Chuck ha chiesto in Arte e culturaFilosofia · 3 anni fa

Come collegare platone e aristotele?

Buonasera,ho bisogno di aiuto,domani ho un interrogazione di filosofia e devo trovare un collegamento tra platone e aristotele anche se io stesso non ho capito cosa si intende per collegamento,forse una cosa che gli accomuna....qualcuno mi può aiutare grazie

5 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    I collegamenti tra Platone e Aristotele sono tantissimi. Innanzitutto entrambi in quanto greci hanno una visione unitaria dell'uomo. Questo vuol dire che i piani logico, ontologico e gnoseologico sono intrecciati tra loro. Entrambi sono convinti che la verità sia un'adeguamento dell'intelletto alle cose per dirla con San Tommaso. Entrambi sono convinti che sia la "sostanza" il fattore definente. Entrambi pongono la sostanza "al di là" delle cose fisiche. La trascendenza platonica è tuttavia verticale, quella aristotelica orizzontale. Le differenze non sono da meno ovviamente. Aristotele è convinto che l'essenza delle cose sia incarnata nella materia, sia funzione di essa. Platone ritiene invece che essa sia trascendente ovvero separata dalle cose.

    Rispetto alla dottrina dell'anima Platone pensa alla reincarnazione, concepisce l'anima come schiava del corpo e rallentata nel suo processo dalle tentazione della carne. Aristotele invece la concepisce come funzione del corpo. l'anima del coltello per Aristotele sarebbe il suo essere atto a tagliare. L'anima dell'uomo corrisponde in sommo grado alla sua funzione intellettiva.

    La conoscenza per Platone è una reminiscenza. Un ricordare. Il sapiente è perciò non colui che aggiunge a ciò che sa, ma colui che toglie le false conoscenze e lascia emergere la verità che l'anima ha visto prima di incarnarsi. Per Aristotele la conoscenza è invece un passaggio dalla potenza all'atto e ha le sue radici nell'esperienza. (Platone è un innatista, Aristotele un empirista). Entrambi però organizzano la conoscenza per gradi.

    Sul piano etico infine Entrambi sono dei socratici. Ci sono notevoli differenze tra Platone e Aristotele tuttavia per loro il BENE, il BELLO E IL VERO coincidono. La bellezza salverà il mondo. L'etica Platonica è tuttavia un'etica che associa il giusto all'umiliazione del corpo, molto "pitagorica" in questo. Aristotele è invece un edonista, scopo dell'azione umana è la felicità, perché questa è la realizzazione della funzione specifica del corpo. Detta alla buona un coltello è felice se taglia, un uomo se pensa.

    In tutti i casi per entrambi l'errore morale è anche un errore conoscitivo. Commettiamo il male per ignoranza.

    Ti ho fatto una super, super sintesi caro ragazzo. Però il punto è un'altro. E' chiaro che se ti si chiede di ripetere qualcosa devi solo capire e memorizzare (solo si fa per dire). Se ti si chiede di fare collegamenti devi invece imparare a pensare con la tua testa. Rielaborare in autonomia quanto hai letto. Questo è molto più complicato. Però il mio invito è a provare in autonomia.

    http://ilbarattolodelleidee.org

    Lascio anche a te il mio blog in descrizione. E' un blog di filosofia. Non ti lascio una pagina specifica. Andando su "filosofia" e poi "spilli" troverai una sorta di manuale da me scritto. Visto che di manuali già ne hai, te lo linko solo perché potrebbe esserti utile ragionare su possibili altri collegamenti e discuterne assieme.

  • Anonimo
    3 anni fa

    http://www.skuola.net/filosofia-antica/differenze-...

    È servito anche a me per la verifica di filosofia ahahah :)

  • 3 anni fa

    Forse se studi riuscirai a rispondere da solo, senza elemosinare l'aiuto di estranei su Internet.....

    FLAGELLO A TE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 3 anni fa

    Con un filo di nylon

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 3 anni fa

    ,

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.