Dormi sepolto in un campo di grano non è la rosa non è il tulipano................................................?

Aggiornamento:

e grazie al càzzo e un campo di grano-.-

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    4 anni fa
    Risposta preferita

    MANGIARE ONNIVORO È COME FUMARE.ALIMENTI DI ORIGINE ANIMALE FORTEMENTE CORRELATI CON SVARIATI TIPI DI CANCRO: NUOVO STUDIO SU 157 PAESI

    Il consumo di carne e altri prodotti animali è fortemente legato a diversi tipi di cancro, secondo un nuovo studio pubblicato sulla rivista Nutrients. Lo studio ha analizzato i dati su 21 diversi tipi di cancro in 157 paesi e ha scoperto che alcuni fattori, in particolare la dieta, sono stati associati con il rischio di sviluppare tumori specifici. In particolare, l'associazione tra consumo di prodotti animali e cancro era forte come quello tra fumo e cancro. I possibili meccanismi di rischio comprendono la promozione della crescita e l'elevato contenuto di ferro eme e di grassi nei prodotti di origine animale. L'autore osserva che, mentre la rilevazione e il trattamento sono importanti, il consumo di prodotti animali è stato riconosciuto come un rischio di cancro per più di un secolo e deve essere affrontato al fine di prevenire questa malattia. Altri fattori fortemente correlati a molti tipi di cancro sono stati la latitudine, il prodotto interno lordo del paese di appartenenza e l'aspettativa di vita. Il consumo di alcol, invece, era significativamente correlato solo con il cancro del colonretto.APPROFONDIMENTOLo studio ha analizzato i dati su 21 differenti tipi di cancro in 157 paesi (87 con dati di alta qualità) e ha rilevato che certi fattori, specialmente la dieta, erano associati con il rischio di sviluppare il cancro. I tassi di incidenza del cancro sono del 2008, messi a disposizione dall'International Agency for Research on Cancer (IARC) della World Health Organization (WHO). I dati dietetici sono stati ottenuti dalla Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite. Sono stati inclusi i dati per i vari periodi fin dal 1980 poiché vi è generalmente un ritardo fino a 20 anni tra i cambiamenti nella dieta e il picco di tassi di cancro. L'indice dei prodotti di origine animale comprende carne, latte, pesce e uova. I tassi di incidenza del cancro al polmone sono stati utilizzati come un indice per gli effetti del fumo e dell'inquinamento atmosferico (tale indice è molto migliore dei tassi di fumatori). La latitudine è stata utilizzata come indice di irraggiamento solare ultravioletto B e la produzione di vitamina D.Per gli 87 paesi con dati di alta qualità sul cancro, gli indici di fumo e consumo di prodotti animali hanno spiegato più della metà dei tassi di incidenza del cancro. Per i maschi, l'indice di fumo era due volte più importante dell'indice dei prodotti di origine animale, mentre per le femmine, l'indice di prodotti animali era due volte più importante del fumo. Questi due fattori insieme spiegavano il 70% della variabilità tra paesi dei tassi di tutti i tipi di cancro, meno il cancro al polmone.I cibi di origine animale, per quanto riguarda i dati sui 157 paesi, erano correlati con 12 diversi tipi di cancro, inversamente con nessuno; mentre sui dati di elevata qualità relativi a 87 paesi erano direttamente associati con 10 tipi di cancro e inversamente con 2. I tipi di cancro per i quali i prodotti di origine animale hanno avuto la più forte correlazione includono il cancro del seno, dell'utero, del rene, ovaie, pancreas, prostata, *********, cancro alla tiroide, e il mieloma multiplo. Il motivo per cui i prodotti animali aumentano il rischio di cancro è in parte dovuto al fatto che essi promuovono la crescita corporea così come i tumori facendo salire i livelli del fattore di crescita insulino-simile, o IGF-I (si specifica che questo rischio può essere evitato grazie ad una dieta vegana, a patto che preveda un consumo moderato di proteine ed eviti quelle isolate della soia, troppo simili alle proteine animali). Ad esempio, i giapponesi anziani sono generalmente più bassi rispetto agli occidentali, mentre i giovani giapponesi sono alti circa come gli occidentali. La dieta tradizionale giapponese deriva il 10% delle sue calorie da prodotti animali, soprattutto i frutti di mare. Il Giappone ha compiuto la transizione nutrizionale alla dieta occidentale, con il 20% delle calorie di derivazione animale e guarda caso i tassi di tipi di cancro più comuni nei paesi occidentali sono aumentati considerevolmente in Giappone nel corso degli ultimi 20-30 anni.LO SI SA DA UN SECOLOI risultati per quanto riguarda i prodotti di origine animale estendono i risultati riportati in precedenza. Ad esempio, nel 1907 uno studio riportato sul New York Times ha riferito che i tassi di cancro sono molto più elevati tra le persone di vari gruppi etnici come i tedeschi, irlandesi, scandinavi, e slavi, che erano considerati mangiatori di carne, mentre i tassi di cancro erano più bassi per gli italiani e i cinesi, che erano praticamente vegetariani(1)Il presente studio estende anche questo studio classico, che è stato in gran parte ignorato fino a pochi anni fa, quando gli studi osservazionali sulle donne più giovani hanno scoperto che la carne era un fattore di rischio per il cancro al seno(2).Studi osservazionali in Uruguay di Eduardo De Stefani e il suo gruppo hanno segnalato il consumo di carne come un importante fattore di rischio per diversi tipi di cancro. I documenti sono accessibili tramite pubmed.gov.Inoltre, gli Avventisti del Settimo Giorno, che sono generalmente vegetariani, hanno tassi di cancro inferiori rispetto ad altri americani(3).Commentando questo studio, Neal Barnard, MD, presidente del comitato dei medici e sulla facoltà della Scuola di Medicina George Washington University, ha detto: "Questo è un importante studio che mostra forti relazioni tra le diete di carne e rischio di cancro. C'è una chiara lezione di là delle politiche alimentari nazionali. "Mark McCarty, direttore di ricerca della non-profit Catalytic Longevity, ha dichiarato: "Questo interessante nuovo studio chiarisce l'impatto del fumo e il consumo di prodotti animali come determinanti ambientali del rischio di cancro a livello mondiale. In realtà, è la prova più impressionante che abbia finora incontrato che incrimini i prodotti di origine animale di per sé come un importante fattore di rischio di cancro. E 'degno di nota che il consumo di grassi animali non si correlava quasi con il rischio, così come le calorie totali derivanti da cibi animali, ciò probabilmente perché altri fattori come le proteine “nobili”, il ferro eme, mutageni derivati dalla carne cotta, e il fosforo probabilmente biodisponibile contribuiscono all'impatto dei prodotti di origine animale sul rischio di cancro. E' abbastanza una fortuna che il fumo e il consumo di prodotti animali sono scelte di vita all'interno del nostro controllo personale".Il consumo di bevande alcoliche è stata trovata significativamente correlata con un solo tipo di cancro, quello colonrettale.Il cancro ai polmoni era associato con il consumo di grasso animale in aggiunta al consumo di sigarette. Questo risultato è coerente con gli studi di 20-30 anni fa, facendo notare che, anche se i tassi di fumo in Giappone e negli Stati Uniti erano simili, i tassi di cancro al polmone erano molto più alti negli Stati Uniti.I dolcificanti aggiunti sono stati associati con l'incidenza del cancro al cervello (nelle femmine), al corpo dell'utero, del pancreas e al cancro alla prostata.Per diversi tipi di cancro, la latitudine è risultata significativamente correlata con i tassi di incidenza di: cancro della vescica, del cervello, colon-retto (femmine), linfoma di Hodgkin, rene e melanoma. La latitudine viene considerato un indice di dose ultravioletta solare e produzione di vitamina D, ed entrambi sono state trovate associate con ridotta incidenza del cancro e / o tassi di mortalità in molti studi(ad esempio: 4)Tuttavia, la correlazione della latitudine con tassi di melanoma è più probabilmente causata dalle variazioni nella pigmentazione della pelle; la pigmentazione più scura riduce la penetrazione dei raggi UV negli strati più profondi della pelle dove può causare melanoma .Anche un più elevato prodotto interno lordo del paese di appartenenza era correlato ad un aumentato rischio di cancro: ciò dovuto al consumo di cibi processati, alla maggiore aspettativa di vita, al ridotto rischio di malattie infettive, alla maggiore esposizione a sostanze chimiche e al minor livello di esercizio fisico.

    FONTE: Grant WB. A multicountry ecological study of cancer incidence rates in 2008 with respect to various risk-modifying factors, Nutrients. 2014;6(1):163-189

    LINK: .http://www.mdpi.com/2072-6643/6/1/163 (lo studio è scaricabile gratuitamente)

    (1) Cancer Increasing among Meat Eaters. New York Times, Sep 24, 1907. http://query.nytimes.com/gst/abstract.html?res=950...

    (2) Cancer Increasing among Meat Eaters. New York Times, Sep 24, 1907. http://query.nytimes.com/gst/abstract.html?res=950...

    (3) Tantamango-Bartley Y, Jaceldo-Siegl K, Fan J, Fraser G. Vegetarian diets and the incidence of cancer in a low-risk population. Cancer Epidemiol Biomarkers Prev. 2013;22:286-94

    .(4) Moukayed M, Grant WB. Molecular link between vitamin D and cancer prevention. Nutrients. 2013;5(10):3993-4023.Fonti del testo: http://www.newswise.com/articles/importance-of-mea...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.