Perché Dio mi esaudisce le preghiere al contrario?

Tempo fa avevo commesso molte volte un peccato mortale, mi ero davvero pentita, stavo malissimo mi sentivo senza un'anima, avevo sensi di colpa, agitazione, mi sentivo davvero morta dentro, ma mi sono confessata e sono stata meglio. Passano tre settimane e l'altro ieri, siccome sono un po' depressa avevo chiesto a Dio di farmi stare bene, invece di farmi stare bene, mi ha fatto tornare i sensi di colpa, l'agitazione, mi sento morire nell'anima. Mi sento come una sua figlia illegittima, perchè mi sento sbagliata, in colpa, sento che non mi vuole, che brucerò all'inferno, mi sento sporca, sento di non avere un'anima, sento che Dio mi ha abbandonato e non mi vuole gli ho chiesto un segno e niente. Sono stufa di tutto, e menomale che a Natale si dice che si sta meglio. Io sono stufa di pregare, mi piace pregare, ma se dopo devo sentirmi così, avevo appena ritrovato la sua strada, andavo a messa eccetera, ma non credo che lo farò, se dopo devo sentirmi così.

Vi prego aiutatemi, niente insulti, se avete avuto una brutta giornata sfogatevi da un'altra parte, perché anch'io sto malissimo e di leggere offese non ho bisogno.

7 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Migliore risposta

    la mancanza di fede nella misericordia di Dio è un peccato più grave di ogni altro: rientra infatti nei peccati contro lo Spirito. Ovviamente nel tuo caso si capisce che non è voluto, ma patito come dubbio psicologico, ma la materia resta grave (voglio dire che è un errore e infatti quel dubbio ti fa star male).

    Confrontati con un confessore e fidati di quanto ti dice.

    Ciao

  • 4 anni fa

    Lo dici tu stessa, sei malata di mente.

    • luna
      Lv 4
      4 anni faSegnala

      un po di rispetto fa bene a chi lo riceve e soprattutto a chi lo dona

  • Anonimo
    4 anni fa

    Perché il fabbro, per temprare il ferro, lo arroventa e poi lo immerge nell'acqua? Prima il fuoco, poi il gelo, non credo che al ferro piaccia.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    Secondo me dovresti farti aiutare da uno psicologo.

    Solo lui potrà capire l'origine del tuo disagio, dei tuoi sensi di colpa che tu riversi sulla religione ma che in realtà trovano le loro origini nella tua psiche e in qualche tuo problema.

  • Ambra
    Lv 6
    4 anni fa

    confermo quello che dice teologo cattolico

  • Anonimo
    4 anni fa

    Non ascoltare gli altri,magari sei messa ''alla prova" quando meno te l aspetti dio ti farà stare bene. È proprio qui che non devi perdere la speranza.!!

    (P.s. puoi rispondere al commento sulla risposta che hai dato alla mia domanda. )

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.