Riassunto libro: medioevo e rinascimento di eugenio garin? 10 punti al migliore?

1 risposta

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    Gli sconvolgimenti sociali che caratterizzarono il periodo del Rinascimento furono l'inizio di un cambiamento radicale nel modo di concepire l'uomo e la sua vita. La trasformazione fu molto profonda e non si compì in tempi brevi; riguardò l'assetto urbanistico, la politica, il pensiero filosofico, la morale, l'arte, la letteratura, il corpo sociale. Passati i momenti critici, con la nuova espansione demografica, con il rifiorire dei commerci, dell'artigianato e dell'industria, che si avvalse anche di alcune scoperte tecnologiche (ad esempio i telai a tessitura orizzontale, le macchine per forare i tubi di legno, i nuovi sistemi di bielle e manovelle), si uscì dagli "anni bui" guardando verso la cultura classica, greca e romana, come modello di affermazione dei valori positivi dell'uomo e della vita. Cultura che non recava traccia del cupo senso medioevale del peccato, ma adorava la bellezza in tutte le sue forme.

    Lo storico Eugenio Garin ha fatto notare che la distanza fra Medioevo e Rinascimento "è quella che corre fra un universo astorico, atemporale, chiuso, immoto, ed un universo infinito, aperto, tutto possibilità". Questo è vero se lo rapportiamo al primo Medioevo, ma non al tardo Medioevo, le cui aspirazioni di rinnovamento collettivo, la cui ricerca di dignità intellettuale dell'uomo al di là dei preconcetti furono le basi per le realizzazioni del Rinascimento, quando arrivarono a maturazione le situazioni nate dopo il Mille. Esaltato, valorizzato fino a divenire il centro del proprio universo, l'uomo del Rinascimento era occupato a costruire con le proprie mani il suo destino in una società che non faceva più di Dio il proprio motivo d'essere e dell'aldilà il proprio unico fine, ma basava le sue aspirazioni sulla vita terrena.

    Attraverso questo libro veniamo introdotti ai vari "personaggi" del rinascimento, alle varie tipologie di persone che hanno popolato quest'epoca della nostra storia, con brevi testi incentrati sull'uomo, sulla donna, sull'esploratore, sul cortigiano, sul principe e via discorrendo.

    Ci rendiamo conto di quanto fosse variegata la societa' dell'epoca, con i suoi problemi, le sue personalita', dove non sempre i personaggi storici vengono citati, se non sommariamente e come esempio. E riusciamo a comprendere meglio il periodo storico e la sua societa'.

    10 points thanks

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.