Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 5 anni fa

Ansia, timidezza e paura, mi hanno rovinato questi anni, e credo che siano la causa della mia solitudine... Spero che capiate....?

Ho 21 anni, sono un ragazzo umile e sincero. Da sempre, a scuola e anche fuori, alla sola presenza di qualcuno della mia età o anche no, mi agito e mi intimidisco. Credo di non avere amici per questo, perché il fatto che sono così porta la gente ad evitarmi. L' ultimo gruppo di "amici" che ho avuto, credo che mi usasse solo a convenienza. Non sono mai riuscito a farmi rispettare. La mia autostima é stata sempre calpestata e io non sono mai riuscito a reagire, sia per "paura" , ma anche perché mi sono sempre detto tra me e me, che magari stavano solo scherzando. Molto difficilmente parlo in gruppo perché mi sento emarginato, mi sento di troppo e mi intristisco a vedere che gli altri rapportano facilmente. Non é solo questo. IO NON SO MAI COSA DIRE. Se voglio prendere confidenza con qualcuno, si percepisce la mia agitazione e vengo sempre guardato in maniera strana e difficilmente va a buon fine. Con le ragazze non ne parliamo. Ora che sto incominciando a capire la lezione, quando devo uscire, cerco di mettermi in testa che devo stare calmo, ma alla fine é sempre uguale. Non so come uscirne, cosa faccio? Non riesco a trovare lavoro e non posso permettermi uno psicologo, ne iscrivermi da nessuna parte dato che i miei non lavorano...(é una lunga storia).. I miei cugini mi dicono di trasferirmi a Torino e uno dei miei cugini, sposato con un figlio, mi vuole pagare il viaggio, aiutarmi a trovare lavoro, e addirittura mantenermi finché ne ho bisogno (dice lui) ... Ma non é Troppo ??? Ora vivo in Calabria..

3 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    Io credo che tu non ti senta a tuo agio con gli altri perché hai il bisogno disperato di piacere a chi ti sta intorno. Prova ad essere semplicemente te stesso.

    Se non hai niente da dire non per forza il problema sei tu!non hai mai pensato che possano essere le persone con cui cerchi di interagire a non trasmetterti nulla?

    Anni fa anche io ero una ragazza molto timida ed impacciata...

    Poi un bel giorno mi sono svegliata,mi son fatta coraggio e ho iniziato a guardare le persone dritte negli occhi...hai mai sentito il detto "gli occhi sono lo specchio dell anima?"

    Ecco.

    Guardandoli mi sono accorta che intorno avevo una massa di bambole ed imbeccilli noiosi e monotoni nonostante le loro mille parole e le loro infinite serate!

    Sono diventata sicura di me stessa e nessuno mi considera poco interessante,anzi...e ti assicuro che ora,se non venissi considerata una pazza,potrei attaccare bottone con chiunque!:)

    Guarda il mondo da diverse prospettive!mai e solo dalla stessa!;)

  • ?
    Lv 6
    5 anni fa

    Ma a te ti va di stare in compagnia? mi sa di no, e allora perchè ti devi obbligare a stare con gli altri?, puoi startene benissimo per i fatti tuoi, senza viverlo come un problema, senza sforzarti a fare cose che in realtà non vuoi, perchè se tu avessi davvero il piacere di relazionare con la gente, avresti degli stimoli a farlo che queste paure non avrebbero la meglio, per il momento stattene un po per i fatti tuoi, è il tuo io che te lo sta chiedendo, perchè ha bisogno di autonomia, di non dipendere da nessuno, di non dipendere dall'approvazione degli altri, ascolta il tuo disagio e per il momento stai per i fatti tuoi, quando sentirai davvero il bisogno di stare con gli altri, non avrai più questi tentennamenti e queste fobie

  • 5 anni fa

    Ciao, beh innanzitutto stai tranquillo perché è normale essere timidi e automaticamente vergognarsi sempre di più di fare qualsiasi cosa o di instaurare qualsiasi rapporto. Devi semplicemente lavorarci un po' e gestire le tue emozioni, ovviamente non è facile. Come? Questo dipende da te e dalle occasioni che hai. Io per esempio ero timidissimo, non riuscivo a fare nulla davanti a persone che non conoscevo, ero a disagio anche a chiedere informazioni, ero a disagio se c'era anche solo una persona in più tra i miei amici.. Ho risolto il tutto grazie alla scuola. Mi hanno chiesto di fare un'esperienza estiva come animatore in un villaggio turistico. Tu immagina come mi sentivo solo all'idea di fare tutta una serie di cose davanti a un sacco di persone, invece da lì mi sono sbloccato e ho ripetuto l'esperienza per altri 2 anni. Ora, a parte i vantaggi che ho nel gestire tutte le relazioni con più tranquillità, mi sento meglio anche sotto il punto di vista dei pregiudizi che gli altri possono avere. Ho imparato a fregarmene e a riconoscere chi mi merita davvero. Quindi anche tu devi trovare il coraggio di fare un grande passo, che può essere un'esperienza lavorativa, un viaggio, qualsiasi cosa che ti capiti. Ma soprattutto piangi, ridi, urla, balla, sogna, corri, salta, canta, scherza, pensa, fai tutto ciò che ti salta in testa, diventa un NON normale. Non soffrirai più così tanto perché ogni cosa ti apparirà come un bel viaggio. Una volta arrivato alla sua fine, quando riaprirai gli occhi, vedrai chi è restato ancora li a farti compagnia al tuo fianco. Buona fortuna!

    P.S.: se vuoi parlarne meglio ci possiamo sentire in privato! :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.