Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteOdontoiatria estetica · 5 anni fa

Mi fa male un dente?

Mi fa male un dente, esternamente non è cariato. Potrebbe esserlo all'interno? Come fa il dentista a saperlo? A me fa male, se lo tocco mi fa male. È l'ultimo molare dell'arcata sinistra in basso. Domani vado dal dentista. Secondo voi c'è sicuramente una carie interna o cosa potrebbe essere? (Non ho mai fumato, non so se potrebbe essere importante)

5 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    Almeno che non ci sia un odontoiatra su questa domanda dubito che nessuno ti sappia rispondere accuratamente. Io ti posso dire una cosa: rilassati, se ti fa parecchio male prenditi un antidolorifico da banco (oki, moment) e non ci pensare. Il dentista domani farà il suo lavoro e nel caso fosse una carie tranquillo, fortunatamente nel 2015 andare dal dentista non è più doloroso e te lo dice una diciottenne reduce di tre apparecchi, varie otturazioni e una devitalizzazione. Al massimo se è una carie più estesa e vicina al nervo ti farà l anestesia in puntura che non fa per niente male, senti appena un pizzico e dopo è anche divertente, perché ti sembra di avere le labbra della Valeria Marini. Spero comunque che sia al massimo una carie di poco conto, buona serata.

  • 5 anni fa

    Non sono un odontoiatra, ma un medico chirurgo dentista. Spero per te e per Violante che vada bene lo stesso….. ;-)))))

    Tutte le carie iniziano all'interno, negli anfratti più nascosti delle pieghe dello smalto; poi, ingrandendosi, formano i "buchi" nei denti. Ed è per questo motivo che i dentisti dicono, da decenni e decenni, che occorre andare ALMENO due volte l'anno dal dentista a fare dei controlli, per intercettare le carie quando sono ancora piccole ed invisibili dall'esterno. Più sono piccole, più dente rimane sano, più facile è curarle, meno si spende, più tempo durano le otturazioni. Mi sembra che il vantaggio delle cure precoci sia innegabile…..

    Sul come si faccia, oltre che la "lastrina", ci sono altri metodi: il famoso "occhio" clinico che ricerca certi segni, la transilluminazione, lo specillo che rimane "bloccato" dalla soluzione di continuità dello smalto…. Ed ovviamente i sintomi clinici che eventualmente accusa il paziente o provocati da certe manovre del dentista (test meccanici, chimici, elettrici etc). Considera poi che questi altri mezzi di indagine sono MOLTO, ma MOLTO piu' sensibili della lastrina (cioè riescono a far diagnosi di carie molto prima che questa possa essere registrata dalla radiografia).

    Ah, il fumo non c'entra nulla con la carie; caso mai con le gengiviti.

  • 5 anni fa

    Radiografia e occhio clinico. Solo così può avere chiara la situazione.

  • roc
    Lv 7
    5 anni fa

    Ci potrebbe essere un piccolo foro e non te ne accorgi,,se e cosi il dentista lo pulisce e lo tappa,,se non ce il foro allora e una infezione alla radice ci si accorge con una radiografia,,Ciao

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • .
    Lv 7
    5 anni fa

    ti farà una lastrina...e poi controllano meglio di quanto riesci tu...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.