Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 4 anni fa

Dio ha fatto costruire l'arca a Noè per salvarlo con la famiglia e gli animali,per purifcare il Mondo dal male,perché anche dopo c'è il male?

in teoria col diluvio universale,Dio ha dato una seconda possibilità all'uomo,e ha salvato solo tutte le razze di animali e Noè con la sua famiglia (che sono puri) ----

esiste un motivo biblico per cui sulla Terra alcune delle generazioni future di Noè sono state e continuano ad essere malvagie?

se i " figli " delle generazioni di Caino (che sono i malvagi) furono sommersi dalla acque e non sopravvissero,invece quelli di Noè (che sono puri) sopravvissero,perchè da questi sono nati uomini e donne malvagi?

dovrebbero essere tutti buoni d'animo

questa è una parte che non ho afferrato,se qualcuno me la spiega vi ringrazio

ciao

11 risposte

Classificazione
  • astro
    Lv 4
    4 anni fa
    Risposta preferita

    Gli esseri umani sono stati creati col libero arbitrio e quindi con la facoltà di scegliere se essere buoni, cioè ubbidire a Dio o cattivi cioè non seguire gli insegnamenti di Dio esposti nella Bibbia. Quindi anche i discendenti di Noè hanno dovuto scegliere. Inoltre avendo tutti noi ereditato da Adamo ed Eva il peccato tutti siamo più inclini a fare il male anzichè il bene e perciò dobbiamo combattere la nostra tendenza innata al male. La Bibbia infatti dice:“L’inclinazione del cuore dell’uomo è cattiva fin dalla sua giovinezza” (Genesi 8:21)

    La rispostya alla tua domandasul perchè c'è ancora il male sulla terra la puoi trovare digitando qui:

    https://www.jw.org/it/pubblicazioni/libri/dio-ci-d...

    Per chi dice che il diluvio non sia mai avvenuto:

    Ai giorni di Noè, dice la Bibbia, un grande diluvio coprì le più alte montagne della terra e distrusse tutta la vita umana all’esterno dell’enorme arca costruita da Noè. (Genesi 7:1-24) Molti sorridono sentendo questo racconto. Eppure su alte montagne si trovano conchiglie marine. Nel 1761 Alexander Catcott scrisse A Treatise on the Deluge, dove citò quella che a suo avviso era una prova del cataclisma. Egli avrebbe detto: “Ci appelliamo ancora una volta alla Natura e riscontriamo che, in questo giorno, esistono sulla terra prove del Diluvio così evidenti, così chiare, così incontestabili . . . come se fosse stato l’anno scorso . . . Cercate nella terra; troverete l’alce americano, nativo dell’America, sepolto in Irlanda; elefanti, nativi dell’Asia e dell’Africa, sepolti nel cuore dell’Inghilterra; coccodrilli, nativi del Nilo, nel cuore della Germania; molluschi, sconosciuti nei mari americani, insieme a scheletri interi di balene, nelle regioni più interne dell’Inghilterra; alberi di vaste dimensioni, con le radici e la cima, e certuni anche con le foglie e il frutto, in fondo alle miniere”. Che in un passato non troppo remoto ci fu un diluvio di immense proporzioni è confermato dal gran numero di fossili e carcasse rinvenuti in ammassi di detriti fangosi e ghiacciati. Il Saturday Evening Post osservò: “Molti di questi animali erano perfettamente conservati, intatti e non danneggiati, ancora in piedi o in ginocchio. . . . Ecco un quadro davvero sorprendente per il nostro precedente modo di pensare. Vaste mandrie di enormi bestie, ben pasciute, non specificamente destinate a una vita in condizioni di freddo rigido, che pascolavano placidamente in pascoli assolati . . . All’improvviso furono tutti uccisi senza alcun visibile segno di violenza e prima che potessero inghiottire l’ultimo boccone di cibo, e poi furono congelati così rapidamente che ogni cellula del loro corpo è perfettamente conservata”.

    Questo coincide con ciò che accadde durante il grande Diluvio. La Bibbia lo descrive con queste parole: “Tutte le sorgenti delle vaste acque dell’abisso si ruppero e le cateratte dei cieli si aprirono”. L’abbondante precipitazione sommerse la terra, e fu senza dubbio accompagnata da gelidi venti nelle regioni polari. (Genesi 1:6-8; 7:11, 19) Lì il cambiamento di temperatura dovette essere rapidissimo e drastico. Varie forme di vita furono in tal modo intrappolate e preservate nel fango ghiacciato. Una di queste creature potrebbe essere il mammut scoperto da scavatori in Siberia. Nella bocca e nello stomaco aveva ancora della vegetazione, e la sua carne, una volta scongelata, risultò addirittura commestibile.(ce 202,203)

    Science News, 4 ottobre 1975: “Quasi in ogni cultura . . . affiorano racconti straordinariamente simili di un grande diluvio che spazzò via le prevalenti civiltà e cambiò la superficie della terra. Nuove prove raccolte dal profondo dei mari . . . confermano che tale diluvio universale ebbe luogo”.

    Vediamo in tutta la terra effetti analoghi di inondazione? A. M. Rehwinkel ne cita un esempio nel suo libro The Flood:

    “Grandi massi di granito e di dura roccia metamorfica, per esempio, che provengono dalla Scandinavia, sono sparsi sulle pianure della Danimarca e della Germania settentrionale. Alcuni di questi massi sono di enormi dimensioni, del peso di migliaia di tonnellate. Si registra lo stesso fenomeno qui in America negli Stati della Nuova Inghilterra e in New York, Pennsylvania, Ohio, Michigan, Wisconsin, Minnesota, Iowa, nel Canada orientale e occidentale e altrove. . . . In molti casi sono stati trasportati per un’enorme distanza, e talvolta si trovano a un’altezza evidentemente molto superiore a quella del luogo da cui provengono”.

  • Anonimo
    4 anni fa

    In Genesi 8:21, subito dopo che Noé e la sua famiglia uscirono dall'arca, Dio dice: “Non invocherò più il male sul suolo a causa dell’uomo, perché l’inclinazione del cuore dell’uomo è cattiva fin dalla sua giovinezza; e non colpirò più ogni vivente proprio come ho fatto."

    Da queste parole si comprende che Dio sapeva bene che comunque l'uomo era malvagio a causa dell'imperfezione, nonostante Noé e i suoi erano buoni. Ecco perché poi in seguito ha mandato suo Figlio Gesù sulla terra, per riscattarci dai nostri peccati e darci la possibilità in futuro di ottenere la vita eterna!

  • marino
    Lv 5
    4 anni fa

    Dalle trivellazioni petrolifere in Iraq risulta che il diluvio non era universale ma occupava un'area del diametro di circa 600 Km.

    Ed era dovuto da piogge torrenziali e dall'intasamento delle foci dei due fiumi Tigre ed Eufrate.

    Fonte/i: Il carotaggio a gran profondità.
  • 4 anni fa

    Che mi risulti, Jaweh aveva scelto Noè - Uomo giusto secondo l'intendimento ebraico del tempo - e la sua famiglia per ripopolare la Terra dopo il Diluvio, con il quale aveva manifestato la decisione di far perire tutti i viventi.

    I poveri animali non avevano colpe morali, suppongo, ma anche loro avrebbero subito la stessa sorte.

    Jaweh, pero', sempre secondo il racconto biblico che io ricordo, non aveva comunicato a Noè che avrebbe eradicato il Male dal mondo, e che avrebbe annullato la punizione dovuta dal genere umano per la colpa di Adamo, ma solo offrire una seconda opportunità.

    Anche a me risulta difficile accettare la storia del diluvio, tale e quale.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Nick
    Lv 7
    4 anni fa

    stiamo parlando di favole, puoi immaginarti quel che ti pare,

  • 4 anni fa

    State davvero considerando seriamente la favola di Noè??

    Quella in cui i canguri sono partiti dall'Australia saltellando sull'acqua e quella in cui i pinguini si sono fatti migliaia di chilometri dall'Antartide per poter salire su una barca fatta da un uomo centenario su ordine di un dio onnipotente che può creare l'universo, ma non una barca di legno?

    Finendo oltretutto per farsi sacrificare quegli stessi animali che ha "salvato", una volta che Noè è sceso a terra. (Gen 8,20)

    La cosa fi.ga è che anche i sumeri hanno gli stessi racconti della bibbia, proprio come Noè e il diluvio, la creazione nella Genesi, Adamo ed Eva, il giardino, il serpente, Sodoma e Gomorra, ecc. Ma stranamente queste (che sono molto più antiche) sono considerate mitologie, mentre i racconti biblici (che sono copie di quelle mitologie) sono considerate verità rivelata da dio.

    Evitate per favore di prendere seriamente la bibbia e consideratela per quello che è. Un libro fantasy/splatter

  • 4 anni fa

    Come? Come? Anche la storia di Noè è paradossale?

    Ma dov'è il problema? Quando una storia biblica è troppo assurda ... non fatemelo ripetere ... basta dire che quella storia ha un valore simbolico ... << dio dicendo "A" intendeva dire "B" >>. E così i polli continuano a ritenere vera tutta la bibbia.

    Elementare, no!

  • 4 anni fa

    Ennesima incongruenza che le religioni tendono ad imporre ai più semplici e sprovveduti. Infatti, un Dio che per mezzo di un diluvio intende raggiungere un suo obiettivo e poi in seguito manda addirittura il figlio che poi ci si vuole far credere che è la stessa persona, ebbene, non riesce nei suoi intenti, e conferma ne è che a tuttora l'uomo è rimasto una bestia, perché la natura così lo vuole. Le religioni servono per dare un senso della vita a chi non sa darne uno in proprio.

  • 4 anni fa

    è ovvio che il problema è intimamente legato alla religione.

    Se dio non voleva rotture di palle, prendeva noe e famiglia e andava in un altro pianeta, senza rompere le palle e si creava una civiltà religiosa con i divieti t r o m b a t o r i lasciando a sodoma e gomorra la libertà di t r o m b a r e come ca z Zo volevano.

    Se ciò non è avvenuto, significa che il dio non è in grado di creare nuovi pianeti abitabili e l'etica religiosa determina il male con l'introduzione di un etica dittatoriale che non ammette la democrazia della t r o m b a t a e del sesso anale

  • 4 anni fa

    Colpa del ripopolamento attraverso gli incesti.

    I Marsupiali della Oceania come sarebbero arrivati fino all' arca?

    E dio come avrebbe ucciso i pesci di acqua dolce?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.