Anonimo
Anonimo ha chiesto in Computer e InternetProgrammazione e Design · 4 anni fa

Informatica e università?

Salve,

É da un pò che medito sull idea di scegliere Informatica all università, in quanto mi piacerebbe molto lavorare su linguaggi di programmazione, sulla creazione di software e giochi vari che non riguardino soltanto il computer. Vengo dallo scientifico tradizionale e quindi ho deciso di iniziare dei corsi per non trovarmi del tutto spaesato ( ovviamente la materia mi piace quindi col computer giá me la cavo abbastanza ), quindi non avendo potuto affrontare la materia alle superiori ho alcune domande da porvi:

- secondo voi avrà ancora lunga vita, o il computer sarà da qui a poco, del tutto sostituito dai smartphone e dai tablet?

- per ciò che mi piace fare meglio ingegneria informatica o informatica?

- il miglior paese dove avere un futuro in materia, e soprattutto dove non si guadagni una miseria?

- c è possibilitá di mettersi in proprio e più in lá creare una societá o è un mercato in cui le possibilità per farsi notare sono ben poche?

3 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Risposta preferita

    Rispondo punto per punto:

    1) I computer esisteranno sempre perché i software pesanti (grafica, simulazione, editing, progettazione, ecc.) non sono gestibili dai dispositivi mobili quali smartphone e tablet, per un fatto di praticità, oltre che di potenza di calcolo. In ogni caso, la programmazione di app non differisce, almeno concettualmente, da quella di software per PC. Occorre solo imparare un altro linguaggio ma le basi sono le stesse.

    2) Informatica, senza dubbio; almeno qualche materia inerente al corso di studi la si fa. Ad Ingegneria, 2/3 delle materie non c'entrano un piffero con la programmazione (e con l'informatica in generale), si spreca un sacco di tempo con materie a carattere matematico ma che nel mondo del lavoro hanno un'utilità pari a zero, parlo per esperienza. Un buon 80% di quello che so l'ho imparato da solo, non certo all'università...

    3) Qualunque al di fuori dall'Italia, anche qui parlo per esperienza. L'Italia è davvero arretrata da questo punto di vista e l'enorme tasso di disoccupazione non aiuta. Io ho cercato fortuna in Repubblica Ceca (è una lunga storia) e, con le conoscenze che ho acquisito nel corso degli anni, ho trovato un'ottimo lavoro come programmatore presso una multinazionale italiana. Non tornerò mai più in Italia, se non come turista, questo è poco ma sicuro... Comunque, per rispondere alla domanda, credo ti converrebbe andare in un posto dove conosci la lingua locale perché, anche se al lavoro parli inglese, la vita di tutti i giorni è un'altra cosa.

    4) Stessa risposta del punto 3: non in Italia...

  • 4 anni fa

    lascia perdere i corsi tanto all'università parti da zero, semmai guardati qualche guida su internet

    - secondo voi avrà ancora lunga vita, o il computer sarà da qui a poco, del tutto sostituito dai smartphone e dai tablet?

    sono la stessa cosa

    - per ciò che mi piace fare meglio ingegneria informatica o informatica?

    informatica

    - il miglior paese dove avere un futuro in materia, e soprattutto dove non si guadagni una miseria?

    qualsiasi paese normalmente civilizzato, quindi non l'italia ma germania, regno unito, usa, canada, benelux...

    - c è possibilitá di mettersi in proprio e più in lá creare una societá o è un mercato in cui le possibilità per farsi notare sono ben poche?

    non so ma penso bisogni avere un'idea quantomeno innovativa, l'investimento che ti occorre è solo per i dipendenti e poi devi cominciare ad andare per le aziende che potrebbero essere interessate al tuo software. Non in italia perchè purtroppo buona parte degli imprenditori italiani non ha più nemmeno i soldi per lavarsi

  • 4 anni fa

    Ciao, Fondare un'impresa che sviluppa software è una cosa che riguarda la parte commerciale, certo le basi in informatica le devi avere ma non più di tanto, se a te piace programmare, inizia a imparare la programmazione, per il resto, le domande che hai posto sono contradittorie:

    1) la programmazione per tablet e pc è uguale, può differire dal linguaggio, e dalla specializzazione.

    2) Quello che fai su un pc non è fattibile su un tablet per svariati motivi oltre alla poca espandibilità

    3) Per sviluppare software per tablet devi farlo necessariamente su un pc, sui tablet gli ambienti di sviluppo sono carenti e scomodi, a meno che non disponi di ambiente workstation ( come i tablet-PC con os Windows )

    4) Gli smart-phone sono utilità ludiche, a livello professionale ancora non esiste uno smart-phone in grado di sostituire un pc al 100%

    5) Anche se il sistema Android e Windows Phone hanno superato in versatilità IOS di Apple I-Phone non hanno la possibilità di fare tutto.

    Informatica non è Ingegneria informatica e non è information technologies .

    Quindi se scegli l'università informati bene .

    Un ingegnere informatico che lavora come programmatore fa la fame.

    Sviluppare videogiochi è difficilissimo non per l'abilità nella programmazione ma per la fantasia che ci vuole per dargli una trama, altrimenti è solo un picchiaduro 3D come tanti altri.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.