Iris ha chiesto in Gravidanza e genitoriAdolescenza · 5 anni fa

Cosa dire agli assistenti sociali?

Allora.. io ho deciso di non andare più a scuola. Non sono andata fino a novembre, fin quando non hanno chiamato e hanno detto che dovevo andare per forza, allora ci sono andata ma quei giorni sono stati come l'inferno, mi sentivo sempre a disagio.. non mi andava veramente.

Quindi, ho deciso di lasciarla di nuovo, così ricevetti una lettera dagli assistenti sociali e domani mattina ho un incontro con mio padre e questo assistente sociale.

Cosa farà? Non voglio che succeda qualcosa ai miei genitori.. cosa posso dire a queste persone? Ho paura

7 risposte

Classificazione
  • Valery
    Lv 4
    5 anni fa
    Risposta preferita

    Credo che oramai la mia risposta sia inutile in quanto avrai già incontrato l'assistente sociale in ogni caso, se ti va ti invito a raccontarmi rispondendo al mio commento di cosa avete parlato.

    Parto con il dire che l’assistente sociale ha il compito di “elaborare progetti di intervento e sostegno sociale per soggetti a RISCHIO di emarginazione sociale. La scuola è un’agenzia educativa che inserisce gradualmente, seguendo anche lo sviluppo psico-morale della persona, il soggetto nella società civile; ti aiuta, in altre parole a capire piano piano come funziona il mondo. Ovvio che accanto a questa funzione educativa vi è la funzione istruttiva quella cioè, legata alla didattica (la matematica, l’inglese, l’italiano ecc). Per tale funzionalità l’assistente sociale agisce nel momento in cui l’individuo (tu) rifiuta di andare a scuola rifiutando con ciò non solo la didattica ma anche l’apporto educativo (non indifferente) che dà la scuola … per questo potresti essere a “rischio” di devianza, cioè un comportamento non consono, non normale rispetto agli altri.

    Detto ciò … questo non significa assolutamente che sei obbligato ad andare a scuola anzi. L’assistente sociale interviene per capire se vi è qualche vincolo oppure è una tua scelta.

    comunque ... ci sono sempre delle cose da valutare per cui la tua domanda è troppo generale. Innanzi a tutto è fondamentale sapere la tua età in quanto per l'ordinamento giuridico italiano esiste l'obbligo di istruzione(l.296 del 2006) di dieci anni dunque fino ai sedici anni hai l'obbligo di andare a scuola, decorso tale termine hai l'obbligo Formativo cioè puoi anche non andare a scuola ma devi comunque conseguire un titolo quale ad esempio una qualifica professionale. Il colloquio con l'assistente sociale pertanto è volto a valutare, se hai meno di sedici anni, le motivazioni per cui non vai a scuola (magari perché a casa hai un genitore che sta male e quindi preferisci prenderti cura di lui) o anche perché hai subito delle percosse o atti di bullismo e quindi hai paura di andare a scuola (ATTENZIONE i miei sono esempi). Una volta che spieghi le tue motivazioni ... l'assistente sociale insieme con i tuoi genitori appurato, come dici tu, che non ti piace andare a scuola ... cercherà di spiegarti l'importanza (anche magari chiedendoti un altro colloquio) ... a seguito insomma di un percorso di qualche settimana ti farà riflettere sulle diverse possibilità che hai sia in ambito scolastico che no. Dopo ciò potrebbe iscriverti, a pagamento o no(dipende dalle risorse del territori) a qualche corso di formazione.

    Se ti posso dare un consiglio ... conta fino a 10 ogni volta. OK non vuoi andare a scuola. Ci sta .. ma cosa vuoi fare poi della tua vita? Ti piace la scuola da parrucchiere o come si chiama. Falla. Un mio professore diceva sempre "volete fare le estetiste? Fatelo ... ma con la testa. Non esiste estetista migliore di quella che ti spiega la nascita del pelo, l'importanza della ceretta rispetto al rasoio ecc."

    Fonte/i: futura assistente sociale, si spera!
  • 5 anni fa

    Semplicemente raccontagli le tue motivazioni per cui non vuoi andare a scuola. Magari potresti cambiare scuola e ti potresti trovare meglio! Ai tuoi non credo che succederà nulla di che ma secondo me gli assistenti sociali consiglieranno ai tuoi di farti seguire da uno psicologo (per farti avere un supporto psicologico). Buona fortuna :)

  • 5 anni fa

    Sarebbe da capire che posizione hanno preso i tuoi genitori in merito alla tua decisione di non andare più a scuola...

  • Anonimo
    5 anni fa

    Spiegargli perché non vuoi andare a scuola, per cominciare. Ah, se i tuoi genitori ti ordinano di andarci ci devi andare; non puoi scegliere. Devi obbedire.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 6
    5 anni fa

    Prova a cambiare scuola,magari essere piu'socievole,attenta se no parlane e spiega filo per segno i tuoi problemi e dille cosa vorresti e cosa no!!.

    Ma se hai 16 anni puoi stare tranquilla almeno cosi'e'la legge,cioe'la scuola dell'obbligo

  • Anonimo
    5 anni fa

    Che ti frega stattene a casa, io nelle ultime settimane ci sono andato solamente 2/3 volte non ti far comandare da nessuno

  • Anonimo
    5 anni fa

    sei il solito (o la solita) bimbominkia che non ha voglia di fare un càzzò nella vita e che si arrende alle prime difficoltà. immagino che i motivi che dirai saranno che i compagni ti prendono in giro, i professori ce l'hanno con te, ho problemi, ecc. Come se nessun altro avesse problemi. guarda che da grande, quando lavorerai, non potrai trovare scuse. penso che tu sia solo molto viziato/a, cresci e impara le regole della vita.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.