Antonella ha chiesto in SaluteOdontoiatria estetica · 5 anni fa

PROTESI DENTALE MOBILE non funzionale e antiestetica URGE PARERE E CONSIGLIO DI UN ESPERTO !!?

Un grazie prima di tutto a chi presterà attenzione a questa mia domanda.Premetto che non mi è facile sintetizzare ed esprimere l'impatto devastante ed emotivo che mi ha creato.Non sono più giovane ma neppure vecchia a 50 anni,consapevole comunque del processo d'invecchiamento di una persona.Non ho l'esigenza di essere bella, più giovane ma semplicemente ME STESSA,poter riprendere a parlare,mangiare normalmente,sorridere.Per motivi di salute dentale da ottobre mi hanno estratto quasi tutti i denti lasciandomi solo i 4 incisivi arcata inferiore.Sorvolando tutto il decorso passato e sofferto sotto ogni profilo, arriviamo alla scorsa settimana in cui finalmente mi vengono consegnate le due protesi mobili definitive saltando il provvisorio menzionato nel preventivo e ANTICIPATAMENTE TUTTO PAGATO! Per noi un grosso sacrificio che comporta grosse rinunce e si sperava in un trattamento corretto.Nonostante il primo impatto visivo allo specchio presentatomi nel quale ho visto una persona totalmente diversa ma in peggio, contavo almeno sulla funzionalità. PAZIENZA è quello che mi è stato risposto in tono scocciato e alterato al fatto che neppure i liquidi riesco ad ingerire per dentatura troppo lunga e sporgente, dolore,altro. Marito e figlio che ben mi conoscono non riescono ad accettarmi così.Già non è facile accettare una protesi se poi aggiungiamo tutto il resto diventa devastante.Chiedo parere onesto,corretto di un professionista serio ed un consiglio.Ora cosa posso fare come?

3 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    Gentile signora,

    dal punto di vista umano e professionale (sono medico chirurgo dentista con almeno 35 anni di esperienza, così come l'amico e collega Dario che le ha già risposto), non posso che essere del tutto solidale con lei.

    Sottoscrivo totalmente quello che le ha già detto Dario.

    Vorrei però aggiungere delle cose.

    Giudicare un caso clinico stando davanti al monitor di un computer è non solo impossibile, ma anche ingiusto, perché non avendo in mano i dati clinici, sarebbero solo - permetta che mi esprima in tono colloquiale con un'espressione che uso quasi sempre in questi casi - chiacchiere da bar all'ora dell'aperitivo.

    Di certo però alcune informazioni mi sento in dovere di darle.

    1. Una protesi parziale ancorata sui quattro incisivi inferiori centrali non ha alcuna base teorica per essere una "buona" protesi, per dei semplici ed intuitivi motivi geometrici e di fisica meccanica. E' questo purtroppo un errore che vedo molto spesso, talvolta derivante anche dalla non adeguata attività persuasiva del medico che, accondiscendendo un po' troppo alle comprensibili richieste del paziente ( è umano chiedere : ma me li deve togliere tutti ? non me ne lascia nessuno ? questi quattro qui davanti non li potremmo lasciare ? sono fermi ….), non sa dire di no e li lascia lì. Purtroppo, come dicevo, i quattro incisivi frontali inferiori, da soli, non servono assolutamente a nulla, anzi, servono solo a fare una protesi che non è né carne né pesce: non è una protesi totale e non usufruisce della biomeccanica della protesi totale, e non è uno scheletrato e non usufruisce delle proprietà dello scheletrato. Ai miei pazienti, in questi casi, faccio sempre questo esempio: una sedia sta ferma perché ha quattro zampe; può stare ugualmente ferma e diritta con solo le due zampe davanti ?

    2. D'altra parte, occorre considerare due cose a suo favore. La prima è che umanamente e psicologicamente, indipendentemente dall'età ma sopratutto se si è in pieno vigore come sono sicuro che lei sia, è molto difficile accettare di dover fare delle estrazioni multiple e di dover portare due "ingombranti" (per il nostro sistema neuromuscolare e per il nostro cervello) protesi dentali. La prima "accettazione" della protesi non avviene in bocca, ma nel cervello. Fino a che non avrà accettato psicologicamente l'idea di essere portatrice di una protesi rimovibile, anche la miglior protesi del mondo fatta dal miglior dentista del mondo sarà vista dalla sua mente e dal suo subconscio come un qualcosa pieno di difetti, e non verrà mai "integrata" dal suo organismo. E non sto qui a dilungarmi su tutto quello che può esistere dietro il concetto di "accettare psicologicamente", ma mi creda, c'è un mondo intero dietro.

    3. L'ultima cosa da dire è che allestire due protesi come le sue non è per nulla facile, tante sono le particolarità di cui tener conto. Prima delle quali, ad esempio, il tempo trascorso dalle estrazioni e prima di allestire le protesi stesse. Un dentista queste cose le sa, e sa anche che deve mettere in conto dieci, cento, mille ritocchi. E' del tutto normale che all'inizio vi siano delle zone da ritoccare. Inoltre, anche se perfette, questo tipo di protesi va "ribasato" almeno due volte l'anno, perché si modifica la bocca. Per non parlare poi del problema occlusale, cioè di come sono montati i denti artificiali, di quale piano occlusale è stato creato, della dimensione verticale che è stata scelta, e non seguito oltre per non annoiarla con particolari tecnici.

    Io credo che, come dice il dr. Dario, lei debba in tutta tranquillità recarsi dal collega che le ha allestito queste protesi, spiegargli per bene i problemi che ha, dove fanno male, insomma tutto, ed avere fiducia nel suo operato. Il tempo ci metterà il resto. Poi certo, che se trova un muro di incomprensione e di indifferenza, non rimane che seguire l'altra strada.

    Con infiniti auguri.

  • ?
    Lv 7
    5 anni fa

    Ritorni da chi ha eseguito la protesi e, come nel tuo diritto, richiedi le modifiche necessarie. Se si rifiuta, ti consiglio di consultare altri colleghi per avere più pareri, magari farti fare dei certificati che attestino l'incongruità delle protesi e richiedergli nuovamente di intervenire. In caso di rifiuto reiterato, se hai qualche documento che comprovi che le prestazioni le ha eseguite il dentista in causa (FATTURA!) cerca un odontologo forense (la sezione ANDI della tua zona dovrebbe averne un elenco) fatti fare una perizia giurata e fagli causa. Prima però ti conviene tentare la via della conciliazione amichevole rivolgendoti ad un mediatore (l'elenco è disponibile alla Camera di commercio) anche perchè una causa civile rischia di protrarsi per anni. Se non hai NULLA che comprovi l'identità di chi ha operato o che confermi che è stato QUEL dentista a d operare, purtroppo per te non c'è nulla da fare.

  • 5 anni fa

    Praticamente ti hanno fatto una dentiera a trombetta, a parte che non ci credo molto, devo però dire che con dentisti e avvocati tutto è possibile, inoltre hanno sempre ragione loro, specie quando hanno torto, ti conviene rifare la dentatura da uno di questi due che hanno risposto, se poi non sarai soddisfatta ameno ti potrai sfogare qui.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.