Liz
Lv 4
Liz ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 4 anni fa

Quali sono le donne forti della letteratura?

Aggiornamento:

Scusatemi,intendevo i personaggi non le scrittrici

24 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Migliore risposta

    Teresa di Quando Teresa si arrabbiò con Dio di Jodorovsky

    Ursula di cent'anni di Solitudine di Marquez

    Sabina di L'insostenibile leggerezza dell'essere di Kundera me la ricorco se non 'forte' per lo meno dignitosa :)

    Olive Kitteridge dell'omonimo libro di Strout :)

    ti lascio l'incipit di Teresa :)

    anche se non so se non so se è la 'forza' che intendi tu.

    'Nel 1903 mia nonna Teresa, madre di mio padre, si arrabbiò con Dio e anche con tutti gli ebrei di Dnepropetrovsk, in Ucraina, perché continuavano a credere in Lui malgrado la micidiale inondazione del fiume Dnepr. Durante l'alluvione era morto Giuseppe, il suo figlio prediletto. Quando l'acqua aveva cominciato a invadere la casa, il ragazzo aveva spinto in cortile un armadio e ci si era arrampicato sopra, ma il mobile non rimase a galla perché era gravato dai trentasette trattati di Talmud… Dopo il funerale, inseguita dal marito e stringendo a sé i quattro piccini che le rimanevano, Giacomo e Beniamino, Lola e Fanny, fabbricati più per dovere che per passione, entrò come una furia in sinagoga, interruppe la lettura del Levitico, capitolo 19, “Parla a tutta la congregazione dei figli d'Israele, e di’ loro…”, e ruggì: “Sarò io a dirvi qualcosa!”. Irruppe nella zona che le era vietata in quanto donna, spintonando gli uomini che travolti da un terrore infantile nascosero i volti barbuti sotto i manti di seta bianca, scagliò al suolo la sua parrucca, esibendo un lucido cranio arrossato dall'ira, e appoggiando il viso rugoso sulla pergamena della Torah imprecò rivolta alle lettere ebraiche:

    “I tuoi libri mentono! Dicono che hai salvato il tuo popolo, che hai aperto il Mar Rosso con la stessa facilità con cui io taglio le carote, ma non hai fatto niente per il mio povero Giuseppe… Se quell'innocente non aveva alcuna colpa, quale monito hai voluto darmi? Che il tuo potere è illimitato? Questo già lo sapevo. Che sei un mistero insondabile, che ti devo dimostrare la mia fede accettando con rassegnazione questa sventura? Mai! Questo andrà bene per i profeti della taglia di Abramo, per coloro che possono alzare il coltello contro i loro figli, non per una povera donna come me. Con quale diritto mi chiedi tanto? Ho rispettato i tuoi 613 comandamenti, ho pensato a te senza posa, non ho mai fatto del male a nessuno, ho dato un santo focolare alla mia famiglia, ho cucinato e spazzato pregando, mi sono lasciata rasare la testa in tuo nome, ti ho amato più dei miei genitori, e tu, ingrato, che cosa mi hai fatto? Dinanzi al tuo potere di morte il mio bambino non è stato che un verme, una formica, un escremento di mosca. Non hai pietà! Sei un mostro! Hai creato un popolo eletto solo per torturarlo! Sono secoli che ridi alle nostre spalle! Basta! Ti parla una madre che ha perso la speranza e perciò non ti teme! Ti maledico, ti nego, ti condanno al tedio! Resta pure nella tua Eternità, fa’ e disfa universi, parla e tuona, io non ti ascolto più. È definitivo e per sempre: fuori da casa mia, meriti solo il mio disprezzo! Mi punirai? Se anche mi riempirò di lebbra, se anche mi faranno a pezzi, e i cani si ciberanno della mia carne, non me ne importerà nulla. La morte di Giuseppe mi ha già ucciso”.'

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Lisbeth Salander :)

    http://images6.fanpop.com/image/photos/32700000/No...

    Anna Frank

    Jane Eyre

    Emma Bovary

    Hester Prynne

    Anna Karenina

    Elizabeth Bennett

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    La madre delle quattro "Piccole donne" del romanzo della Alcott: nonostante la povertà, cresce sola le sue figlie (mentre il marito è in guerra) educandole all'indipendenza (messaggio straordinario in un tempo dove un buon matrimonio era la salvezza di tante ragazze povere).

    Ho sempre considerato forti le donne e gli uomini come lei, che fanno quel che c'è da fare, quel che è "normale" e giusto fare (senza essere eroi o eroine).

    Antigone della tragedia di Sofocle, che infrange la legge del re Creonte pur di dare sepoltura al fratello;

    "La diva Julia" del romanzo di Maugham: una donna che, nonostante sbagli e cadute, ha l'abilità straordinaria di rialzarsi sempre più grande e fiera e intoccabile. La adoro.

    Margaret Pollitt, "La gatta sul tetto che scotta" di Tennessee Williams ("Questa ragazza ha la vita dentro!");

    la contessa Olenska de "L'età dell'innocenza" della Wharton, per la sua grandezza d'animo;

    Rossella O'Hara (inutile dire perché);

    la moglie senza nome del medico in "Cecità" di Saramago: anche qui, una donna che fa quel che c'è da fare, senza troppe storie;

    e per finire Maggie Tulliver, l'immensa protagonista de "Il mulino sulla Floss" di George Eliot.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Le mitologiche amazzoni,praticamente imbattibili.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    oriana fallaci

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Carlo
    Lv 5
    4 anni fa

    oriana fallaci

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Anna frank

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • SaRiNa
    Lv 4
    4 anni fa

    Elizabeth bennet. J.Ausen

    Catherine morland. J.Austen

    Emma woodhouse J.Austen

    Jane eyre. C.Bronte

    Catherine earnsnow. (?) E.Bronte

    Semplicemente amo la Austen e le sue eroine. La mia preferita rimane la Morland, siamo troppo simili.

    Mi sono dimenticata la fantastica Rossella O'hara. (?) si scrive così? Ahah

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anna
    Lv 7
    4 anni fa

    le fiere donne dostoevskijane

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Blu.
    Lv 7
    4 anni fa

    Per ora mi vengono in mente

    Milady (I tre moschettieri-Dumas)

    Lady Macbeth (Shakespeare)

    Agnese (L'Agnese va a morire-Viganò)

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.