Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeMedicina · 3 anni fa

Insensibilità ai polpastrelli?

Ieri quando stavo controllando le gomme il cappelletto che avevo tra le dita mi è scappatoe si è infilato dietro il cerchione.

Impossibile recuperarlo, allora ho tolto la ruota.

Ho sì recuperato il cappelletto ma ho dovuto sollevare la ruota (ovvio) per posizionarla sul mozzo (pesante, è la ruota di una fiat grande punto!).

Con la mano destra e sinistra o dovuto spingere poggiando sui polpastrelli con molta forza in quanto la ruota deve essere posizionata perfettamente dritta e aderente e con la mano destra che tiene la ruota appoggiata al tamburo facendo forte pressione con i polpastrelli ho avvitato con la pistoletta avvitatrice un bullone usando la mano destra.

Inutile dire che ho usato troppa potenza con l'avvitatrice e ho spanato due colonnette.

Avevo tentato per la bellezza di mezz'ora a tentare di riavvitarle (sforzo continuo di mani e polpastrelli). poi ci ho rinunciato e recuperato il cappelletto e sono tornato a casa procedendo pianissimo con le due colonnette entrate perfettamente (ero a soli 3 chilometri).

Quando avevo iniziato a prendere il volante non ho sentito la sensibilità ai polpastrelli che avevo usato per tenere ferma la ruota. Forse ho fatto pressione in modo esagerato per paura che la ruota non fosse appiccicata bene e potesse saltare in strada.

I polpastrelli sono ancora insensibili.

Devono solamente rimanere a riposo per via dell'eccessiva pressione prolungata e poi tutto torna come prima?

1 risposta

Classificazione
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.