Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Io non riesco a trovare una spiegazione ai miei dubbi...?

Da un pò di tempo seguo delle sedute di psicoterapia perchè ho un disturbo di personalità che non mi fa comprendere e amare le relazioni sociali.

Il mio psicoterapeuta mi dice che il mio cervello nonostante per il 90 per cento io ragioni da donna e quindi le mie scelte di natura emozionale, c'è la parte razionale che mi ''fa soffrire'' in quanto avendo 24 anni dovrei avere maturato una coscienza e bagaglio esperienziale tale per il quale io non dovrei soffrire in maniera tale da farmi venire la depressione. In realtà io sono divisa tra quello che avrei voluto essere e tra quello per il quale io sono agli occhi degli altri e alle sovrastrutture che hanno intorno a sè. E fin qui posso sopportare il dolore della razionalità se cosi' si possa identificare. Ma non riesco a capire il passaggio fra la socializzazione con un uomo e il perchè identifichino ''la perfezione'' con l'essere come la modella o sul fatto che dobbiamo essere sempre impeccabili. Un ragazzo dell'autoscuola dice che io faccio di tutto per piacergli e si è messo a ridere sul fatto che avevo i fermagli messi male come indice di imperfezione. Ma nemmeno voi siete perfetti anzi e come vi permettete di fare e dire ciò che volete?

Aggiornamento:

*le mie scelte siano di natura emozionale

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    5 anni fa
    Risposta preferita

    "c'è la parte razionale che mi ''fa soffrire'' in quanto avendo 24 anni dovrei avere maturato una coscienza e bagaglio esperienziale tale per il quale io non dovrei soffrire in maniera tale da farmi venire la depressione".

    Allora. Questa è una stronzata. A 24 anni sei una ragazzina o poco più e, anche quando, l'età non è nemmeno un elemento rilevante quando si parla di depressione. Che tu non "dovresti" soffrire così a causa della tua insicurezza e dei conseguenti problemi di interazione sociale che vivi è profondamente sbagliato da dire. Detto questo, il resto della tua domanda è il classico discorso sulla superficialità umana che è vero, giusto, ma che non deve essere il centro del tuo interesse. La società narcisistica e superficiale è un problema antropologico che, per quanto causi enorme stress a molti, deve prescindere dal diventare il nostro personale problema con il mondo. Quello che cerco di dirti è di trovare semplicemente la serenità. Che sia con lo psicoterapeuta (che comunque non è dio, per cui non farti influenzare troppo nemmeno da lui/lei) o da sola, trova la tua tranquillità personale e non lasciare che il caos del mondo diventi il tuo caos personale (mettendo in conto che nessuno riesce mai a raggiungere la tranquillità a 360 gradi).

    E rispondendo alla tua ultima domanda: nessuno è perfetto. Soprattutto quelli convinti di esserlo.

    In bocca al lupo e stai tranquilla, che non c'è niente che non vada in te. Hai solo bisogno di lavorare un po' su te stessa come tutti quanti a questo mondo, per essere più felice.

    --------------------------------------------------------------------------------------------------

    Signorina. Pensi troppo. E temo che potrebbe essere stato il tuo psicoterapeuta ad analizzare così tanto ogni aspetto di te da portarti a fare lo stesso con il mondo (anche se è una mera ipotesi la mia. Dovrei conoscere meglio la situazione). I ragazzi di cui parli sono semplicemente e con ogni probabilità, un po' arroganti. Giovani sicuri di sé. Ma questo non li rende migliori di te, né tantomeno perfetti. Rende loro più semplice il vivere sociale e l'essere sé stessi, tutto qui. Ma non è nulla di straordinario o di cui tu debba sentirti deficitaria. Ognuno deve pensare a sé stesso e non agli altri. Non psicanalizzare ogni cosa perché finirai con il fumo che ti esce fuori dalle orecchie. Cerchi una spiegazione perché è una cosa che ti stressa e vuoi conoscere i motivi più reconditi della "causa" del tuo stress. Ma non è così che funziona. E' non è una cosa che ti aiuterà ad essere più serena. Il mio consiglio è di fregartene e di concentrarti su te stessa e su come goderti il meglio di TE. A prescindere dagli altri. Buona fortuna

    Fonte/i: Laurea in medicina, specializzazione quasi terminata in psichiatria.
  • Anonimo
    5 anni fa

    Ma te la rasi la fichetta amo

  • Adam
    Lv 5
    5 anni fa

    Se ci pensi ancora significa che devi lavorare sulla tua autostima, e non devi dar credito a tutto quello che ti dicono gli altri.

  • ?
    Lv 4
    5 anni fa

    Non so dirti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.