promotion image of download ymail app
Promoted

Perchè non esiste una giornata della memoria per i morti causati dal comunismo?

Non giustifico i morti causati del nazismo, ma la cosa che mi sconcerta è che non esista una giornata per ricordare i 100 milioni di morti causati da Stalin e compagnia.

10 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    4 anni fa
    Risposta preferita

    Erano ebrei Hitler (ebrea sua ma­dre Clara Polz, figlio di ebrea suo padre Alois, ebree le amanti Eva Braunn e la Waschmann); ebrei il piú terribile organizzatore dei campi di concentramento nazisti, Reinhard, il luogotenente di Hitler Rudolf Hess, il successore di Hess, Martin Bormann, l'ideologo del nazismo, Rosemberg, che si formò uno Stato Maggiore tutto di ebrei: Bamler, Gross, Fischer, Muller, Rrauss.

    Tutti costoro, insieme ad innumerevoli altri, erano assimilati germa­nici della setta ebraica asckenazita. Hitler aveva avuto tutti maestri ebrei e a Monaco egli in casa dell'ebreo Bruchmann proclamava la sua ideologia nel Mein Kampf, dopo essersi iscritto alla loggia massonica "La Thule", seguendo gli insegnamenti della quale raggiunse il potere. Nella guerra fece perire diverse centinaia di migliaia di ebrei che non vollero seguirlo nella sua nuova ideologia nazista e vollero restare fede­li alla B'nai B'rit.

    La cifra di 6.000.000 di ebrei uccisi nei campi di sterminio fu inventa­ta dagli ebrei per arricchirsi a spese della Germania risorta nel dopo­guerra. Nel 19881'ing. F. Leuchter provò che per uccidere 6.000.000 di ebrei nei forni crematori sarebbero occorsi 68 anni. Lo scopo che si era prefisso Hitler nel fare la guerra era di ricacciare oltre gli Urali Cechi, Polacchi, Russi non germanizzabili e quindi non assimilabili dalla setta ebraica asckenazita. Le vittime in tutto poterono essere il doppio.

    L'obiettivo di tutte queste strategie ebraiche è uno solo: raggiungere il dominio mondiale creando un "Ordine Nuovo" con una federazione mondiale degli Stati, con una moneta unica, con una propaganda di li­bertà religiosa, di laicismo, di relativismo di ogni fede tale da aprire le porte e le braccia al Messia ebraico, che, oggi, per gli ebrei è lo stesso popolo ebreo, ma che domani potrà essere benissimo un presidente ebreo di una federazione mondiale degli Stati, ossia l'Anticristo.

    Il presidente degli U.S.A., l'ebreo Bush, recentemente ha detto: "Il primo passo per il Nuovo Ordine Mondiale è stato fatto e gli altri segui­ranno con grande celerità"; seguiranno perché gli ebrei posseggono la maggior parte dell'oro del mondo, dirigono i mass-media del mondo, si sono infiltrati in tutti i posti di comando del mondo e in tutti i partiti del mondo, compresa la democrazia cristiana: non resta loro che organizza­re, al momento che a essi sembrerà opportuno, la strategia per dare la scalata al potere mondiale.

    L'unica forza che potrebbe in qualche modo ostacolare i loro progetti è la Chiesa Cattolica; ma anche a questo gli ebrei hanno pensato orga­nizzando la massoneria ecclesiastica, come vedremo.

    Tutto sommato, l'ostilità degli Ebrei verso i cristiani si riduce a una diversa interpretazione dei libri della Bibbia del Vecchio Testamento. Le profezie dei Salmi e dei profeti riguardanti il futuro glorioso Messia noi cristiani le interpretiamo in senso spirituale ed eterno; gli Ebrei le interpretano in senso politico e terreno; le profezie riguardanti l'uni­versale, ricco e glorioso regno del Messia, noi cristiani le interpretiamo sempre in senso spirituale e celeste; gli Ebrei le interpretano al solito in senso terreno e politico; e mentre noi lottiamo per convertire il mondo al Messia, ossia a Gesú, gli Ebrei lottano per raggiungere l'impero su tutte le nazioni; e mentre noi interpretiamo le profezie dei salmi e dei profeti quale minuta descrizione della passione di Gesú (Isaia 53: flagel­lazione, passione di Gesú; Salmo 21,17: crocifissione di Gesú; ecc.), gli Ebrei vi vedono soltanto le sofferenze del popolo ebreo; ecc. ».

    Quando l'esperimento dell'Anticristo, ossia del Sovrano Universale Ebraico sarà fallito, gli Ebrei apriranno gli occhi al vero senso delle pro­fezie bibliche. Allora si convinceranno che Gesú è il piú bel fior della lo­ro razza e lo scopo della loro esistenza, si convertiranno a lui e prepare­ranno la strada al suo sovrano dominio universale, ossia al suo ritorno glorioso della parusia, come dice S. Paolo (Rom. II; 25-26).

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • LeKat!
    Lv 6
    4 anni fa

    è giusto che venga istituita una giornata per ricordare tutte le vittime del comunismo, questo perö non toglie che ce ne debba essere una che ricordi le vittime del nazismo.

    In secondo luogo, il comunismo (a differenza del nazismo) ha causato vittime in diversi paesi del mondo e in periodi storici differenti ed esistono giornate di memoria per ricordare le vittime del comunismo di specifici avvenimenti.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Potevi chiedere perché, sebbene il 24 Aprile si dovrebbe ricordare nessuno parla mai del genocidio degli armeni (che, ti ricordo, la Turchia continua a negare). Potevi chiedere perché a nessuno importa niente dello sterminio degli indiani d'America (inglobando entrambe le Americhe, è il più grande genocidio della storia), anzi. Potevi chiedere perché a nessuno importa niente del genocidio avvenuto in Ruanda (ricordi il cattolicissimo Padre Seromba? Colui che promettendo aiuto a 2000 persone le fece chiudere nella sua Chiesa e l'abbattè con delle ruspe). Potevi parlare delle vittime dell'Inquisizione (cento o un milione che siano).

    Ed invece no, te la prendi con le vittime di Stalin e compagnia, perché sei credente, non è vero?

    Dimostri di fare quello che stai condannando, cioè ritenere alcune morti più gravi delle altre.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Emma Morgana
      Lv 5
      4 anni faSegnala

      Allora concordo, credevo che, come fanno molti cattolici in questa sezione considerassi solo i morti del comunismo e giustificassi gli altri. Chiedo perdono, non lo sapevo 😅

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 7
    4 anni fa

    Concordo, ma aggiungo che anche quelli causati dalla Democrazia Cristiana sono un bel po'

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    In Italia esiste la giornata del ricordo, il 10 febbraio, per ricordare i morti delle foibe e l'esodo dalla Ex Jugoslavia.

    Ah, ma secondo qualche genio di sezione Tito era fascista non comunista

    • Anonimo
      Lv 7
      4 anni faSegnala

      Secondo questi geni (alcuni hanno anche risposto a sta domanda) anche stalin e mao erano fascisti, e anche berlusconi e salvini ovviamente, ci son solo fascisti ovunque solo marx era un vero comunista...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Se decidessimo di dedicare una "giornata della memoria" alle vittime del CAPITALISMO dovremmo farlo OGNI GIORNO dell'anno...

    (Ovviamente quelle del nazi-fascismo, difesa violenta del capitale, sono da aggiungere al quel conto)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    4 anni fa

    TI hanno già risposto, e di quelli causati dal (capital)sionismo?

    I morti fatti dal nazismo perlomeno erano i gran parte morti di guerra.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Il Comunismo ha portato la libertà; chi ha liberato gli Ebrei dai campi di sterminio?

    Purtroppo le morti sono dovute ad altre cause dato che il singolo non mantiene sempre la dirittura morale alla quale si è ispirato (nessuno è perfetto, purtroppo e le aberrazioni ci sono sempre, in ogni campo).

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Condivido pienamente il tuo punto di vista.

    Sembra chiaro che ci sono "morti e morti", alcuni che fa comodo ricordare ogni anno e altri che fa comodo dimenticare per sempre.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    4 anni fa

    perchè siamo pieni di comunisti, in quanto il duce invece di sterminarli li mandava al confino (purtroppo)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.