Perché non scriviamo un bel racconto tutti assieme?

Ognuno scrive qualcosa, unica regola: bisogna seguire il filo della storia dell'utente che vi precede (classificazione/ MENO RECENTE) per il resto avete carta bianca,vediamo cosa ne esce.

Mary era molto spaventata, un rumore l'aveva svegliata nel cuore della notte.

Continuate *-* io torno dopo.

Prevedo qualcosa del genere:

1 risposta

🙋Furgaro: non leggo racconti.

(40 giorni dopo)

Aggiornamento:

Qualcuno ci sveli chi c'era davanti a Mary..please!!

Grazie per i tentativi precedenti intanto 😊

Aggiornamento 2:

Cosa vorrà fare Mary pensando alle tante lame in cucina? Non lasciatemi sul più bello *-*

Aggiornamento 3:

Pare che la dolce Mary ci abbia lasciato, ora sta a voi decidere se la chiazza rossa era effettivamente la sua(magari ha schivato per un pelo l'autotreno e la chiazza era di un cerbiatto, tipo) o stravolgere la storia.

Aggiornamento 4:

Ma che è successo? avete reinventato un'altro racconto? nuuuu era la storia di Mary,c'era una sola regola da rispettare: seguire il filo!!

-.-

Aggiornamento 5:

Ok ora siamo ad un punto critico, abbiamo due versioni: Mary in preda alle allucinazioni che fa pensieri strani riguardo al suo medico curante e Mary scampata alla morte che si innamora dell'autista del camion che l'ha soccorsa. Come possiamo fare per sciogliere la matassa?

19 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Risposta preferita

    [#1] - Vampirla

    C'era una volta una ragazza di nome Mary innamorata di un tizio morto assassinato brutalmente da una vampirla...

    [#2] - S-piffero

    Chetifrega (l'ex trapassato) se n'è fregato fin da principio, di Mery e del suo spavento. Ormai era l'alba e tutti gli zombie morti della sera prima ormai dormivano. Serviva qualcosa per spaventarla a morte per non farli tornare in vita...Ci pensò un rumore nella notte. Mery pensava che a Chetifrega non importò nemmeno d'esser stato brutalmente assassinato. Tanto, sarebbe tornato

    a tormentarla al calare del sole...

    [#3] - Pallanzogna

    Mary era molto spaventata, un rumore l'aveva svegliata nel cuore della notte. Vivere da sola aveva i suoi vantaggi, ma in cicorstanze come queste non le sarebbe dispiaciuto avere qualcuno che la proteggesse. Ma non c'era nessuno, quindi Mary si fece coraggio, scese dal letto e si diresse verso la cucina, da dove proveniva il rumore sospetto. "Sarà solo un cane randagio" si ripeteva Mary, ma quando arrivò in fondo al corridoio, cacciò un urlo spaventoso. Davanti a lei c'erano...

    [#4] - StellaS!

    ... due occhietti nocciola! Era un cucciolo di cane bello come il sole. Mary, non aveva mai visto un esserino tanto tenero e neppure tanto affamato. L'angolo destro del tappeto in cui Mozart -questo era il suo nome- stava accucciato, aveva segni evidenti di smangiucchiamento.

    Mary sorrise...

    [#5] - Michelle Doc ❀ ✿ ❁

    Da quel momento in poi, quel cucciolo dolcissimo e spaventato, avrebbe trovato conforto tra le braccia della sua neo padroncina.

    Briciola...si sarebbe chiamata cosi

    Penso' Mary, allungando l' occhio verso la foto della persona che aveva amato e che ora l' aveva abbandonata.....

    Una lacrima scese sul suo viso...

    [#6] - Allegrondo

    Uuuhhh! Un 'Cadavere Squisito' esclamò Mary pensando al suo ex ammazzato... pensò si fosse "reincarnato" nel cane...

    Lei adora i Cadaveri! Squisiti! (La follia comincia ad emergere)

    Ehm, però nella penombra della stanza il "giochino" di lumi e ombre della ragione raggiunge vette di difficoltà degne di Bartezzaghi.

    [#7] - Giorgio ɢ

    ...e così riguardò il suo nuovo compagno... briciola... mozart... poco importava il nome. Nel collare c'era scritto "Ronaldo". Quantomeno poteva affermare che ci fosse almeno un cane a farle compagnia. La determinazione di quel cane di fronte al patimento della fame le infuse coraggio. Si asciugò le lacrime e riguardò la bestia, questa volta umana, che l'aveva abbandonata. Pensò alle tante lame presenti in cucina. Sapeva cosa fare..

    [#8] - Fil

    Si, era giunto il momento.. Ripensò alla sua vita , dalle botte del padre era passata alla violenza psicologica inferta da un uomo che lei "amava", un legame di sudditanza, malato , un maltrattamento invisibile che non lasciava lividi e tagli sulla pelle ma che stracciava l'anima in mille pezzi, che distruggeva : Il mostro, dopo aver svolto il suo sporco lavoro, aveva pure deciso di lasciarla, così, su due piedi, senza soldi, senza casa, senza famiglia, senza amici; per lui lei aveva rinnegato tutto il suo passato ..

    Quel piccolo cane! un piccolo cane smarrito poteva essere un segno della Provvidenza ? Anche lui alla ricerca di un futuro migliore, in fondo come lei...

    Mary guardò i coltelli, li accarezzò, nel gelo della notte erano ancora più freddi del solito, immaginò carni straziate, sangue, vedetta .. ma c'era il cucciolo che aveva fame !!

    [#9] - Princy

    Poi da lontano vide un uccello con un'ala spezzata, era il povero sasa, le fece tenerezza , lo raccolse da terra e lo curó affinché potesse di nuovo volare, lui la ringraziò e le disse che da quel giorno sarebbero diventati grandi amici inseparabili, finché una mattina d'autunno successe una cosa strana....

    [#10] - Cassiopea

    Aperse gli occhi e vide Sasa appollaiato sopra il comodino. Si guardarono per qualche istante... sorridorono...

    ... balzò giù dal letto di colpo. Si girò verso Sasa e disse "sento che sta per succedere qualcosa di speciale!"

    - scoppiò a ridere -

    ... alzò le braccia con fare gioioso e gridò "YEAH!!!" (xD)

    ...corse verso la finestra, aprì le persiane... e guardando il cielo, rimase incantata dallo sguardo del Sole (Nonno Billl) che la guardava intensamente.

    Sasa si commosse ... vedeva l'amore! :')

    Scattò una foto.

    Gli occhi di Princy brillavano così tanto che il Sole perse la vista per qualche secondo... non riusciva più a vederla...

    Sasa volò verso il sole...

    ... gli regalò un paio di occhiali da sole. (xD)

    ... e la foto di un'istante indimenticabile... incantevole.

    [#11] - Joe Black

    Per un breve momento Mary credette di essere Princy l'uccellatrice (postumi di un TSO che sovente l'alienava dalla realtà).... Il cane prese le sembianze di un uccello innamorato di lei e il sole le sembianze di suo nonno... I maltrattamenti subiti in passato da quel verme di Chitefrega la legavano ai terrori, alle sue allucinate fantasticherie; perciò Mary assumeva nei confronti della ragione una regressione in grado di ricondurla entro il dominio rassicurante dell'inventiva... I coltelli erano ancora fra le sue mani... Mary era confusa, disorientata...ad un tratto balenò nella sua mente l'immagine di Jerryll (il medico che l'aveva tenuta lungamente sotto osservazione in manicomio)... Persa fra i suoi pensieri, un rumore stridulo di freni la riportò in sè, lasciò cadere i coltelli e chiamò il cane "MOOZART! BRIIIICIOLA! RONALDOOO! Dove sei?"...

    [12#] - Christiane

    Il cane fuggì, Mary gli corse dietro, attraversò la strada e non si accorse dell'autotreno che sopraggiungeva, un grande botto e di Mary rimase solo una chiazza rossa sull'asfalto....

    ... Il cucciolo si avvicinò, annusò il sangue..... non era sangue, cominciò a leccare il pomodoro caduto....

    [#13] - AlgAfo

    L'autista del camion si fermò e corse disperato a vedere che tragedia era successa, vide il cane che leccava il rosso pomodoro che ne era caduta una cassetta, si voltò e vide la ragazza con una macchia di sangue sui capelli, immobile, disperato cercò di rianimarla, ma lei non si muoveva,

    lui prese una decisione, la caricò sul camion per portarla a una guardia medica più avanti.

    Nel frattempo la ragazza si riprese, lui che pensava poteva essere morta l'abbracciò riconoscente, vide che non era sangue, le fece bere il caffè che portava sempre con se, (preparato da una vicina di casa, Wanial) la ragazza si riprese del tutto e presero a parlare e lui raccontò che non aveva più nessuno e lavorava per una ditta agricola-biologica.

    Stavano vicino casa di lui e convennero di passare la notte li per riprendersi.

    Ma i ragazzi si piacquero, piangere ogni sera per la lunga solitudine aveva fatto il miracolo, si abbracciavano, in quel momenti non pensavano nemmeno a Briciola, che però con molta fatica li aveva seguiti

    e nel cuore della notte li svegliò.

    Finalmente la felicità aveva pervaso quella casa !

  • 4 anni fa

    Ma anche tu, Jade, cosa pretendi? Sono giochini troppo difficili per l'utenza answeriana! :-))

    Chetifrega non ha letto le regole, La Vampirla ha mischiato tutto, S~Piffero è la solita anarchica; ci vuole qualcuno che riporti un po' di rigore! E che diamine!

    Dunque, ritentiamo:

    Mary era molto spaventata, un rumore l'aveva svegliata nel cuore della notte. Vivere da sola aveva i suoi vantaggi, ma in cicorstanze come queste non le sarebbe dispiaciuto avere qualcuno che la proteggesse. Ma non c'era nessuno, quindi Mary si fece coraggio, scese dal letto e si diresse verso la cucina, da dove proveniva il rumore sospetto. "Sarà solo un cane randagio" si ripeteva Mary, ma quando arrivò in fondo al corridoio, cacciò un urlo spaventoso. Davanti a lei c'era...

  • 4 anni fa

    Davanti a lei due occhietti nocciola! Era un cucciolo di cane bello come il sole. Mary, non aveva mai visto un esserino tanto tenero e neppure tanto affamato. L'angolo destro del tappeto in cui Mozart -questo era il suo nome- stava accucciato, aveva segni evidenti di smangiucchiamento.

    Mary sorrise...

  • 4 anni fa

    Provo a riprendere il filo.

    [#1] - pallanzogna

    Mary era molto spaventata, un rumore l'aveva svegliata nel cuore della notte. Vivere da sola aveva i suoi vantaggi, ma in cicorstanze come queste non le sarebbe dispiaciuto avere qualcuno che la proteggesse. Ma non c'era nessuno, quindi Mary si fece coraggio, scese dal letto e si diresse verso la cucina, da dove proveniva il rumore sospetto. "Sarà solo un cane randagio" si ripeteva Mary, ma quando arrivò in fondo al corridoio, cacciò un urlo spaventoso. Davanti a lei c'era...

    [#2] - StellaS!

    Davanti a lei due occhietti nocciola! Era un cucciolo di cane bello come il sole. Mary, non aveva mai visto un esserino tanto tenero e neppure tanto affamato. L'angolo destro del tappeto in cui Mozart -questo era il suo nome- stava accucciato, aveva segni evidenti di smangiucchiamento.

    Mary sorrise...

    [#3] - Michelle Doc ❀ ✿ ❁

    Da quel momento in poi,quel cucciolo dolcissimo e spaventato,avrebbe trovato conforto tra le braccia della sua neo padroncina.

    Briciola...si sarebbe chiamata cosi

    Penso' Mary,allungando l' occhio verso la foto della persona che aveva amato e che ora l' aveva abbandonata.....

    Una lacrima scese sul suo viso...

    [#4] - Giorgio ɢ

    ...e così riguardò il suo nuovo compagno... briciola... mozart... poco importava il nome. Nel collare c'era scritto "Ronaldo". Quantomeno poteva affermare che ci fosse almeno un cane a farle compagnia. La determinazione di quel cane di fronte al patimento della fame le infuse coraggio. Si asciugò le lacrime e riguardò la bestia, questa volta umana, che l'aveva abbandonata. Pensò alle tante lame presenti in cucina. Sapeva cosa fare..

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 7
    4 anni fa

    Chetifrega se n'è fregato fin da principio, di Mery e del suo spavento. Ormai era l'alba e tutti gli zombie morti della sera prima ormai dormivano. Serviva qualcosa per spaventare a morte pure loro e farli tornare in vita...Ci pensò la Vampirla...A Chetifrega non importò nemmeno d'esser stato brutalmente assassinato. Tanto, sarebbe tornato.

  • AlgaFo
    Lv 7
    4 anni fa

    Capitolo dopo Chris :

    L'autista del camion si fermò e corse disperato a vedere che tragedia era successa, vide il cane che leccava il rosso pomodoro che ne era caduta una cassetta, si voltò e vide la ragazza con una macchia di sangue sui capelli, immobile, disperato cercò di rianimarla, ma lei non si muoveva,

    lui prese una decisione, la caricò sul camion per portarla a una guardia medica più avanti.

    Nel frattempo la ragazza si riprese, lui che pensava poteva essere morta l'abbracciò riconoscente, vide che non era sangue, le fece bere il caffè che portava sempre con se, (preparato da una vicina di casa, Wanial) la ragazza si riprese del tutto e presero a parlare e lui raccontò che non aveva più nessuno e lavorava per una ditta agricola-biologica.

    Stavano vicino casa di lui e convennero di passare la notte li per riprendersi.

    Ma i ragazzi si piacquero, piangere ogni sera per la lunga solitudine aveva fatto il miracolo, si abbracciavano, in quel momenti non pensavano nemmeno a Briciola, che però con molta fatica li aveva seguiti

    e nel cuore della notte li svegliò.

    Finalmente la felicità aveva pervaso quella casa !

  • 4 anni fa

    Prenoto

    Finalmente....non si sarebbe sentita piu' sola.

    Da quel momento in poi,quel cucciolo dolcissimo e spaventato,avrebbe trovato conforto tra le braccia della sua neo padroncina.

    Briciola...si sarebbe chiamata cosi

    Penso' Mary,allungando l' occhio verso la foto della persona che aveva amato e che ora l' aveva abbandonata.....

    Una lacrima scese sul suo viso...

  • Fil
    Lv 7
    4 anni fa

    .

    [#1] - pallanzogna

    Mary era molto spaventata, un rumore l'aveva svegliata nel cuore della notte. Vivere da sola aveva i suoi vantaggi, ma in cicorstanze come queste non le sarebbe dispiaciuto avere qualcuno che la proteggesse. Ma non c'era nessuno, quindi Mary si fece coraggio, scese dal letto e si diresse verso la cucina, da dove proveniva il rumore sospetto. "Sarà solo un cane randagio" si ripeteva Mary, ma quando arrivò in fondo al corridoio, cacciò un urlo spaventoso. Davanti a lei c'era...

    [#2] - StellaS!

    Davanti a lei due occhietti nocciola! Era un cucciolo di cane bello come il sole. Mary, non aveva mai visto un esserino tanto tenero e neppure tanto affamato. L'angolo destro del tappeto in cui Mozart -questo era il suo nome- stava accucciato, aveva segni evidenti di smangiucchiamento.

    Mary sorrise...

    [#3] - Michelle Doc ❀ ✿ ❁

    Da quel momento in poi,quel cucciolo dolcissimo e spaventato,avrebbe trovato conforto tra le braccia della sua neo padroncina.

    Briciola...si sarebbe chiamata cosi

    Penso' Mary,allungando l' occhio verso la foto della persona che aveva amato e che ora l' aveva abbandonata.....

    Una lacrima scese sul suo viso...

    [#4] - Giorgio ɢ

    ...e così riguardò il suo nuovo compagno... briciola... mozart... poco importava il nome. Nel collare c'era scritto "Ronaldo". Quantomeno poteva affermare che ci fosse almeno un cane a farle compagnia. La determinazione di quel cane di fronte al patimento della fame le infuse coraggio. Si asciugò le lacrime e riguardò la bestia, questa volta umana, che l'aveva abbandonata. Pensò alle tante lame presenti in cucina. Sapeva cosa fare..

    [#5] Fil .... Sì, era giunto il momento.. Ripensò alla sua vita , dalle botte del padre era passata alla violenza psicologica inferta da un uomo che lei "amava", un legame di sudditanza, malato , un maltrattamento invisibile che non lasciava lividi e tagli sulla pelle ma che stracciava l'anima in mille pezzi, che distruggeva : Il mostro, dopo aver svolto il suo sporco lavoro, aveva pure deciso di lasciarla, così, su due piedi, senza soldi, senza casa, senza famiglia, senza amici; per lui lei aveva rinnegato tutto il suo passato ..

    Quel piccolo cane! un piccolo cane smarrito poteva essere un segno della Provvidenza ? Anche lui alla ricerca di un futuro migliore, in fondo come lei...

    Mary guardò i coltelli, li accarezzò, nel gelo della notte erano ancora più freddi del solito, immaginò carni straziate, sangue, vedetta .. ma c'era il cucciolo che aveva fame !!

    Che farà Mary ?? Lo saprete alla prossima puntata

  • 4 anni fa

    Uuuhhh! Un 'Cadavere Squisito'!

    Io adoro i Cadaveri Squisiti!

    Ehm, però dal Cell il giochino raggiunge vette di difficoltà degne di Bartezzaghi.

    Va bene se faccio le illustrazioni?

  • 4 anni fa

    :) ok,mi ricorda i vecchi tempi questa domanda

    C'era una volta una ragazza di nome Mary innamorata di un tizio (Chetifrega il nome?)morto assassinato brutalmente da una vampirla...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.