Il tempo esiste già tutto nello spazio?

Se fosse proprio così, come sosteneva Einstein, allora come si concilia questo postulato con il libero arbitrio?

E se è vero che, quantomeno matematicamente, le equazioni risultano corrette anche invertendo la freccia del tempo, perché questo scorre solo in avanti e non in "ogni direzione" proprio come lo spazio?

4 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    Hai interpretato male il concetto di tempo che è stato introdotto nella Relatività Generale . In questa Teoria il tempo è una dimensione dello Universo e quindi l'Universo si evolve nelle sue 4 dimensioni ( 3 spaziali +1 temporale ) . Quindi per Einstein il tempo è variabile all'evolversi dell'Universo . Quindi il nostro presente è diverso dal presente di un altro punto dell'Universo ( avrei dovuto scrivere di un altro luogo-tempo dell'Universo ) . Rimane il tuo quesito principale che finora non ha trovato una soluzione

    """E se è vero che, quantomeno matematicamente, le equazioni risultano corrette anche invertendo la freccia del tempo, perché questo scorre solo in avanti e non in "ogni direzione" proprio come lo spazio?"""

    Questo non ha spiegazione .....o meglio una spiegazione potrebbe essere che la 2° Legge della Termodinamica lo vieta ( L'entropia può soltanto crescere ) un tempo negativo dovrebbe far diminuire la Entropia dell'Universo

    Nessun fisico mette in discussione il 2° principio .... si dice fra i fisici .

    DIO CREO' I NUMERI NATURALI ED IL SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA.

    Tutto il resto è opera dell'Uomo....

  • 5 anni fa

    Il tempo non esiste, è solo una dimensione dell'anima. Il passato non esiste in quanto non è più, il futuro non esiste in quanto deve ancora essere, e il presente è solo un istante inesistente di separazione tra passato e futuro.

    Sant'Agostino

  • 5 anni fa

    Filosofi morale e scienza non vanno molto d'accordo, eviterei di fare confusione inutile. Einstein non ha mai detto che "Il futuro è già scritto" o qualcosa del genere.

  • franco
    Lv 7
    5 anni fa

    Il tempo dell' uomo è come un sacco che si riempie della memoria ed è diverso dal tempo della fisica ovvero se io sento suonare le 4 del pomeriggio non dico che è l' una ma la campana ha suonato 4 volte ma avendo la memoria o percezione che sono le 4 so che sono le 4. La fisica non lo spiega ovvero non spiega perché ogni istante è sempre differente. La spazializzazione del tempo rende ogni istante uguale e il tempo dell' uomo è la sua traiettoria nello spazio-tempo. Ogni memoria è reale se nominata (relativismo nominale). Esiste anche il tempo entropico che scorre nel verso dell' aumento dell' entropia ed alcuni sostengono che sia la freccia del tempo ma il teorema H esclude che lo sia poiché prima o poi si torna in uno stato ad entropia bassa quindi c'è un tempo che contiene il tempo entropico ma se è dovuto alle masse ovvero è una proprietà delle masse niente masse niente tempo. Quindi masse creano spazio-tempo. Il tempo dell' uomo è memoria..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.