Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeFisica · 6 anni fa

Principi di Kirchhoff??

https://www.youtube.com/watch?v=xNQi8sdTyCA

Youtube thumbnail

Ragazzi, in questo video vengono spiegati in modo a mio parere molto corretto ed esaustivo, i principi di Kirchhoff.

L'unico mio dubbio è sorto al minuto 04:07 durante la spiegazione del secondo principio, quando scrive l'equazione per il giro di maglia del circuito in figura.

Perchè il generatore E1, viene preso positivo (infatti nell'equazione scrive E1, senza il meno) anche se nel verso delle freccia ( che è verso di percorrenza della maglia) incontriamo il generatore E1 dalla parte del polo negativo??

Io di solito sapevo che, partendo da un punto e tornando a quel punto a secondo di un verso convenzionale di percorrenza, il generatore veniva preso come positivo se il suo polo positivo era concordo con il verso di percorrenza della maglia, ma nel video fa esattamente il contrario.

Qualcuno può aiutarmi?

3 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa

    Per convenzione la corrente prodotta da un generatore "esce" dal polo positivo ed "entra" nel polo negativo. In una maglia le fem sono positive se sono disposte in modo da far circolare una corrente concorde con il verso di percorrenza scelto. In questo caso E1 è positiva, mentre E2 è negativa. Le cdt, come spiegato in una precedente lezione, hanno polarità positiva dal lato di entrata della corrente (convenzionale). Separando le fem dalle cdt si ottiene la facile regola per scrivere correttamente le equazioni di maglia:

    fem positive se darebbero correnti concordi con il verso di percorrenza (quindi +E1 e -E2), cdt positive se le correnti che le attraversano sono concordi con il verso di percorrenza, quindi R1I1 e R5I5 positive, R2I2 negativa (I2 è negativa perché contraria al verso di percorrenza).

    Sandro Ronca

  • Anonimo
    4 anni fa

    Google è tuo amico.

  • 6 anni fa

    Definizioni. 

    - Ramo: tratto di circuito supposto rettilineo tra 2 terminali contenente almeno 1 componente. 

    - Corrente di ramo: corrente che percorre il ramo.

    - Corrente di ramo di corto circuito: corrente che percorrerebbe il ramo se i suoi terminali fossero collegati.

    - Nodo di ordine n: terminale comune di n rami; costituisce un sistema isolato e pertanto soggetto al principio di conservazione della carica elettrica: tanta corrente ne entra per quanta ne esce (non c'è accumulo nè dispersione di corrente).

    - Nodo principale: nodo di ordine 3 o superiore.

    - Nodo di terra: nodo al quale fanno capo tutte le correnti di corto circuito dei rami; a questo si può assegnare un potenziale di valore arbitrario, per semplicità uguale a zero.

    - Ramo principale: ramo che unisce due nodi principali.

    - Tensione di ramo: tensione tra i suoi 2 nodi.

    - Potenziale di nodo: potenziale di un nodo rispetto al nodo opposto.

    - Nodi indipendenti: n - 1 nodi principali.

    - Maglia: circuito elettrico aperto o chiuso.

    - Rete: insieme di maglie aventi almeno un ramo o un nodo in comune; resta definita la corrente di ramo. 

    - Rete aperta: rete a due o più terminali.

    - Corrente di maglia: corrente circolante in una rete a maglia singola. 

    - Maglia fondamentale: maglia i cui nodi sono tutti di ordine 2.

    ----------------------------------------------

    - Rete composta da una sola maglia (tutti i nodi sono di ordine 2):

    legge di ohm generalizzata.

    La somma delle tensioni è uguale alla somma delle FEM dei generatori.

    https://www.dropbox.com/s/ri6yuunsct6w0gp/Scan_201...

    -----------------------------------------------

    Per due nodi principali A,B vale:

    VBA = - VAB.

    ---------------------------------------------------

    PRINCIPI DI KIRCHHOFF:

    reti con maglie aventi almeno un ramo in comune;

    solo nodi e rami principali. 

    --------> 1° principio: legge alle correnti o legge dei nodi: 

    la somma delle correnti di corto circuito dei rami entranti in un nodo eguaglia quella delle correnti di cc uscenti; se una corrente è nulla si va per tentativi.

    --------> 2° principio: legge alle tensioni o legge delle maglie:

    in una maglia la somma algebrica delle tensioni di ramo  è nulla.

    Tale somma algebrica è così determinata:

    assunto un verso arbitrario comune di percorrenza di maglia le tensioni di ramo concordi con tale verso rimangono invariate, a quelle discordi si cambia il segno. 

    Risoluzione delle reti:

    trovare le tensioni ai capi dei generatori di corrente e le correnti di ramo.

    - Si applica il 1° principio ai nodi indipendenti;

    - si applica il 2° principio alle maglie fondamentali.

    Si ottiene così un sistema quadrato nelle tensioni ai capi dei generatori di corrente e nelle correnti di corto circuito dei rami; se le soluzioni verificano il principio di conservazione della carica per i nodi queste sono le tensioni e le correnti cercate.

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20... 

    https://www.youtube.com/watch?v=GqxI5C9iBMQ

    Youtube thumbnail

    &t=267s

    (mio commento).

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    -----------------------------------------------------

    Vedi pure:

    https://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=20...

    ------------------------------------------------

    Rete del video.

    Diciamo A il nodo principale superiore, B quello inferiore.

    Le tensioni di ramo sono:

    r1

    VB - R5 i1 + E1 - R1 i1 =  VA , VB - VA = R5 i1 - E1 + R1 i1

    r2

    VB + E2 - R2 i2 = VA , VB - VA = - E2 + R2 i2

    r3

    VB - R4 i3 + E3 - R3 i3 = VA , VB - VA = R4 i3 - E3 + R3 i3.

    Le eq sono:

    nodo A

    i1 + i2 + i3 = 0

    maglia sinistra

    R5 i1 - E1 + R1 i1 + E2 - R2 i2 = 0

    maglia destra

    - E2 + R2 i2 - R4 i3 + E3 - R3 i3 = 0.

    La lezione è sbagliata anche se il risultato torna; comunque gli esercizi si fanno con i valori numerici affinchè sia possibile verificare il principio di conservazione della carica per i nodi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.