Pietro ha chiesto in Arte e culturaFilosofia · 4 anni fa

categorie di riferimento date da platone?

rappresenterò il modello di cità perfetta di platone con il lego ( usando una piattaforma e costruendo sette quadrati uno dentro l' altro. Naturalmente bisogna sorvolare sul fatto che Platone parla di cerchi. Lascerò uno spazio aperto in ogni quadrato per ricordare che Platone prevedeva lo spostamento sia per meriti che per demeriti da un quartiere ad un altro. E per decorazione metterò delle bandierine con le categorie di riferimento, quartiere per quartiere, date da Platone). Il fatto è che non sono sicuro di quali categorie di riferimento parli esattamente!! 10 punti e 5 stelle almigliore!

Aggiornamento:

CATEGORIE DI RIFERIMENTO CITTA' PERFETTA DI PLATONE? 10 punti e 5 stelle al migliore

2 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    Ciao Pietro, la Repubblica è un modello politico ideale fondato sull' idea di giustizia, ognuno deve svolgere solo il compito per cui è nato e la nascita determina il ruolo politico, comprende tre classi (o se preferisci categorie di cittadini) che sono distinti in base al tipo di anima che hanno (forse noi diremmo per le loro qualità morali ed intellettive), quindi, secondo me, la tua piattaforma deve comprendere solo 4 quadrati che sono: il quadrato della giustizia (quadrato al centro e base della piattaforma per dire che tutto funziona in modo giusto) e quelli delle tre classi. (Eviterei di farne 7 per evitare riferimenti alla "città del sole" di Campanella e perché probabilmente la planimetria della città ideale per Platone era simile a quella di Atene).

    Un saluto dal gatto Fritz. :)

  • 4 anni fa

    Ciao Pietro, Fritz ha ragione, come vedi anche io posso sbagliare. O meglio ricordavo male. Ero convinto che veramente nella seconda parte la città venisse divisa in sette gironi. Evidentemente mi sono confuso con Campanella. Comunque i gironi sono tre: il popolo o artigiani, e cioè coloro che assolvono al compito di raccogliere e commerciare i beni necessari alla vita; i guardiani o militari che assolvono al compito di controllare e di difendere la città; ed infine i filosofi che sono gli unici che secondo Platone possono governare la città. Scusa e a presto, Garbino.

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Garbino
      Lv 7
      4 anni faSegnala

      Ciao fritz, era solo un banale errore di distrazione. Devo ricordarmi di controllare sempre, se non si tratta di Nietzsche. Ma anche su di lui devo essere sempre cauto. Garbino.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.