Posso chiedere un commento su questo estratto dal Contro i Galilei?

"Ma il «Non adorare altri Dei»: questa è una gran bestemmia verso Dio. «Poichè Dio è geloso», aggiunge. E altrove di nuovo: «Il Dio nostro è fuoco che strugge» [Deuter. IV 24]. - Un uomo invidioso e maligno ti par degno di biasimo. E fai cosa pia a chiamar invidioso Iddio? E come può sembrarti ragionevole una così sfacciata menzogna sul conto di Dio?

Difatti, se è geloso, vuol dire che suo malgrado vengono tutti gli altri Dei venerati, e suo malgrado tutte le altre genti venerano gli Dei. E come mai non li ha impediti, lui, così geloso, che non vuole si venerino gli altri, ma sè solo? Una delle due, dunque: o non era capace, o, addirittura, non volle neanche vietare il culto degli altri Dei. Ma la prima conseguenza è empia: dire che non potè. La seconda concorda con la pratica della nostra religione."

Mi interessano le riflessioni personali, ma se avete anche qualche citazione, purché la risposta non consista solo in quella, è ben accetta.

Se poi volete, esporrò il mio parere su richiesta. Su altro mi prefiggo l'obiettivo di non commentare risposte che soddisfino la richiesta (ossia riflessioni argomentate).

Grazie in anticipo.

4 risposte

Classificazione
  • Eʀυ
    Lv 7
    4 anni fa
    Risposta preferita

    Vi è un fraintendimento di significati. Dire che "Dio è geloso" non presuppone l'esistenza di altri dei, perché la gelosia è incondizionata, naturale, spontanea e consiste nell'istintivo timore di perdere la persona amata, o meglio in questo caso, nel timore che ella si perda. Se si avesse paura esclusivamente quando ve ne è motivo, allora si tratterebbe piuttosto di mero tornaconto. Inoltre affermare che Dio sia geloso proprio A CAUSA di altri idoli, significherebbe accettare che Dio addirittura li "tema", e questo non è possibile; Dio teme solo la perdita e l'allontanamento dell'uomo, nient'altro. E neanche dire che "Dio è invidioso" ammette in maniera univoca che vi siano diversi dei, ma è anche vero che non ne nega la possibilità. L'invidia infatti è un astio rivolto a chi possiede qualcosa che si desidera ardentemente. Dio potrebbe essere invidioso degli uomini perché sono immortali; o di altri dei per la loro potenza e bellezza ecc.

    P.S. Qual è il tuo parere?

  • 4 anni fa

    molto probabilmente se è geloso vuol dire che ci sono altri, se sei geloso di una donna vuol dire che temi che lei vada con altri, ma se sei l'unico disponibile allora non può esistere gelosia...

  • @~?♂❤♀ℱℯ∂ℯરΙՇԹ~ ·: Il mio parere è che vi sia un fraintendimento come hai detto te... Sebbene trovi ugualmente blasfemo definire Dio Geloso, poiché la gelosia è un sentimento che travolge la mente, e un Dio che cade schiavo di tali sciocchezze, non è un Dio.

    Per quanto riguarda l'adorazione di altre Divinità, penso che se un ipotetico Dio unico avesse voluto davvero, avrebbe vietato il culto delle altre Divinità (o almeno avrebbe detto di non farlo anche agli altri popoli*)... in poche parole sostengo che solo i Giudei, i Mazdeisti e simili dovrebbero essere monoteisti, a noi altri furono date rivelazioni uguali ma che parlano i linguaggi delle nostre culture, pertanto dovremmo seguire quelle.

    *Per qual motivo un Dio, quindi Buono, Giusto, Potente, Intelligente, Sapiente, ecc. dovrebbe occuparsi solo di un popolo? Forse non gli interessa degli altri popoli? Forse non può aiutarli? Forse non ci ha pensato? Forse non ne conosceva l'esistenza? E allora non verrebbero meno queste caratteristiche della Divinità?

  • 4 anni fa

    La gelosia di Dio non è possessiva ma protettiva ...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.