promotion image of download ymail app
Promoted
Claudia ha chiesto in Arte e culturaStoria · 4 anni fa

Ciao a tutti! Mi serve un aiutino?

Cos'è il colonialismo e quando é iniziato ? Chi e quando ha iniziato a colonizzare in Africa? Per quale motivo? e dv venivano deportati gli schiavi e per cosa li usavano?

Grazie per chi mi risponde in anticipo :D

2 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Risposta preferita

    Il colonialismo nacque come fenomeno storico intorno alla metà del XV secolo, quando i Portoghesi iniziarono i loro viaggi di esplorazione verso l'Africa equatoriale alla ricerca di una rotta atlantica che permettesse loro di raggiungere le Indie e di approvvigionarsi di spezie (pepe, cannella, chiodi di garofano ecc.), oro, legni pregiati, tessuti preziosi ecc. I navigatori lusitani toccarono prima le Azzorre e Madeira, poi si avventurarono nel Golfo di Guinea dove stabilirono i primi avamposti commerciali per la tratta degli schiavi, che venivano forniti loro dai re africani in cambio di armi da fuoco, alcol, tessuti, perline, specchi ecc. e acquisirono possedimenti in Brasile, Angola, Mozambico, nelle Molucche, a Timor Est, Gao e a Macao. In seguito anche la Spagna colonizzò i Caraibi, il Messico e l'America centro-meridionale, mentre nel Pacifico si impossessava delle Filippine. A questa prima ondata colonizzatrice ne seguirono altre. Le Province Unite o Paesi Bassi crearono un impero coloniale nelle Indie orientali olandesi (attuale Indonesia) e avamposti commerciali come Nieuw Amsterdam (l'attuale New York), nella zona di Città del Capo in Sudafrica, a Recife e nella Guyana olandese (odierno Suriname), oltre che nelle Antille olandesi. Anche la Francia e l'Inghilterra non si sottrassero a questo tipo di competizione: la Francia esplorò e colonizzò alcune isole dei Caraibi, la valle del fiume San Lorenzo in Canada e la valle del Mississippi, e stabilì insediamenti commerciali in India. La Gran Bretagna invece fondò colonie in America del Nord, strappò il Québec ai Francesi, si impadronì della Giamaica e creò un vasto impero coloniale. Mentre le Potenze iberiche declinavano, la Gran Bretagna e la Francia si rafforzavano sempre più. Gli schiavi africani venivano deportati dagli Inglesi nelle piantagioni di cotone e tabacco del Nordamerica e dei Caraibi, mentre Spagnoli e Portoghesi li impiegavano nelle loro piantagioni e nelle miniere d'oro e d'argento del Sudamerica. Questi prodotti venivano poi esportati in Europa chiudendo una sorta di triangolo transatlantico. Sebbene la Gran Bretagna avesse perso le colonie nordamericane con la Guerra d'Indipendenza americana (1775-1783), compensò ampiamente questa perdita con la conquista dell'India, di Ceylon, dell'Australia, della Nuova Zelanda, del Canada, della Malesia e con la colonizzazione dell'Africa, impossessandosi, verso la fine del XIX secolo, di una vasta fascia di territori che andavano dall'Egitto fino al Sudafrica. La Francia invece (sempre nella seconda metà del XIX secolo) conquistò l'Indocina e l'Africa settentrionale, occidentale ed equatoriale francese, oltre ad alcuni arcipelaghi nell'Oceano Pacifico (Polinesia francese) e al Madagascar. La colonizzazione inizialmente serviva solo a procurare schiavi neri per le piantagioni di cotone, tabacco, té e canna da zucchero nei Caraibi e nelle Americhe; col progresso delle tecnologie nel campo degli armamenti, dei trasporti e della medicina gli Europei (inclusi Belgi, Tedeschi e Italiani) riuscirono a creare imperi coloniali africani da cui ricavare materie prime per le industrie dei rispettivi Paesi e manodopera a basso costo. Tuttavia le due Guerre Mondiali favorirono la nascita di movimenti nazionalisti e indipendentisti nelle colonie africane e asiatiche e, dopo il 1945, un processo di decolonizzazione che portò alla nascita di nuovi Stati.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • la colonizzazione del continente africano è iniziata in grande stile dal 1850 in poi i principali colonizzatori furono Francesi e Inglesi e in misura minore Portogallo Belgio e Italia in ritardo l' Impero Tedesco dopo il 1871 il motivo era semplice espansione territoriale prestigio e risorse. Per quanto riguarda gli schiavi venivano mandati nelle americhe perchè serviva manovalanza agricola nelle colonie

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.