Arte o immondizia???!!!?

L'orinatoio di Duchamp ( valutato se non erro oltre 3 milioni di Euro, o la scatola vuota di scarpe di Orozco, sarebbero capolavori, come la scatoletta di mxrda di Guttuso, mxrda di artista!!!!!!!!!!!! 120 scatolette, prezzo medio 90.000 Euro ciascheduna< poi logicamente dentro c'era gesso> Questi sarebbero capolavori o pura immondizia?Aspetto commenti.Grazie.

3 risposte

Classificazione
  • Tymoty
    Lv 5
    5 anni fa
    Risposta preferita

    Alle volte spingendosi ai limiti dell`assurdo come quando alla Biennale di Venezia del 1993 espose una scatola di scarpe vuota privata anche della minima possibilita` di poter essere qualcosa altro come fu l`Orinatoio di Duchamp che ambiva ad essere una fontana..."

    Sia l'orinatoio di Duchamp e sia la scatola di scarpe di Orozco sono quello che sono, materiale da discarica o meglio ancora da riciclo. In poche parole immondizia.

    L'arte si è staccata dal retaggio e costruzione artigianale grazie a questa tipologia di artisti, che hanno promosso ed esaltato l'inutilità di questi oggetti. Per ovvia conseguenza in quanto chi è cieco segue chi è orbo, si è perduto il senso del costrutto artistico e la capacità nel conseguirlo, a fronte dell'esaltare concetti vacui promuovendo arte che arte a tutti gli effetti non è.

    Questo processo inventivo, che di inventivo non ha nulla, non ha fatto altro che minare nel tempo la bellezza estetica, la forma, la delicatezza e il contenuto di opere create con costrutto artigianale, bandendole e confinandole erroneamente come mero artigianato.

    Cessi, pisciatoi, scatole di cartone, filo spinato, immondizia incellofanata, plastiche...non sono altro che prodotti di scarto figli illegittimi del consumismo scellerato della nostra epoca malata, che propagano la falsa cultura dell'usa e getta, mentre invece fra i popoli avrebbe dovuto (e deve) innescarsi la cultura del recupero, dell'aggiustaggio, della riparazione degli oggetti. Oltretutto queste sono procedure adatte a inquinare meno, a contenere gli sprechi, provvedendo così al risparmio.

    L'arte antica esaltava la natura e la cura della terra, e non alla distruzione ambientale mediante l'accumulo di montagne di scarti....a tal punto di non sapere più dove insediarli.

    Queste "opere", se così posso definirle sono niente di niente, esporle e creare business attorno a loro, non soltanto è un furto ai fruitori, ma è dannoso come cultura.

    Ciao.

  • Perfettamente d'accordo!!! CHAPEAU!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 5 anni fa

    è arte concettuale, se avessi studiato lo sapresti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.