Anonimo
Anonimo ha chiesto in Relazioni e famigliaRelazioni e Famiglia- Altro · 5 anni fa

Situazione insopportabile in casa! Cosa dovrei fare?

Quella di oggi è stata l'ennesima di una lunga serie di gocce che hanno fatto traboccare il vaso...Sono giorni, mesi e forse anche anni che non sopporto le cattiverie dette da mia madre o dal consorte (che tace da un pò, bontà sua). Premetto che in quanto sono adottivo reputo la mia situazione ancora più delicata, come si può immaginare. Ebbene mi è stato detto che non ho voglia di fare niente quando il lavoro in realtà non l'ho mai trovato, dopo che ho deciso di mollare gli studi universitari perchè non ne ero e non ne sono più capace (anche qui il motivo si può immaginare) dal momento che per una verifica andata male mi hanno maltrattato e se ne sono fregati.Oggi quella ******* mi ha portato a piangere a tavola e evidentemente o non l'ha notato (ne dubito) oppure se n'è sbattuta,come loro solito. Sono stufo di sopportare due persone così ambigue e sto valutando seriamente di andarmene, magari trovando qualche lavoro all'estero, se mi va bene, almeno per un pò. Denunciarli non risolverebbe le cose, penso. Perciò vorrei sapere da chi vuole rispondermi cosa farebbe al mio posto. Sono esausto e sto malissimo

Aggiornamento:

Anna, non so se hai letto per intero...non ero più capace di studiare! Poi non posso spiegarti così "su due piedi" il perchè li considero tali. Il fatto che sono passato da una famiglia ad un'altra forse ti può aiutare...ma non importa, qua quello che ha bisogno di essere aiutato sono io

3 risposte

Classificazione
  • ReDa
    Lv 7
    5 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao, dunque dato che parli di studi universitari deduco che tu sia maggiorenne e che tu abbia un diploma, il che rende il tutto molto piú facile.

    Faccio un breve riassunto per assicurarmi di avere capito bene la situazione – a casa ti trovi male, sia con tua madre che con il suo compagno. Denunciarli non penso sia fattibile… perché dovresti farlo? Fare cattiverie non é un reato denunciabile. Inoltre, come giustamente dici tu, non risolversti niente.

    Ci sono dei motivi specifici per i quali tu sei costretto a rimanere a casa di tua mamma (a parte il fatto che non trovi lavoro)?

    Non penso… quindi lasciare casa mi sembra la soluzione piú logica!!!!!

    Ovvio che per lasciare casa servono dei soldi, e devi cercare di metterne un po’ da parte. Cerca di fare lavoretti (volantinaggio, aiuto in bar/ristorante/pizzerie, ecc.)

    E quando hai un minimo di risparmio parti!!!!!

    Ci sono diversi modi per andarsene da casa senza avere un gran capitale …. Ecco alcuni esempi…

    - Va all’estero a fare il ragazzo alla pari. Sí, hai letto bene…. Il ragazzo alla pari! Ci sono famiglie che hanno figli maschi che preferiscono prendere un ragazzo piuttosto che una ragazza. È un ottimo modo per andare sul posto senza spendere un soldo (hai vitto e alloggio pagati, piú una piccola paga settimanale). E una volta sul posto puoi migliorare la conoscenza della lingua e metterti a cercare lavoro con calma.

    - Cerca un campo di volontariato dove ti offrono almeno l’alloggio gratis. Nel frattempo cerca un lavoro vero e proprio. In genere in tali campi di volontariato non devi lavorare full time ma lavori solo 4-5 ore al giorno, quindi ti rimane parecchio tempo. E non dovere pagare l’affitto é un grandissimo aiuto!!!

    - Se hai amici/parenti che ti possono ospitare, approfittane!!!! Ovvio che peró devi partire ben organizzato: preparati giá un ottimo cv nella lingua del posto, allenati a sostenere colloqui di lavoro, ecc.

    Quello che peró é indispensabile é stabilire in anticipo (e in modo realista!!) quali siano le tue opportunitá lavorative.

    Ad esempio, se hai fatto il liceo classico, parli un inglese scolastico e non hai mai lavorato, ovvio che in Inghilterra non avrai grandi opportunitá lavorative!!!!! In tal caso ti conviene aspettare qualche mese prima di partire, e nel frattempo devi studiare l’inglese (facendo corsi online, se non hai tanti soldi) e magari cerchi opportunitá di volontariato (che sicuramente trovi, se abiti in una grande cittá) per maturare almeno un minimo di espereinza lavorativa.

    Se invece hai il diploma dell’alberghiero, hai giá fatto stage tramite la scuola e parli bene inglese e francese, allora lavoro lo trovi…. Puoi partire immediatamente.

    Quello che peró NON ti consiglio di fare é quello di partire all’avventura… cioé anche in quest’ultimo caso (diploma alberghiero, conoscenza lingue, espereinza lavorativa), andare all’estero a cercare lavoro senza avere appoggi é un rischio se non hai un bel po’ di risparmi. Nel senso che per trovare lavoro si impiegano SEMPRE almeno 3 o 4 settimane, anche nel migliore dei casi, e il primo stipendio normalmente lo si prende dopo un mese – quindi é indispensabile avere abbastanza soldi per mantenersi almeno per 2- 3 mesi. SE, ad esempio, vai a Londra, ció significa almeno 2000 euro, che é una bella cifra.

  • Anonimo
    5 anni fa

    Non devi denunciare le cose. Tua madre è solo preoccupata per te. Devi parlarci pacificamente e dire che non riesci da solo.

  • Anna
    Lv 7
    5 anni fa

    sinceramente non è per nulla chiaro e immaginabile il motivo per cui hai abbandonato gli studi (per una verifica andata male?????)

    non è chiaro perchè definisci i tuoi "ambigui" e perchè ti dicono che non vuoi fare nulla... sei senza lavoro, oltre a cercarlo, farai qualcosa per darti da fare almeno in casa, no?

    se non ti trovi bene con loro, trovati 'sto lavoro, mantieniti e esci di casa.

    ----------------------------------------------------------------

    sembra che tu dia la responsabilità di come sta andando la tua vita agli altri e alle famiglie con cui sei stato, per carità... non avrai avuto una vita facile, non lo metto in dubbio, ma assumi anche tu stesso le responsabilità che ti competono: la vita è tua e devi fare del tuo meglio, non gettare la spugna al primo ostacolo, individuato il problema lo puoi risolvere.

    non aspettare che arrivi qualcosa dagli altri, ma da te stesso in primis proprio per le difficoltà che hai avuto nella vita.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.