un laureato può abbassarsi a fare il commesso in un negozio?

un mio amico laureato velocemente e con pieni voti in ingegneria non riesce a trovare lavoro...però un suo parente gli ha offerto di lavorare nel suo negozio come commesso...lui ha rifiutato e quando gli ho chiesto spiegazioni lui ha risposto con tono indignato:un ingengere non può abbassarsi a fare il commesso in un negozio.Io non sono d'accordo con la sua decisione...voi che ne pensate?che avreste fatto al suo posto?

52 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa

    Il tuo amico dovrebbe farsi un bagno di umiltà. Il commesso non è un lavoro così degradante. Ci sono commessi e commessi e al di là di tutto ti ripeto, non è così degradante.

    E' vero che si studia per fare qualcosa di diverso ma non è una questione di titoli di studio come ha detto l'utente sopra, ma di passione. Nella vita la passione potrebbe anche essere quella di fare il pasticciere e per farlo rifiuti di fare il commesso per una questione di passione non perché non vuoi abbassarti. E' la parola che ha usato ad essere offensiva.

    Ha studiato tanto e gli auguro tanto ma non si arriva da nessuna parte senza l'umiltà di capire la realtà e di apprezzare ogni lavoro, anche se non è e non sarà quello a cui aspiriamo.

    Fonte/i: Laureata che ha svolto ogni tipo di lavoro, incluso in una friggitoria
  • Anonimo
    5 anni fa

    In tempi di crisi non conta il titolo di studio si fa quello che passa in convento perché la nostra vita non deve dipendere dagli altri, dobbiamo essere noi a guadagnarci da vivere lavorando. Io al suo posto avrei accettato ad occhi chiusi, anche perché non sta andando in miniera.

  • 5 anni fa

    Se viene pagato il giusto, non è disonorevole lavorare. Magari nel frattempo ne approfitti per mandare curriculum in Italia e fuori. Se non viene pagato il giusto, che giustamente si rifiuti. Il problema verte sul concetto di giusto ed ingiusto, non sul titolo di studio.

  • 5 anni fa

    ha fatto una pirlata,poteva accettare quel lavoro e intanto cercare altro

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 5 anni fa

    Oggi non si ha più il senso dell'umiltà e del sacrificio.... La premessa è che parlo da neolaureato in management, dopo aver cercato lavoro in lungo e in largo senza successo sai cosa ho fatto? Il fornaio e il cameriere.... Non nascondo che è stato difficile, ma neanche sono stato lì a maledire il "sistema"... Ho usato l'esperienza per capire cosa significa avere degli orari,degli impegni e delle responsabilità... Ho visto il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto.... In giro noi laureati ci lamentiamo tanto che siamo senza uno straccio di lavoro, senza tener presente che l'università di oggi sforna cani e porci.... Essere laureato oggi molto spesso significa solamente avere un pezzo di carta senza alcuna o pochissime competenze... Siamo gente di cui le aziende non hanno bisogno ! Quindi bisogna sfruttare questo periodo in cui siamo ancora molto giovani e acerbi per temprare il carattere e fare qualsiasi tipo di esperienza lavorativa, perché in un modo o nell'altro finirà sempre per insegnarti qualcosa di cui farai uso e tesoro più avanti !

  • Anonimo
    5 anni fa

    Secondo me la sconfitta più grande è il fatto di aver cercato tanto un lavoro e poi di averlo trovato solo dal parente, forse è per questo che ha reagito così e non l'ha accettato. Studi tanto e poi non hai nemmeno la soddisfazione di essere scelto da una azienda, ma da un tuo parente? Così è brutto... E' come dire che tutte le tue fatiche non sono servite a nulla!

  • 4 anni fa

    Allora... un laureato certo che puo abbassarsi a fare il commesso . Ovviamente , essendosi lauerato, pensa che andare a fare il commesso sia uno sperco di tutti quelli anni di studio ... e fin qui non ci piove, ma nella vita bisogna anche sapersi accontentare di ciò che ci viene offerto ... SOPPRATTUTTO SE QUESTO è UN LAVORO ! dato che in Italia ormai non è che ce ne sia cosi tanto ... in sintesi il tuo amico non ha fatto nè bene nè male ha rispondere cosi'. Logicamente poteva usare un tono diverso...

  • 5 anni fa

    di questi tempi non si può essere schizzinosi

  • 5 anni fa

    allora che faccia il morto di fame visto che non si vuole "abbassare"... In italia c'è una fila immensa di gente che prenderebbe volentieri il suo posto... è vero è brutto studiare tanto per poi non trovare un lavoro che abbia a che fare con il proprio titolo di studio ma in Italia la situazione non è bella e penso sia una cosa risaputa e quindi ormai bisogna accontentarsi di ciò che resta

  • 5 anni fa

    si.. e non è assolutamente un "abbassarsi" questo!! Di' pure al tuo amico che qualsiasi lavoro ha la sua dignità, purchè non si tratti di lavoro sporco o in nero....

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.