avete davvero il coraggio di credere nelle chiese e religioni?

secondo me è insensato ... un conto 500 anni fa ma ora che la scienza ha dimostrato tutto ancora la gente ci crede.. perchè? pure la bibbia tradotta dall'ebraico non parla di dio (contrario di quanto le chiese ci dicono) ma parla di guerre e persone venute dal cielo ecc ecc ... sarà che chi crede in dio non abbia mai letto la bibbia? o è solo un popolo di falsi che credono in qualcosa solo perchè tutti ci credono? vorrei la vostra opinione.. ah e rispetto per i religiosi non ho nulla contro di loro

13 risposte

Classificazione
  • 4 anni fa
    Risposta preferita

    Anzitutto... "è solo un popolo di falsi" e "rispetto per i religiosi" nella stessa frase... beh deciditi, o li consideri falsi o li rispetti.

    Detto questo... la religione non si fonda su quanto non è stato ancora scoperto dalla scienza, altrimenti sarebbe già destinata al fallimento in partenza. Si sa che la scienza, prima o poi, arriverà a comprendere ogni legge che regola il funzionamento dell'Universo. E allora?

    Allora la religione ti spiega, con un'Entità soprannaturale, il PERCHE'.

    I greci conoscevano il moto dei pianeti, ma non avevano la tecnologia per comprenderne il senso, per cui si immaginavano esseri mitologici che in sella a enormi carri, trainavano il Sole... oggi conosciamo l'inerzia e la gravità, che ci spiegano come si crea un'orbita. ma nulla potrà mai spiegare PERCHE' queste leggi agiscono così. Voglio dire, una volta non conoscevamo l'attrazione gravitazionale, e ora sì, e con scienza e tecnologia l'abbimao codificata in una legge. Ma CHI ha stabilito che quella legge debba essere in quel modo? Chi ha "dettato le regole"?

    E questo discorso lo puoi applicare a qualunque aspetto dell'Universo, di cui la scienza ha dato una spiegazione oppure no.

    Altro discorso: la Bibbia. Si tratta di una raccolta di testi, scritti pressochè 6000 anni fa (nel 4000 AC, stiamo parlando di preistoria!) e basati su tradizioni orali. Se è vero che tali testi sono stati scritti su ispirazione divina, è pure vero che questo, nella realtà, significa che Dio ha "sussurrato nell'orecchio" cosa scrivere a un pastore che a malapena sapeva parlare! Ovvio che non poteva parlare di fisica quantistica per spiegare le origini del mondo, così gli ha parlato di un giardino, un uomo e una donna nudi, un serpente e un frutto proibito.

    E tieni presente che la Bibbia CEI, quella usata oggi, è la traduzione in italiano della traduzione latina della traduzione greca dell'originale aramaico. Ovvio che ci sia qualche errore di traduzione, il più famoso dei quali è il "cammello" che dovrebbe passare dalla cruna di un ago. Ma perchè un cammello e non una barca o un cavallo? Che senso ha proprio il cammello? Semplice... in aramaico, "cammello" si scrive molto simile a "CORDA". Ora leggi "è più facile che una corda passi dalla cruna di un ago, che un ricco entri nel regno dei cieli" suona meglio no? Ma il significato non cambia, quindi è rimasto così. Altro discorso su Maria, che noi conosciamo come "vergine" e in aramaico invece era definita "giovane". Qui è successo un pastrocchio, Giovanni Paolo II si è inventato l'Immacolata Concezione e ora non puoi dire che ti sei sbagliato, sconfesseresti il lavoro di un Papa e un dogma della fede... ma tant'è, la Chiesa è fatta di uomini e gli uomini sbagliano.Bisogna imparare a prendere il messaggio della Chiesa, lascando stare CHI ti propina tale messaggio che spesso non rappresenta l'esempio da seguire.

  • 4 anni fa

    Non credo nelle chiese e religioni, per due semplici motivi: quelle cosidette cristiane rifuggono dagli insegnamenti della Bibbia (la scritta parola di Dio). Dicono, dicono, poi partono con il piede sbagliato perseguendo lo sbaglio, biblicamente parlando. Degli insegnamenti di Cristo: la parvenza!

    Faccio un esempio: Matteo riportò un comando di Gesù nel capitolo 23 verso 9: "non chiamate nessuno padre vostro sulla terra, poiché uno solo è il Padre vostro, il Celeste", tuttavia uno dei capi religiosi della cristianità (il cristianesimo è tutt'altra cosa) si fa chiamare papa, in latino: papà, mentre i preti, "padre"!

    Le religioni che non si rifanno a Cristo, almeno per finta, mostrano di essere similmente false.

    Il Corano condanna l'assassinio, l'essere crudeli con le donne, e così via, eppure molte persone di lingua araba, capi religiosi in primis, insegnano esattamente l'opposto, rifacendosi all'interpretazione coranica, esattamente come fece l'apostata chiesa cattolica ai suoi albori, con le crociate e simili, rifacendosi falsamente alla Bibbia!

    Qui c'è gente che parla della Bibbia senza conoscerla affatto, dandole addosso semplicemente per sentito dire riguardo ad essa; ma che razza di civiltà sta venendo fuori?

    Si parla della gioventù cattolica con toni non lusinghieri, con disprezzo, senza sapere com'è che è venuta fuori così; questa gioventù non ne ha colpa. Fanno pena a chi è schiavo del pregiudizio... quale contraddizione!

    Sono credente e, per questo sono stupido?

    Mi viene in mente la frase di Forrest Gump; "stupido è chi lo stupido fa"; non me ne vogliate... non intendo offendervi ma non venitemi a dire che nella sua apparente stupidità, il personaggio non avesse ragione!

    Se non difettiamo in intelletto, non ci rendiamo stupidi!

  • Anonimo
    4 anni fa

    Biglino è la rovina dei giovani... più che altro perché quelli più attratti sono giovani che non hanno letto precedentemente la Bibbia. Non che leggerla con le note in calce e le interpretazioni della Chiesa Cattolica o altre confessioni, sia meglio o peggio. Il fatto è che ad esempio: un libro sacro che deve parlare di Dio cosa dovrebbe dire? "Ciao sono Dio" e finisce così? Certo che no. Non capisco quindi perché dire che non parla di Dio, la Bibbia. Volendo rimanere in mezzo, potremmo dire che la Bibbia raccoglie ciò che si pensa sia Dio, o cosa o meno abbia fatto o non fatto. Quindi la Bibbia, parla di Dio, delle guerre, delle tribolazioni di un popolo che esiste tutt'ora, vere o presunte che siano certe loro tribolazioni rappresentate. Persone venute dal cielo: sta di fatto che anche un Angelo è un'essere "alieno", perché extraterrestre.

    Chi crede in Dio prima o poi la Bibbia la legge. Prendi i Protestanti, per esempio. Quelli sì che almeno credono e hanno letto la Bibbia. Che pensino totalmente in modo errato, almeno la Bibbia l'hanno letta. I Cattolici che non leggono la bibbia sono Cattolici per tradizione o fede più o meno acquosa e ignorante, cosa che poi non è nemmeno una norma comune, sennò ogni Cattolico che prima di leggere la Bibbia ragiona sulla sua fede, sarebbe di prassi uguale a quei Cattolici con la fede annacquata. Che più che altro entrambi sarebbero da etichettare come non-Cattolici, se non fosse per aver eseguito i sacramenti cattolici, oltre che per il loro ordine cronologico, anche perché il cattolicesimo ammette tutti quelli che ha per l'appunto, pronunciato.

    La scienza non ha ancora spiegato tutto. Questo non la rende meno importante, ma se a questo punto ci drogassimo tutti con una pillola che ci mantenga sempre felici allora togliamo pure le chiese e Dio dalla nostra vita, tanto saremmo sempre felici fino alla morte. Resterebbe il fatto che saremmo totalmente felici per cause esterne che vanno oltre all'adagiarsi al nostro cervello senza inibire certe funzioni. Questo lo penso io e penso sarebbe proprio così. È come quando ti ubriachi troppo e vai alla guida: non sei totalmente padrone di quello che fai e hai la vista annebbiata.

  • 4 anni fa

    Rispetta chi crede. Rispetta chi pratica.

    Se non segui questi due punti,sappi che stai vivendo la tua vita in modo fallimentare.

    Cordialmente

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 4 anni fa

    Dopo averli generosamente insultati dichiari il tuo rispetto per i religiosi! Coerenza intellettuale finissima.

    Se Dio non avesse stabilito la luce nell'universo, come avrebbero lavorato gli scienziati?

    Se Dio non avesse imposto agli elettroni di girare vorticosamente intorno al nucleo dell'atomo, che cosa avrebbero "scoperto" gli scienziati?

    Se Dio non avesse stabilito la "gravitazione universale" cosa avrebbe scoperto Newton?

    Si potrebbe continuare all'infinito.

    Il Vecchio Testamento della Bibbia è certamente una grandissima opera, criticabile, per alcuni aspetti, incentrata sulla storia di un popolo che si auto-credeva l'unico eletto e che oggi è scomparso dalla scena spirituale del mondo.

    Il Nuovo Testamento è racconto di fatti storicamente avvenuti e testimoniati.

    Non per niente gli ebrei sono oggi nel mondo quattordici milioni e i cristiani qualche miliardo.

    Io mi sforzo di imitare Cristo e di vivere la mia vita coerentemente con i miei principi. La cosa procura grande soddisfazione a me e utilità al prossimo.

  • 4 anni fa

    dobbiamo infatti non credere nelle antiche tradizioni bensì studiare tutto ciò che il passato ha accumulato e che è la sapienza della nostra specie, e andare oltre, sempre continuando a cercare la verità.

    Riporto qui un mio breve commento che avevo scritto in risposta a una domanda che chiedeva come ci immaginiamo una eventuale divinità, commento che è stato distrutto da qualcuno che invece di criticarlo dialetticamente ha deciso semplicemente di cancellarlo. Si potrà constatare che io non amo il verbo credere, ma tengo invece invece in mente il verbo desiderare. Dunque, la domanda era: come ti immagini tu un eventuale dio?

    "me lo immagino, se esiste, come una sfavillante superciviltà futura, una "città celeste" che insieme radunasse sia la terra sia tutti gli altri mondi intelligenti in un‘unica ipergalassia di luci viventi… mi ritroverei a passeggiare vicino a un ruscello su un soffice tappeto erboso e ogni cosa d’attorno sarebbe connessa con la mia mente, e io penserei al ruscello e dalla sua acqua viva mi sentirei rispondere… (ho or ora riferito una delle mie “visioni” conseguite in un momento meditativo dei miei esercizi di training autogeno)"

  • 1- la scienza non ha spiegato tutto.

    2- se anche fosse scienza e religione si occupano di due tipi di conoscenza diversa.

    3- quelle sono le interpretazioni di alcuni che l'ebraico lo stravolgono abbastanza (si veda ad esempio Mauro Biglino con i suoi strafalcioni in ebraico di cui gli ebrei ridono e molto), inoltre leggono i miti in maniera letterale ignorando che per gli antichi il mito era simbolico (come hanno scritto milioni di volte gli antichi stessi).

    4- se anche quelle interpretazioni fossero vere, smentirebbero UN testo. Per esempio non vedo agli Indù cosa potrebbe importargliene della falsità della Bibbia.

    5- personalmente Credo nelle religioni per vari motivi, ma certo non perché sono stupido... certo, ignorante (chi d'altronde non lo è? Come io ignoro la fisica dei quanti per esempio, c'è chi ignora la psicologia e la psicoanalisi), ma non stupido, o almeno chi mi ha conosciuto ha sempre affermato di vedere in me un vivo intelletto. Uno dei motivi, è lo stesso che spingeva Epicuro a definire innegabile l'esistenza degli Dèi... il fatto che tutti i popoli abbiano una religione, che, essendo simbolo, ad esempio non indica che l'uomo è nato da terra e fuoco... bensì spiegano concetti molto più profondi, che certo non sfuggivano alle civiltà antiche che hanno scritto i miti, abituate com'erano (almeno le classi istruite) a guardare al significato astratto e non alla forma concreta. Un altro motivo è il fatto che queste religioni presenti presso tutti i popoli, seppur declinando secondo le varie culture, portano insegnamenti praticamente uguali.

    Un altro è che queste religioni, presentano miti dal significato estremamente simile (si confrontino ad esempio i vari miti della "caduta"). La presenza di una grammatica morale universale...

    E questi sono solo alcuni dei motivi... certo, ognuna di queste, almeno secondo me, non è una prova, bensì un indizio... che può essere anche interpretato in altri modi (sarei disonesto a negarlo), ma almeno a mio parere, ciò non rende illegittimo il credere.

  • 4 anni fa

    Sinceramente a me delle religioni non me ne frega niente

  • ?
    Lv 7
    4 anni fa

    E tu hai davvero avuto il coraggio di porre questa domanda?

  • Alex67
    Lv 6
    4 anni fa

    Sicuro di conoscere la Bibbia e i cambiamenti che ha portato nella nostra società? "Non uccidere, rubare e dire falsa testimonianza sono 3 reati del nostro codice penale laico. La Bibbia li ha proibiti nei 10 comandamenti 3.000 anni prima. Gesù disse che noi uomini e donne, poveri e ricchi, sani e malati, di qualsiasi razza o etnia, siamo tutti uguali di fronte a Dio e agli uomini. L'articolo 2 della dichiarazione universale dei diritti dell'uomo dice: "Ad ogni individuo spettano tutti i diritti e tutte le libertà enunciati nella presente Dichiarazione, senza distinzione alcuna, per ragioni di razza, di colore, di sesso, di lingua, di religione, di opinione politica o di altro genere, di origine nazionale o sociale, di ricchezza, di nascita o di altra condizione." Stesse cose di Gesù 2000 anni dopo.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.