Se si incentivano le pale eoliche e i pannelli solari per caricare le batterie delle macchine e se si incentivano i lavori per isolare le?

case dal freddo e dal caldo, non avremo più bisogno di petrolio e fra pochi anni saremo tutti ricchi, o no?

7 risposte

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    Saremo tutti ricchi.. No. Molto più autonomi però sì. Da ingegnere ambientale posso dire che purtroppo fare queste strategie energetiche su larga scala è un bel casino! Troppi interessi economici e politici, che nel 99% dei casi prevalgono su quelli tecnici e ambientali. Piuttosto è molto meglio agire a basso livello cioè ogni provincia o comune investe per il risparmio energetico, ricerca (è grazie a quella che andiamo avanti), quindi dimentichiamoci del protocollo di Kyoto e simili o direttive europee, al giorno d'oggi non è così che si cambia. Qualcuno non lo firma e gli altri cambiano idea dopo, quindi non si risolve il problema.

    Quindi occorrono piccoli interventi a livello locale o poco più, si evita di sprecare soldi e almeno quel poco viene realizzato! Tanti interventi su scala locale è come un grande intervento a scala globale, col vantaggio che non c'è un'unica persona o ente che controlla e decide tutto (cambiando idea come gli pare, simile ad una dittatura) ma ogni comune o provincia interviene sul proprio territorio.

    L'eolico e il fotovoltaico (solare termico e fotovoltaico ricordo che sono due cose diverse!!) hanno diversi svantaggi, non per essere pessimista ma nella realtà non costituiscono veramente l'idea dell'energia pulita, il fotovoltaico richiede materiali specifici e costi energetici elevati per realizzare i pannelli, l'eolico non si adatta ovunque e ha problemi (es. rumorosità..) oltre al fatto che per entrambi l'efficienza energetica è piuttosto ridotta.

    A breve termine ci vogliono piccoli interventi a scala locale (anche realizzare percorsi ciclabili e pedonali fatti bene, per le distanze non eccessive riduce molto il traffico di veicoli), a lungo termine bisogna assolutamente investire nella ricerca, eolico e fotovoltaico ora si possono considerare delle belle idee, da migliorare e perfezionare prima di usarle a larga scala, altrimenti sono più i danni dei benefici (costi elevati per aver qualcosa di mediocre). L'isolamento termico degli edifici nel comlesso va già bene, almeno per le nuove realizzazioni, ovviamente c'è il problema che non si può distruggere i centri storici delle città perchè non sono efficienti dal punto di vista energetico, nei limiti del possibile si interviene per ridurre alcuni sprechi ma non sarà mai come un edificio nuovo.

    Aggiungo infine che il petrolio ci sarà finchè vivremo e anche per i nostri figli e nipoti (non doveva finire veso il 1973? Solamente strategie di mercato e speculazione..), sta a noi decidere se vogliamo continuare ad usarlo (per comodità, ma arricchendo e dando potere a qualcuno, oltre che danneggiare l'ambiente).

    Fonte/i: [ingegnere per l'ambiente e il territorio]
  • 5 anni fa

    Non credo che bastino i pannelli solari ad alimentare le automobili (non sono un fisico quindi non ne sono sicuro), ma se così fosse c'è chi impoverirebbe (perdita del lavoro) e chi invece (l'80% magari) diventerebbe ricco :)

  • 5 anni fa

    Ma a me piace il petrolio

  • NeVe
    Lv 7
    5 anni fa

    Che! è che la politica attuale non ha buonsenso...solamente avidità

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 7
    5 anni fa

    NO.

  • Nick
    Lv 7
    5 anni fa

    no

  • irene
    Lv 7
    5 anni fa

    Il petrolio si sta esaurendo, le lobby petrolifere stanno facendo ostracismo a oltranza sulle fonti alternative, quindi fra pochi anni saranno i petrolieri ad essere molto molto ricchi (meno ce n'è e più costa).

    Nel breve periodo non succederà nulla di così radicale come soppiantare il petrolio coi pannelli.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.