Coffee
Lv 4
Coffee ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 4 anni fa

Da dove partire per scrivere un libro?

da diverso tempo mi piacerebbe scrivere un libro... solo che non riesco ad individuare un argomento... non so se dovrei parlare della vita privata (ma non ci sarebbe molto da dire e poi non riesco molto ad aprirmi su queste cose), oppure inventarmi una storia da zero ma non so proprio da dove cominciare... a scuola ero brava nei temi ma ovviamente erano un'altra cosa, e soprattutto non ho un vocabolario molto ampio:/ insomma accetto tutti i consigli!

Aggiornamento:

grazie, vi sto seguendo tutti e facendo tesoro dei vostri consigli, quando lo riterrò opportuno assegnerò la migliore risposta anche se sarà difficile.

Aggiornamento 2:

non so se può essere utile a capire se ho talento, ma fin da piccola, ero in grado di scrivere racconti (naturalmente brevi, adatti alla mia età) partendo da parole completamente disconnesse tra loro e unendole in un racconto!

7 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Risposta preferita

    Prima di risponderti, spero non tardivamente, un'osservazione sulle 5 risposte che ho letto.

    Si dividono in due categorie: c'è chi ti fornisce consigli su come scrivere un mezzo capolavoro e chi ti fornisce consigli o incoraggiamenti su come iniziare a scrivere un semplice libro.

    Visto che tu domandavi come iniziare a scrivere un semplice libro e non un mezzo capolavoro, ti dirò cosa ne penso.

    Intanto concordo con chi ti ha consigliato di iniziare con un racconto.

    Lo spunto può essere un'idea, ma non necessariamente. Se si senti una specie di fuoco dentro, un bisogno impellente di scrivere, può anche succedere che tu, senza avere un'idea precisa, ti metta davanti al monitor o, se scrivi a penna, al foglio di carta, e ti metta a scrivere quasi a caso. Dico "quasi" perché appena inizi a scrivere una fra le idee che facevano parte del fuoco che si agitava dentro di te e che nemmeno sospettavi di avere si fa viva. A volte invece ci vuole l'idea di una storia, o di un personaggio, come già ti è stato suggerito. Dipende dai casi.

    Molto dipende anche da cosa si intende scrivere. Io personalmente scrivo racconti o romanzi tendenti al surreale, e incentrati sugli aspetti psicologici e a volte filosofici della vita, quindi nel mio caso influisce molto la fantasia, supportata da un po' di riflessione e di attenzione per quanto succede dentro di me e in chi mi sta più vicino. Tutte cose che a me vengono spontanee. Ti consiglio di iniziare appunto da ciò che ti riesce più spontaneo e naturale. Almeno all'inizio non forzare te stessa.

    Scrivere è bello a prescindere. E' bello anche se non pubblichi e se ti leggono solo i tuoi amici. A volte si scrivono delle cose riuscite: quando capita e dopo un po' le rileggi ti dici "cavolo, l'ho scritto io!" ed è una sensazione bellissima Quando non sono riuscite, pazienza, non le fai leggere a nessuno: vuol dire che in quel momento non sei riuscita a tirare fuori il meglio di te, però qualcosa hai tirato fuori lo stesso.

    Ho letto alcuni suggerimenti molto interessanti e sono cose che ho fatto anch'io. Ma non all'inizio. Tipo, leggere romanzi di bravi scrittori con spirito analitico per apprendere la loro tecnica narrativa al fine ultimo di migliorare la mia. E' certo un bel suggerimento. Ed è una cosa che ho fatto anch'io. Ma secondo me è una cosa che va fatta in un secondo momento, quando desideri migliorarti. All'inizio ti conviene lasciarti andare. Scrivi, segui il tuo istinto. E scrivi di getto. Cerca magari di fare una piccola revisione stilistica quando hai finito o mentre procedi (dipende dalla lunghezza di quanto scrivi). Dopo un po' di giorni riprendi in mano quanto hai scritto. Se ti soddisfa, vuol dire che sei sulla buona strada. Previa ulteriore revisione stilistica, puoi già far leggere a qualcuno quanto hai scritto. Se non ti soddisfa poniti la seguente domanda: mi è comunque piaciuto scrivere? Se ti è piaciuto riprendi a scrivere. Sarai tu la prima a trovare le cose da fare per migliorarti.

    Insomma, forza e coraggio, fragola!

    Benvenuta nel club degli scrittori!

    Ciao

  • Val
    Lv 5
    4 anni fa

    Vedi, secondo me è l'approccio che è sbagliato. Non si scrive un libro perché un giorno ci si sente di scrivere, lo si inizia a scrivere soltanto quando (e perché) ci è venuta un'idea. O meglio, un messaggio da trasmettere, una storia, un personaggio che ti rimbomba nella testa urlandoti di metterlo su carta. Non ha senso cercare l'ispirazione se non si sa neppure di che cosa si vuole parlare!

    Il mio consiglio è, nel frattempo, di metterti a leggere tanto, tantissimo. Riempi la tua immaginazione di visioni, spunti inespressi, studia il modo di scrivere degli altri cercando di capire come loro possono aver trovato la loro storia, la loro idea, come possono aver realizzato personaggi tanto realistici. E, mi raccomando, nel farlo mettiti a leggere scrittori bravi, sennò il tuo stile ne risentirà. Soltanto quando avrai un bagaglio culturale abbastanza ampio sarai in grado (se c'è talento, là sotto, non capita a tutti... mi spiace dirtelo ma fare i temi a scuola è tutto un altro mondo dallo scrivere un romanzo senza traccia e senza professori a darti l'ok) di farti venire un'idea, verrà spontaneamente... DEVE venire spontaneamente.

    A quel punto, sarà tutta una questione di bravura. Perché non basta l'argomento, o la storia, a decretare la perfezione di un libro: serve anche essere abili scrittori. E questo lo scoprirai soltanto scrivendo. Quando ti sentirai pronta. Dopo aver letto tanto (ricordo che la Rowling sosteneva che bisognasse aver letto almeno 100 libri per poter scrivere un libro proprio, e almeno 200 per il secondo) inizia testando le tue capacità mettendoti d'impegno su qualche racconto, prima di puntare a libri veri e propri. Comincia facendo esperienza pian piano. Nessun grande libro è nato dal giorno alla notte per l'ispirazione di un momento! Quasi sempre si tratta di un lavoro di fino, lungo e impegnativo, che evolve continuamente tanto più aumentiamo il nostro bagaglio di emozioni, visioni, conoscenze.

    L'immagine dello "scrittore illuminato dalla musa ispiratrice all'improvviso" non è che una favoletta. Basta leggere come gli autori parlano del loro lavoro per capire quanto ci si sbagli, in merito. Ti consiglio la lettura, per esempio, de "Il mestiere di scrivere" di Carver, "Nuotare sott'acqua e trattenere il fiato" di Fitzgerald, "On writing" di King e "Nel territorio del diavolo" della O'Connor.. sicuramente dalle loro esperienze potrai imparare tanto!

  • 4 anni fa

    un libro a volte nasce da anni e anni di stesure , io sono un blogger , a volte mi annoto le riflessioni altrimenti si scordano, un po come fanno tutti gli scrittori, poi dipende se vuoi scrivere una storia o un insieme di storie o parlare del presente o del passato, farlo in chiave ironica o coerente , ci sono mille fattori per impostare un libro , ti consiglio di crescere un po e vedere se hai la vena ...molti scrittori del passato srivevano in seguito ad un viaggio ...comunque credo che sia una cosa legata alla perosnalità quasi tutti gli scrittori avevano problemi sociali o di salute

  • 4 anni fa

    Ottimo il commento di Val.

    Ci vuole soprattutto talento...oltre alla passione. Poi dipende,devi anche studiare per documentarti e rendere credibile la storia.

    Anni fa,scrissi un piccolo romanzo ambientato durante la seconda guerra mondiale,pur non avendone le capacità ma solo per pura passione.

    A parte che mi sono documentata tantissimo,ma ho anche fatto una bella chiacchierata con chi la guerra l' aveva vissuta di persona.

    Ho pensato poi ad una storia d' amore complicata tra uno sudente di Letteratura e una donna sposata,prigioniera di un matrimonio di convenienza,e dell' angoscia di non essere all' altezza del suo compito di moglie e madre di due figli adolescenti. I due si incontrano quando lo studente si rifugia in casa di questa donna,dopo l' armistizio con il marito assente e prigioniero dei fascisti.

    Storia d' amore struggente.

    Non l' ho mai fatto leggere a nessuno,perché li c' è racchiusa la mia anima.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    Vai su Wattpad e incomincia a scrivere racconti brutti; se poi vedi che sono belli e di buona qualità, puoi prendere in considerazione l'idea di scrivere un libro.

  • 4 anni fa

    proprio come fare un tema a libero testo...solo fantasia

  • 4 anni fa

    Dal titolo!

    Può sembrare una presa in giro, ma credimi, trova un bel titolo e le parole usciranno da sole.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.