Arya ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 5 anni fa

0 vita sociale?

Non ho una vita sociale, ne amici. Vorrei conoscere qualcuno come me , che parte da zero, o quasi.

4 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa

    ti capisco anche io sono solo :(

  • 5 anni fa

    idem

  • Anonimo
    5 anni fa

    Eccomi

  • 5 anni fa

    Sì, mi sembra la cosa migliore: metti su un lazzaretto.

    Sei sola, un po' giù di morale, incontrati con altri peggio di te e sei a posto.

    Se vuoi imparare l'inglese, vai in Inghilterra, non cerchi italiani che lo studino con te, partendo da zero.

    Se io sono povero e voglio diventare ricco, mi inserisco con i ricchi, non con altri poveracci come me.

    Se sono solo non vado a caricarmi sulla gobba altri ragazzi soli, ma mi inserisco con gente che abbia un bel giro.

    Se questi escono in 15, non è che uscire in 16 gli crei problemi.

    Secondo me, se conosci gente allegra, con un bel giro di persone per bene, che si divertono, che abbiano anche soldi, ti inserisci con loro.

    Ti vengono a prendere, inizi a conoscere.

    A qualcuno non piacerai, ma questo capita sempre, chissenefrega.

    Se vuoi migliorare, devi sempre guardare in alto e frequentare chi sta meglio.

    Con chi è messo uguale o peggio non combini niente di costruttivo.

    Mario mi sembra in difficoltà nel capire, mi chiede di spiegare ed io lo faccio volentieri.

    Rockefeller diceva: "Meglio vivere in una scatola di scarpe, in un quartiere di ricchi, che in una bella casa, in un quartiere di poveri".

    Se io sono povero e rimango fra i poveri, che cosa sento? Lamentele... lagne... illusioni spacciate per sogni.

    come vivo? guardo la TV al bar, una birra con gli amici nei giardini... poi a casa a piedi, che non c'è più il tram.

    La gente che conosco in che cosa può darmi una mano? Un kazzo di niente! al massimo mi aiutano a spostare i mobili, quando devo dare la tinta in camera da letto.

    Mi deprimo sempre di più.

    Se frequento amici ricchi, a cui offro simpatia, onestà ,lealtà, amicizia sincera, mi inserisco in ambienti dove conosco persone che mi offrono tante opportunità.

    Vuoi fare questo lavoro? Mio padre ha un amico che può indicarti come muoverti.

    Hai questo problema? Un mio compagno di liceo è un avocato famoso, gli chiedo di darti una mano, come cortesia.

    Devi fare una visita medica? Il mio vicino di casa è un professore, ti mando nel suo studio, non ti preoccupare, il favore me lo fa.

    Non si tratta di un trasferimento di denaro, non ti regalano soldi.

    Per qualsiasi cosa, hai la possibilità di conoscere persone che possono darti una mano.

    Non è la raccomandazione, è diverso.

    Un amico avvocato ti dà un consiglio per il quale un altro legale ti chiederebbe 300 €.

    Stessa cosa un medico.

    Un amico professore universitario aiuta tuo figlio a prepararsi per l'esame.

    Devi comprare una macchina? Sei un amico, abbiamo un usato in perfette condizioni, ma per te il prezzo è diverso.

    Ti servono dei soldi per avviare un'attività? Gli amici te li prestano, quando puoi li restituisci.

    I poveracci lo farebbero anche, ma non li hanno, come fanno?

    Vuoi fare una vacanza? Lui ha la barca, uno in più non è un problema.

    Sei inserito in un giro totalmente diverso.

    Troverai anche persone con cui non andrai d'accordo, ma questo capita sempre, dall'asilo alla pensione.

    Con alcuni c'è feeling, con altri no.

    Mario, io non ti conosco, non so che gente frequenti tu.

    Posso parlare per me.

    Se uno dei miei amici porta un amico e lo presenta come un bravo ragazzo, persone onesta, tutti lo trattano come se ci si conoscesse da sempre, non viene emarginato.

    Gli amici dei miei amici, sono miei amici.

    Non ha la macchina? Qualcuno lo accompagna.

    Non ha i soldi per la pizzeria? Gli si offre un pizza, senza farlo pesare, quando potrà offrirà lui.

    domani andiamo al lago? Passiamo a prenderlo, viene con noi.

    Mario: zero + zero + zero... non fa uno.

    Si trovano 4 o 5 uno più sfigato dell'altro, non vanno da nessuna parte, kazzo parliamoci chiaro.

    Comunque, io la penso così, se tu crei un gruppo di persone sole, fai da animatore, organizzi qualcosa di carino, fai una cosa utile, bella e lodevole.

    Però fallo, non limitarti a dire che io scrivo kazzate, perchè non è della tua opinione che chi è solo ha bisogno, ma di soluzioni pratiche, che tu non offri, mi pare.

    Fonte/i: www.facebook.com/marcomerani
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.