Eliana ha chiesto in SaluteMedicina alternativa · 6 anni fa

Licopodio?

Testimonianze di chi usa o ha usato questa erba e mo potrebbe indicare se ha benefici e, o effetti indesiderati??

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    6 anni fa
    Risposta preferita

    Licopodio

    Si usano prevalentemente le spore ed il polline dei fiori di questa pianta, conosciuta anche come "erba strega" ; per l’elevata percentuale di grassi (50%), vengono usate sotto forma di polvere aspersoria, assorbente e protettiva, in caso di dermatiti essudative ed irritazioni cutanee in genere: questa specie di talco si distribuisce sulla parte interessata ed ha un effetto calmante. Contiene gomme, zuccheri, lipidi, pigmenti flavonici, alcaloidi, licopodina, clavatina e clavatoxina, zolfo, silicio, manganese, calcio, olio essenziale. (da erbeofficinali.org) . il Lycopodium, assunto per via interna, protegge le mucose dello stomaco e dell'intestino. Viene utilizzato per depurare il fegato, ma anche contro i crampi e la pressione alta, contro reumatismi e deformazioni ossee.

    Ha un'azione lassativa drastica, con l'olio di ricino (Ricinus communis), e lieve, con l'olio di mandorle dolci (Prunus amygdalus).

    Dal punto di vista omeopatico il Lycopodium Clavatum è un codiddetto policresto, ossia un rimedio utilizzabile in varie patologie e in tutti gli apparati. In generale è indicato per molti disturbi caratterizzati da lenta evoluzione e da lateralità destra dei sintomi. E’ indicato come rimedio nella cura di problemi digestivi, epatici o dovuti a metabolismo lento, inoltre è efficace in caso di stanchezza cronica, calcoli ai reni e alla cistifellea, reumatismi, gotta, raffreddore, tosse, problemi cutanei, calvizie precoce, varici, nervosismo. Spesso abbinato al Natrum sulfuricum, è un altro buon rimedio per l’intolleranza ai farinacei e per sedare la voglia di dolci. Cura il gonfiore del dopo il pasto, i mal di testa legati alla digestione e l’affaticamento mentale tipico di chi include nella sua dieta molti carboidrati e dolci. Dose omeopatica: 3 granuli alla 9 CH 2 volte al giorno per 1-2 mesi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.