Manuel ha chiesto in Animali da compagniaRettili · 5 anni fa

aiutooooooo entrate per favore se no potrebbe morireeeeeeeee la mia trachemys?

ciao.ho trovato ieri in spiaggia un/una cucciola piccolissima di trachemys, preoccupato per la sua incolumità e stupito dalla bellezza decido di correre a comprare un acquario in plastica con un isoletta per quando non vuole stare in acqua, presi anche il mangime, questo successe propio ieri, arrivato a casa preparai tutto e misi due cucchiai di cibo (un mix di carne,pesce e vitamine in pellet) dentro la vasca mi accorgo oggi tornato da scuola che non aveva mangiato niente e che quel cibo emanava un odore impressionante e schifoso a tal punto da farmi cambiare l'acqua,preoccupato perchè non mangiava provai a imboccarla ma niente da fare, ho rimesso dentro del cibo ma lei/lui non lo guarda neanche e si rifugia sotto l'isoletta, io non voglio assolutamente che muoia vi prego datemi consigli al piu presto ve ne sarò grati

3 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    La tartaruga del genere Trachemys, alla nascita, è un animale quasi essenzialmente carnivoro; col

    passare del tempo le sue esigenze nutrizionali cambiano e la tartaruga diviene onnivora,

    prevalentemente vegetariana.

    Per comodità, dunque, suddivideremo il piano dietetico della Trachemys in due fasi: carnivora ed

    onnivora-erbivora.

    Fase carnivora

    I fabbisogni nutrizionali della Trachemys, in questa fase, prevedono un notevole apporto proteico

    e in secondo luogo lipidico.

    Per impostare una dieta corretta, sarà opportuno considerare che la Trachemys è una tartaruga

    d’acqua dolce: in cattività dovranno esserle forniti alimenti che rispecchiano quella che è la sua

    dieta naturale. Uno degli alimenti ideali, dunque, per l’alimentazione della tartaruga in questa fase

    è rappresentato da piccoli pesci di acqua dolce (ottime sono, ad esempio, le gambusie ). Si

    possono scegliere anche pesci di maggiori dimensioni e poi porzionarli a seconda delle dimensioni

    della tartaruga. I pesci possono essere congelati, ma non per periodi troppo lunghi.

    Sono altresì idonei alimenti come insetti, camole della farina, lombrichi, piccole chiocciole,

    gamberetti freschi (da non confondere assolutamente con quelli secchi!) e molluschi. E’possibile

    offrire alla tartaruga anche larve di zanzara, chironomus e artemia salina.

    Una volta identificati gli alimenti che soddisfano le caratteristiche nutrizionali necessarie

    all’accrescimento della tartaruga, è importante inoltre non dimenticare di fornire all’animale una

    dieta varia, alternando i diversi alimenti, e non fissarsi su un unico alimento.

    Una possibile e valida alternativa all’alimentazione casalinga è l’utilizzo dei mangimi pellettati

    appositi per tartarughe d’acqua in accrescimento.

    Fase onnivora-erbivora

    Mano a mano che la tartaruga cresce è possibile offrirle cibo vegetale, come insalata di diversi tipi,

    radicchio, tarassaco, piantaggine, cicoria selvatica e piante acquatiche, solitamente moto gradite.

    Anche in questo caso è importante variare ed alternare i diversi alimenti. In questa fase gli

    alimenti vegetali devono essere somministrati parallelamente a pesci e altri alimenti della fase

    carnivora.

    La frutta si può offrire, ma solo occasionalmente.

    ASSOLUTAMENTE PROIBITO OFFRIRE !

    ü gamberetti secchi

    ü biscotti, pane, fette biscottate, cracker, grissini

    ü carne e salumi

    ü fiocchi di cereali, riso soffiato, pasta, patate

    ü dolci in gen

  • 5 anni fa

    Probabilmente ha solo paura! Anche la mia quando tre mesi fa è arrivata in casa mia non mangiava nulla....ma adesso è tutto ok!!

  • 5 anni fa

    Se nn gli piace il cibo prova a vedere se e scaduto o dagli qualche altro tipo di cibo o senno puo essere che nn mangia dalla paura che e stato catturato da un umano tante volte e questo il motivo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.