Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 5 anni fa

Lingue e sbocchi lavorativi..?

Ciao a tutti. Mi sto informando sull'università da scegliere e sui possibili sbocchi lavorativi, essendo prossima alla maturità. Ciò che mi piacerebbe in assoluto fare è lavorare con le lingue, tuttavia informandomi in giro ho recepito che solo una laurea in lingue non è che sia così utile in termini di lavoro. Mi sapreste consigliare anche in base alla vostra esperienza, che percorso di studi è più conveniente fare e quali sono i lavori connessi con le lingue migliori e ben remunerati?

MI ha sempre affascinato il lavoro del traduttore o dell'inteprete ma quello che percepisco è che siano lavori precari, non fissi e soprattutto remunerati male. E' vero?

Una laurea in lingue e commercio è utile? E una in scienze del turismo? Inoltre, mi ero informata anche sulla mediazione culturale.. qualcuno saprebbe darmi qualche altra informazione su questo lavoro?

1 risposta

Classificazione
  • 5 anni fa
    Risposta preferita

    la laurea in lingue, in termini di opportunità lavorative, è pari a quella in lettere, e cioè opportunità quasi esigue. Ti spiego perché: a lingue non ti insegnano mica l'inglese, lo spagnolo o il tedesco, gli esami sono tutti di letteratura italiana e straniera, e di linguistica, ossia dello studio del linguaggio umano, che è ben diverso dallo studio della lingua per impararla.

    Conosco molte persone laureate in lingue che qui in italia non hanno trovato nulla, perché se ci pensi, chi può assumere qualcuno che magari ha una gran cultura di letteratura straniera, ma che non conosce perfettamente nessuna lingua? E' un corso di laurea teorico e poco pratico

    Io ti consiglio di informarti sulla facoltà di mediazione linguistica: è diversa da lingue, qualcosina in più ti insegna, e se ti fai un erasmus di un anno o un master all'estero, la lingua te la impari. E' fondamentale che tu sappia che per impararti l'inglese o il francese, devi andare sul posto a imparartelo, l'università questo non te lo insegna. E' chiaro che hai bisogno anche del pezzo di carta, ma che appunto il pezzo di carta ti aiuti e ti orienti verso lo studio della lingua che poi impari sul posto

    sono molto ricercate nel mondo del lavoro lingue come ad esempio il russo, ma soprattutto l'arabo. Lingue orientali, se la fai bene e la integri con corsi all'estero, è una laurea molto spendibile

    scienze del turismo e mediazione culturale non ci pensare proprio

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.