silvia ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 4 anni fa

Trivelle si o trivelle no? mi spiegate un po' la situazione?

Mi è capitato di leggere questo articolo - http://www.meteoweb.eu/2016/03/referendum-trivelle... - e mi ah fatto un po' pensare, è davvero la scelta giusta votare per lo smantellamento di queste piattaforme? insomma.. molta gente resterebbe senza lavoro, un mucchio di soldi buttati e soprattutto molti altri da spendere, ma magari sono tutte idiozie, e io vorrei essere sicura di fare la scelta giusta, qualcuno può darmi delle delucidazioni? grazie

Aggiornamento:

mi ha*

9 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Migliore risposta

    Se la questione è sorta, significa che il problema inquinamento è reale. Dal punto di vista contrattuale sarebbe giusto che le trivellazioni cessassero alla scadenza della concessione, piuttosto che continuare sino ad esaurimento dei giacimenti. A quanto pare, la quantità di combustibile estratto da questi giacimenti non è di rilevanza determinante, poiché copre circa il 2 o 3% del fabbisogno nazionale, ma lo è, in termini di inquinamento, per i pescatori e la popolazione di quelle zone.

    Considerando che, in tutto il mondo, la questione ecologica è una priorità inderogabile, l'orientamento più saggio, benché problematico, dovrebbe essere quello di ridurre drasticamente il ricorso all'estrazione intensiva delle risorse petrolifere, preservandone "magari" una quota per le future generazioni.

    • silvia4 anni faSegnala

      Ok, sono d'accordo con te, ma se votiamo si io credo che sposterebbero le piattaforme al di fuori delle 12 miglia,cioè, se le mettono a 12,1 miglia, non inquinano lo stesso?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Ma non si vota per lo smantellamento, ma per farle smettere al termine della concessione oppure all'esaurimento del giacimento. Vale solo per le piattaforme entro le 12 miglia.

    Se si votasse si, quindi lo "smantellamento", non sarebbe mica difficile prendere le piattaforme, spostarle e ricominciare a trivellare a 12,1 miglia, l'Italia ne trarrebbe anche svantaggi economici in quanto adesso pagano un tot, fuori le 12 miglia pagano meno.

    E nel frattempo tocca continuare a comprare più gas estero (conta che alcune piattaforme sono di ENI, il cui 30% è dello Stato)

    Si deve votare NO

    • ...Mostra tutti i contatti
    • Se votiamo no la concessione finisce quando si esaurisce il giacimento.
      Quando succederà la piattaforma verrà smantellata e spostata per estrarre in altri luoghi (non per forza in Italia)
      Infatti non sono fisse e stabili, ma una volta "scese dai trampoli" vengono spostate con relativa facilità.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    a

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    4 anni fa

    vota si è meglio per l'ambiente e non è vero che verranno licenziate molte persone dato che il numero di piattaforme italiane e di persone che ci lavorano sono molto poche in relazione al problema dell'inquinamento

    • E secondo lei, una volta finita la concessione cosa succederà? Secondo lei non andranno a bucare poco oltre le 12 miglia? Secondo lei, in quei mesi di attesa fra il termine della concessione e l'inizio della nuova estrazione non andiamo a comprare gas estero? Secondo lei sarà gratis?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    4 anni fa

    Vorrei capire anche io

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • VOTA SI

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    D

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ept
    Lv 7
    4 anni fa

    si se all'azienda non interessa ricollocarli ma solo sfruttarli.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.