Liebe ♥ ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 5 anni fa

Ho un amica depressa, mi date una mano?

Salve a tutti.Ho un amica di 25 anni che ha ammesso di aver sofferto e soffrire, in modo altalenante,di depressione. pensavo fosse paranoica e che la situazione dietro non fosse grave Ripeteva e ripete ancora sempre gli stessi fatti,come se fossero dolori assoluti ed universali,senza razionalizzarli: es. nel 2013 le piaceva un ragazzo dell Università e questo, pur disinteressato e vedendola come amica, le faceva un po il filo per fare ingelosire la ex.Tra loro non ci fu neppure un bacio.Insomma, questo fatto (che per carità!vissuto può essere davvero brutto!)è un ossessione assieme ad altri tremila simili. Tuttavia, fatti di ordinaria amministrazione che tutti noi viviamo(se non in entità più grave!).I genitori non sono d aiuto.Detto da lei, la madre è una debole e il padre oltre ad essere opprimente,la svaluta pure dicendo che "se lei si è ridotta così è solo perché non ha un ragazzo".Il punto è questo: lei ritiene che senza avere un fidanzato la vita non va avanti (però si crede una tipa indipendente),che il mondo ce l ha con lei,e che tutte noi andiamo avanti mentre lei rimane sempre allo stesso punto.Ha anche ammesso che c è una leggera invidia nei confronti di "persone più cesse di lei che si sono fidanzate"(parole sue alle quali non rispondo neppure).

Detta così la situazione non rende, le ho consigliato di andare da una psicologa ma lei dice che è inutile. La soluzione,per i genitori,è stata farle prendere farmaci a periodi. Da amica, che altro potrei fare?

Aggiornamento:

Inoltre:i genitori,che a quanto pare assieme a vari parenti,hanno storie di depressione alle spalle,parlano di questo problema davanti alle figlie come se fosse il raffreddore.Addirittura,tanti sono stati i discorsi che hanno persuaso la mia amica a credere che la depressione sia genetica.I genitori non si sono degnati di consigliarle uno psicologo,si limitano a mandarla dal medico,imbottirla di farmaci e dirle "è meglio che te ne vai da questa città".Si come no,come se il problema fosse questo

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    5 anni fa
    Risposta preferita

    No!!!

    I farmaci no per la miseria! I farmaci hanno un pesante effetto collaterale: non puoi più smettere! Se li smetti ti tornano su più problemi di prima e non vanno usati su gente che non soffre di disturbi disabilitanti come invece schizofrenia ecc! Non farglieli prendere, che disastro... Così dovrà non solo risolversi i problemi ma anche risolvere la "dipendenza" dei farmaci e gli effetti negativi del fermarne l'assunzione.

    E i genitori che le dicono che la depressione è genetica? Così da fargliela accettare come permanente e rassegnarsi anzichè risolvere...

    Guarda fai una cosa, se lei è molto legata ai farmaci che pensa di non cavarsela senza, metti delle caramelline bianche in un barattolino e passagli quelle con una scusa credibile. L'effetto placebo funzionerà e intanto smette di rovinarsi con sta roba che prende già.

    Lei probabilmente non ha mai avuto il coraggio di avere una storia perchè è una questione governata dal padre e dove lei non ha libero piede, sa che quella questione è anche di suo padre sebbene riguardi solo lei, ed è normale esitare di più, avere più insicurezze, per poi prendersi delle cotte bomba per chi mostra il minimo interesse pur senza nè baci nè sesso!

    Certo il suo essere negativa non l'aiuterà mai, nessun ragazzo vuole una ragazza che esprime le sue negatività o che strumentalizza i suoi problemi per ottenere più attenzioni, anzi la gente sta alla larga da chi potrebbe accollarsi a questo modo! Magari si trascura anche, perchè per Natale non le offri un pacchetto SPA per il benessere ed il relax, trattamento estetico e reiki (se crede in ste cose)? Gnocca lo può essere chiunque, poco centrano i lati genetici, centra l'atteggiamento e l'adattare la propria estetica armoniosamente col corpo e... da bella ragazza. Cioè può farlo anche se ha il naso mega adunco eh.

    Non in ultimo, essere single non è un male nè una condizione di attesa, c'è chi lo sceglie perchè sta davvero bene per i fatti suoi! Ma non è il suo caso.

  • Galans
    Lv 5
    5 anni fa

    Boh a me sembra che abbia vissuto le cose classiche della vita.. poi c'è gente più fortunata e che si accontenta del primo che capita o che vengono scelte e a queste persone va bene così. Altre come la tua amica non si accontentano e alla fine fanno bene perchè snaturerebbero se stessi nel farsi piacere qualcuno. E' una ragazza più realista di molte altre.

  • 5 anni fa

    So che sei tu

  • 5 anni fa

    farmaci per una cazzata simile è da pazzi

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.