promotion image of download ymail app
Promoted

Mi spiegate perche'... non credete in Dio?

Su cosa si basa la vostra convinzione?

Se ti dovessi chiedere le prove che Dio non esiste?

E' solo un confronto di idee.

26 risposte

Classificazione
  • Serena
    Lv 7
    4 anni fa
    Risposta preferita

    Io non dico che non esiste, cara Michelle, dico che non è nelle mie possibilità sapere la verità. E' come quando c'è una cosa enormemente grande, tu non riesci a vederla perchè copre tutto il tuo orizzonte, vedi solo dei particolari ed allora ti chiedi: Esiste???

    Grazie per la bella domanda :)))

  • 4 anni fa

    Tu che continui a spostarmi la domanda ,dalla mattina alla sera,tutto il giorno in modo ossessivo,hai davvero qualcosa che non va,io fossi in te mi preoccuperei.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    La fede è incontestabile se credi non posso ostacolarti. Credere o non credere in Dio serve solo a dare una risposta inutile alle nostre incertezze. Un ateo può dare qualsiasi spiegazione alla sua credenza ma risulterebbe inutile perché la fede vince su tutto e non ha bisogno di spiegazioni comprovabili purché rimanga fede.

    PS. Sono agnostico

    • Grazie per la tua risposta:)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Perché la ragione ha prevalso sul fatalismo.

    Ma se sbagliassi, mi chiederei comunque, perchè Dio me l'abbia donata se non voleva che l'usassi.

    Ragione per cui non ho sensi di colpa.

    Vivo con coscienza indipendentemente da questo.

    • La ragione non e' mai in contrasto con la fede. Anzi,la fede stessa e' basata su prove certe,e non cieca credulita':)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Pare che credere in Dio per tanti, comporti un'impegno metodico ed osservazioni di criteri religiosi, sono scelte e credere in Dio per me è una costante fisiologica come il respiro o il battito del ns cuore si tratta solo di rispettarlo di non lasciarsi andare a bestemmie ed all'occorrenza pregarlo per ringraziarlo e continuare a vivere normalmente possibilmente in sobrietà.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Credi alla fatina dei denti? Per quale motivo? La risposta vale anche per dio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    4 anni fa

    Non è credibile la figura divina generalmente proposta.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Galans
    Lv 5
    4 anni fa

    Io ci credo ma lo chiamo "caso" : se credi di capirlo però ti sbagli visto che le sue vie sono infinite

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    Iao,

    ..domandona...io sono atea e adesso proverò a risponderti ma ho dubbi perchè non ho manco io ben chiara la situazione...

    Su cosa si basa la vostra convinzione?

    La mia non è una convinzione, posso dire sia una scelta.

    La mia mamma è olandese e in quanto tale è protestante ma non praticante, il mio papà ha avuto un educazione cattolica ma non ha mai praticato (cioè è andato in chiesa fino a che ha voluto), quindi io e i miei fratelli non siamo stati battezzati e cresimati in quanto abbiamo avuto la scelta sia dalle elementari che alle medie di fare o meno l'ora di religione, mia sorella e mio fratello hanno deciso di seguire a me francamente non me ne è mai fregato nulla.

    Ho sempre (forse sbagliando) pensato che credere in un entità che non esiste o meglio, solo figurativamente è stupido...ma è un mio parere.

    Però, devo dire che quello che ha fatto mio fratello non lo farei.

    Lui per amore di sua moglie ha fatto tutti i vari riti per poterla sposare in chiesa ed è felice così, al contrario io non lo avrei fatto, ma manco per la mente mi sarebbe passato, perchè avendo un mio principio, non potrei giurare amore al mio lui in chiesa (infatti sposata in comune) davanti ad invitati e prete ecc ma sopratutto ad un ipotetico Dio eterno amore, semplicemente perchè non ci credo e tutto il "teatrino/cinema" che si fa nei matrimoni di rito cattolico per me è solo facciata.

    Se ti dovessi chiedere le prove che Dio non esiste?

    Sarà scemo ma, potrei dirti la stessa cosa!

  • 4 anni fa

    E chi non crederebbe all'esistenza di dio?

    I miscredenti? Gli agnostici ? O i bolscevichi?

    Tanto per cominciare, i miscredenti non hanno convinzioni personali. Proprio come ai credenti qualcuno gli ha spiegato che esiste una tela magica (nel caso dei credenti si chiama << fede >>, nel loro coso si chiama << non-credo >>) che solo le persone intelligenti possono vedere. Ed esattamente come succede tra i credenti, i miscredenti si sforzano di vedere … ciò che qualcun altro tesse nell’ombra!

    In quanto agli agnostici, anche loro vedono una particolare tela magica che chiamano << dubbio >> e che non centra niente con la parola << dubbio >> descritta su ogni dizionario della lingua italiana.

    Se chiedi ad un bambino che ha assistito al litigio dei propri genitori, chi (a suo parere) avrebbe torto tra il papà e la mamma ... il bambino con le lacrime agli occhi ti risponderà: << non lo so! >>

    Cioè il bambino è dubbioso, nella sua testa scorrono le opzioni: << Forse ha torto il papà? O forse ha torto la mamma? O magari hanno torto entrambi? >>. Ed è proprio questa mancanza di certezze che induce il bambino a rispondere: << non lo so! >>

    Se invece fosse agnostico, se cioè nella testa del bambino scorresse la sola opzione: << Ha torto sia il papà che la mamma! >>. Quel bambino non avrebbe dubbi e difatti alla domanda chi ha torto tra i suoi genitori … invece di <<non lo so >> … risponderebbe schiettamente: << entrambi >>!

    In soldini, all’agnostico qualcuno gli ha venduto l’illusoria certezza che tutte le persone non agnostiche sono stupide e banalmente chiama questa certezza: << dubbio >>.

    In quando alla posizione dei bolscevichi … ti invito a rileggerti per intero la storiella <<I vestiti nuovi dell’imperatore.>>

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 4 anni fa

    sono da distinguere nettamente da una parte ciò che davvero può esistere, e la divinità secondo le varie concezioni religiose umane. Queste ultime le rifiuto tutte data la loro evidente falsità, artificiosità, infantilismo. Il dio delle varie tradizioni è un'evidente proiezione delle paure e dei poteri umani. Ciò che davvero può esistere è un'intelligenza cosmica che non ha alcun nesso con il dio delle varie tradizioni umane.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.