per il proprio corpo, non so se riesco a farti capire quanto ingrossare sia l'unica cosa che conta per noi, ma il resto non è nemmeno secondario, non conta proprio niente..

    Quando inizi a pesare e ad avere dei volumi considerevoli, e ad alzare pesi non comuni.. non ti ferma più nessuno, non esiste davvero altro, si vive per questo, non c'è limite.. puoi chiamarla ossessione.. ma uno che se le cerca queste cose, ogni volta che si guarda allo specchio, o che anche solo non riesci a fare una cosa perchè sei troppo grosso, diventi felice...

    Ce, per risponderti, un culturista vive bene con il corpo che ha.

    Ma i problemi li hai, solo che non li consideri come problemi.. tipo spogliarsi è un casino, io ogni tanto strappo le magliette quando le tolgo, con la camicia non riesco a muovermi se non le metto larghe, i pantaloni devo comprarli 4-5 taglie in più perchè ho la vita stretta, 67cm e le gambe uguale.. togliere le giacche di pelle non ti dico che casino sia..... andare in giro con i dolori ai muscoli perchè allenati a morte è un disastro, sopratutto per le gambe o il petto(non riesci a muovere le braccia in avanti)(sopratutto al lavoro è un casino) poi hai SEMPRE fame, ma SEMPRE!!! e da morire, poiiiii hai sempre problemi di spazio.. al ristorante stai sempre stretto, in macchina stai stretto.. nei sedili avvolgenti(sportivi) non ci stai.. e poi la cosa peggiore è che tutti ti chiedono di aiutarli con le cose pesanti dicendoti che è meglio della palestra.

    Ma comunque son cose che non contano niente.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 anni fa

    no mamma mia

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 5 anni fa

    E' molto soggettivo ed individuale il concetto di essere grossi o essere troppo grossi.

    Ognuno si gestisce diversamente i risultati ottenuti allenandosi coi pesi.

    Se conosci qualche bodybuilder e gli chiedi se non è troppo grosso spesso ti risponde: troppo grosso per cosa?

    Inoltre dato che i volumi muscolari si acquisiscono col tempo è molto difficile che un culturista possa rendersi conto di essere o meno troppo oltre la "normalità" fisica,infatti la psichiatria chiama dismorfofobia la continua ricerca di aumento di massa dei culturisti,proprio per il fatto che un culturista non è mai soddisfatto del risultato ottenuto e quindi cerca di migliorarlo di allenamento in allenamento. La differenza tra un bodybuilder e un centometrista (per esempio) è che se anche entrambi praticano una disciplina anaerobica (i centometristi sono belli voluminosi ma non come culturisti) a nessuno psichiatra viene in mente di etichettare il centometrista di dromofobico per il fatto che cerchi sempre di correre più veloce.

    Oggettivamente essendo vissuto a contatto con centinaia di culturisti per oltre 30anni ho intuito che per quanto riguarda me non sarei stato esteticamente gradevole se fossi diventato un bestione. Sono alto 175cm e nel 1982 pesavo 70Kg mentre nel 2008 pesavo 115Kg ma a differenza di atleti più longilinei le mie proporzioni non mi entusiasmavano. Chiaramente essere grossi (per chi lo diventa in conseguenza dell'allenamento ma principalmente dell'alimentazione) può essere una grossa soddisfazione ma ti garantisco che è necessaria una vita monacale piena di privazioni rinunce e sacrifici,mangiare ogni 2 ore porta ad essere "ghettizzati" (più che altro ad essere presi in giro ma questo è il minimo) al di fuori dell'ambito della palestra,inoltre bisogna essere molto benestanti perchè in Italia non si raggiunge nessun credito nel diventare bodybuilder professionisti e si spendono anche migliaia di euro per prepararsi ad una competizione per cui chi guadagna 1000 o 1200 euro difficilmente potrà pensare di gareggiare oltre i campionati provinciali o regionali. Purtroppo ho conosciuto decine e decine di culturisti semi-professionisti o professionisti e tutti erano benestanti di famiglia,quindi questa è già una triste realtà.

    L'aggravante è che negli ultimi anni in molte palestre NON vogliono culturisti perchè essendo appunto troppo grossi e quindi fuori misura scoraggiano e deprimono i clienti che si lamentano anche in reception del fatto che gli attrezzi sono troppo carichi di peso ed è impossibile alternarsi nell'allenamento caricando e scaricando continuamente pesi. Agli inizi del 2000 nel mese di agosto cercavo una palestra aperta e trovai un centro enorme molto ben attrezzato..pagai il giornaliero 35 euro e quando chiesi se ci fosse la possibilità di iscrivermi per un mese mi dissero "gentilmente" che non era previsto l'abbonamento mensile ma che avrebbero potuto fare un eccezione: 30 euro per 30 giorni = 900 euro.

    Secondo te mi volevano come cliente?

    Tanto è vero che negli ultimi anni si è aperta una nuova finestra parallela a quella disciplina e cioè la categoria men's physique dove non è richiesta l'enormità e dove ci si esibisce sul palco in boxer. In questa categoria i volumi muscolari sono più contenuti e si ricerca lo squartaggio,cioè la magrezza su un corpo muscoloso ma piacevole da vedere.

    Ci sarebbero da scrivere migliaia di pagine a riguardo dell'essere o meno enormi ma per quanto mi riguarda da quello che ho imparato da questo mondo è un concetto molto personale.

    Ciao

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.