Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 4 anni fa

desensibilizzazione citofono?

dato che il mio cane ogni volta che suonano al citofono fa una caciara assurda tanto che non si riesce a sentire cosa dicono dall'altra parte ho deciso di provare a desensibilizzarlo quindi ho registrato il suono del citofono e da ieri per alcuni minuti glielo faccio sentire e faccio il gesto di andare a rispondere e lo premio quando sta zitto, secondo voi faccio bene così? consigli?

Aggiornamento:

grazie aus proverò a mettere in atto i tuoi consigli!

1 risposta

Classificazione
  • 4 anni fa
    Migliore risposta

    Ancor prima di un lavoro di DEsensibilizzazione, bisogna SENSIBILIZZARLO verso il conduttore. Il cane abbaia,tu ti attivi e prendi in mano la situazione, gestendo il cane...il quale deve a questo punto tranquillizzarsi.

    Se si sente in buone mani..sarà portato di suo a calmarsi.....

    Classico quadretto di cani allo sbando che continuano a fare casino mentre quello parla con chicchessia !!! anche fuori al cancello...

    Questo succede perchė NON sono gestiti da una guida competente. Sono in balia di se stessi,senza un leader, quindi In uno stato di insicurezza, smarrimento.

    Il problema è alla radice....volete tutti la soluzioncina a problemi circostanziati, ma MANCA ALLA BASE UN LEADER, e capace!!

    Premesso che è naturale che un cane si ecciti/avvisi il resto del branco al suono del citofono, il lavoro che fai di "desensibilizzazione" è corretto e utile solo se inteso a NON spegnere un comportamento naturale....ma piuttosto ad insegnare al cane a gestire le proprie emozioni e il livello di eccitazione..a "rientrare" in uno stato di media eccitazione,di "calma"...

    costruendo nel contempo da parte tua una figura di Leader col quale lui COLLABORA e a cui "si rimette" quando è il caso e momento.

    All inizio del lavoro Va bene l idea della ricostruzione del rumore tramite registrazione,poi deve andare GRADUALMENTE verso l intensità reale, quindi non sarà piû sufficiente. A quel punto dovrai organizzare il lavoro con qualcuno che suoni al citofono...

    Attivi il suono, lui abbaia(attenzione, scorretto e deleterio pretendere che NON lo faccia)gli comunichi che hai sentito e Prendi in mano la questione..

    Ad esempio, attivi il suono...Lui abbaia....

    " ho sentito, andiamo a vedere" quando arrivi li,prima di ripsondere...

    "Aspetta"

    In questo caso il cane viene COINVOLTO a lavorare ASSIEME a te che guidi e gestisci. Si sente partecipe,condivide,coopera. E questo da un lato lo rassicura,dall altro lo motiva...quindi potrebbe inizialmente mantenere alta l eccitazione....

    Osserva la sua reazione...e ripeti qualche volta l esercizio finchè non noti un progresso...poi, ripetere nei giorni a seguire.

    Esempio due,parte il suono,lui abbaia...

    " ho sentito, bravo. Ci penso IO ORA "

    Messaggio piû incisivo che prendi le redini in mano...

    Osserva la reazione....

    Esempio tre...

    " andiamo a vedere"

    Quando arrivi li .." Terra" " Resta"

    In questo caso c è un maggior controllo sul cane che tende a " metterlo al suo posto" in attesa di ulteriore gestione....

    già il fatto di essere a terra fa si che NON sarà proteso ad usare la voce...se lo fa, " Zitto"

    Naturalmente si presuppone che ci sia GIÀ un lavoro di obbedienza fatto a dovere....

    Tre SPUNTI su come lavorare in base al soggetto e sue reazioni...

    Usa la giusta carta e anche POI VARIARE le carte che danno frutti positivi, puô dare ottimi risultati...

    Il primo esempio è la situazione Auspicabile corretta di Collaborazione/cooperazione col cane che imparerà ,essendo la sua collaborazione VALORIZZATA, a gestire in serenità le sue emozioni con manifestazioni calibrate ed adeguate.

    Prova varie volte lo stesso tipo di lavoro OSSERVANDO il cane....PRIMA di dire " questo non va...........

    E affina le tue TECNICHE....ogni sfumatura è importante!

    Corretto fare veramente il gesto per rispondere e apprezzarlo quando c è un progresso e raggiunge/mantiene uno stato di maggior calma ed attesa, con buon autocontrollo delle emozioni e gestione di sė.

    PS questo lavoro va svolto regolarmente nel tempo finchè non si raggiunge lo stato desiderato. Poi, andrà rinfrescato qua e la.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.