pinco ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 5 anni fa

Provare una sensazione particolare per una ragazza di cui ho avuto una cotta alle medie?

Sono un ragazzo di 19 anni,ieri mi sono messo a guardare una mia foto di classe delle medie e mi sono ricordato di questa ragazza che mi piaceva,all epoca delle medie avevo il naso pieno di foruncoli,ero timido,imbranato,a volte vittima di bullismo(non grave ma più che altro sui foruncoli dato che ero l unico ad averli in classe e questo influì molto sulla mia autostima)lei era aperta,solare,simpatica ma sempre rispettosa con tutti ricordo;ora ho 19 anni e ho il viso pieno di macchie rosse e problemi di pelle(dermatite seborroica) e per questo non ho mai avuto una ragazza,ricordandomi di lei ho provato una sensazione stranissima:nostalgia,amore e rimpianti e mi son messo a piangere perché avrei tanto voluto dirle quanto mi piaceva.Un giorno vorrei tanto risolvere i miei problemi e provare a rincontrarla dopo tanti anni per dirle quello che avrei voluto dirle quegli anni,è stata la mia unica grande vera cotta.Quanto vorrei che ció potesse diventare realtà...

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    5 anni fa
    Risposta preferita

    si capita sai ragazzo mio ,ti giri e vorresti ritornare indietro per rivivere anche solo per un attimo quei momenti ,su datti da fare curati, non e mai troppo tardi per cercare quella ragazza e digli ,e da una vita che sono innamorato di te'

    La dermatite seborroica non ha alcuna conseguenza sullo stato di salute del paziente, ma può metterlo a disagio e creare imbarazzo quando si sviluppa su parti del corpo visibili.

    Non è contagiosa e non è sintomo di una scarsa igiene personale.

    E’ un disturbo che tende a cronicizzare, ma si può imparare a gestirne le fasi acute riconoscendone i sintomi e combinando semplici accorgimenti pratici con l’uso di farmaci da banco.

    Cura e terapia

    La dermatite seborroica tende a cronicizzare e di solito non c’è alcuna strategia per liberarsene definitivamente: tuttavia le terapie, comprese i vari rimedi che potete tentare a casa, sono in grado di tenere sotto controllo i sintomi durante gli episodi acuti.

    L’approccio migliore nel vostro caso dipende dal vostro tipo di pelle, dalla gravità del disturbo e dall’eventuale presenza dei sintomi in zone diverse dal cuoio capelluto.

    Le creme e le lozioni da applicare sulle zone colpite e gli shampoo medicati sono le basi della terapia. Nei casi molto gravi i medici possono prescrivere farmaci per uso orale che hanno effetto sull’intero organismo. I prodotti in commercio contengono diversi principi attivi. Alcuni preparati comprendono principi attivi di diversi tipi.

    Principi attivi antimicotici

    Questi principi attivi diminuiscono la quantità di Malassezia nelle zone colpite. Tra i principi attivi antimicotici usati normalmente per curare la dermatite seborroica ricordiamo:

    Il ketoconazolo si trova negli shampoo, nei docciaschiuma, nei gel e nelle creme. È in vendita in farmacia senza ricetta, con concentrazione dell’1 per cento e del 2 per cento (per esempio gli shampoo Triatop® e Nizoral®). Alcune ricerche indicano che la concentrazione del 2 per cento potrebbe essere più efficace. In una piccola percentuale di pazienti, il ketoconazolo può provocare irritazione, prurito e bruciore.

    La ciclopiroxolamina si trova negli shampoo e nei prodotti per la pelle. Può causare irritazioni, prurito e bruciore in una piccola percentuale di pazienti.

    La terbinafina in alcuni casi viene prescritta sottoforma di compresse per gli episodi gravi, anche se gli studi sulla sua efficacia sono ancora limitati. La maggior parte dei dottori è restia a prescrivere farmaci antimicotici per uso orale per la dermatite seborroica, perché questi farmaci possono avere effetti collaterali gravi e la dermatite seborroica tende a cronicizzare. Tra gli effetti collaterali della terbinafina si possono avere reazioni allergiche gravi e problemi al fegato.

    Corticosteroidi

    Questi principi attivi (cortisone) alleviano i sintomi, diminuendo l’infiammazione, il prurito e il fastidio. In generale sono consigliati per l’uso occasionale e di breve periodo perché l’uso sul lungo periodo su ampie zone dell’organismo può provocare effetti collaterali significativi. Gli effetti collaterali possono essere locali, perché il farmaco può causare danni alla pelle e irsutismo, oppure coinvolgere l’intero organismo, con aumento del rischio di infezioni, iperglicemia e soppressione di determinati ormoni.

    Tra i corticosteroidi ricordiamo:

    L’idrocortisone è disponibile nelle creme con varie concentrazioni, che possono essere usate anche su parti del corpo diverse dal cuoio capelluto.

    Il betametasone è disponibile sottoforma di crema o lozione da usare sul cuoio capelluto e su altre parti del corpo. È uno steroide particolarmente potente, quindi il suo uso va limitato a periodi di poche settimane alla volta.

    Inibitori della calcineurina

    Queste creme in vendita in farmacia con obbligo di ricetta sono farmaci derivati che hanno effetto su tutto l’organismo, perché diminuiscono l’attività del sistema immunitario. Le ricerche e l’esperienza clinica indicano che sono efficaci come i farmaci antimicotici e i corticosteroidi.

    L’esposizione protratta ai farmaci che hanno effetto su tutto l’organismo può far aumentare il rischio di tumore alla pelle o di linfoma, quindi la FDA (Food and Drug Administration) consiglia di usare questo tipo di farmaco solo se le altre terapie non si sono dimostrate efficaci, o se il paziente non ha tollerato le altre terapie. La FDA inoltre sconsiglia di usare questi farmaci sul lungo periodo.

    Tra gli inibitori della calcineurina ricordiamo:

    il tacrolimus

    il pimecrolimus.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.